loader
menu
© 2022 Eddyburg

Roma, Antico Arco
21 Agosto 2007
Mangiare e bere in Italia
Un pezzo di carne così tenero e saporito come quello che ha cucinato la signora Patrizia dell’Antico Arco non l’avevo mangiato mai

. Agnello neozelandese, nutrito delle erbe che nascono in riva al mare, cotto quel tanto che basta per farlo insaporire con una farcia di foie gras, e poi ricoperto di sottili scorzette d’arancio. Veramente eccezionale.

Molto buona anche l’entrée (un piccolo budino di dolcissime cipolle di Cannara), i gentili assaggini di crema di lenticchie e di risotto al Castelmagno (la prossima volta lo scelgo come piatto principale), e i dolci. Ottimo il vino, un Blauburgunder sudtirolese scelto dall’affabilissimo gestore. E ottimo il rapporto qualità/prezzo: essendo eccezionale la qualità, anche il prezzo è giustamente alto (compresi i 30 € del vino, in due abbiamo pagato meno di 100 €).

A tutto questo aggiungete un locale arredato con elegante semplicità (un sapiente minimalismo), un servizio rapido e cortese, e comprenderete perché i 100 coperti, distribuiti in numerosi e tranquilli spazi, sono sempre utilizzati. Prenotare è indispensabile: 065815274; solo per la sera, perché durante la mattina, e la domenica, riposano o fanno altre cose: per essere più efficienti e distesi quando il locale è pieno. L'indirizzo è Piazzale Adriano 7, vicino a Porta San Pancrazio al Gianicolo.


ARTICOLI CORRELATI
© 2022 Eddyburg