loader
menu
© 2022 Eddyburg

Ma quanto siete american Mr Siniscalco e Lady Moratti
12 Ottobre 2004
Le parole
Una performance involontariamente umoristica di due ministri del centrodestra, all'inaugurazione a Genova di quello che hanno chiamato "Ai-Ai-Ti". Da il manifesto del 10 ottobre 2004 (fb)

A conferma che in Italia per sentirsi avanzati si usa l'inglese a sproposito, valga quanto successo a Genova venerdì scorso: due ministri (Moratti e Siniscalco) sono accorsi al capezzale del vacillante presidente della regione, Sandro Biasotti, per rafforzarne la candidatura alle prossime regionali. L'hanno fatto con una cena di gala nei pressi di Portofino e con una seduta pubblica nella quale il fisico Roberto Cingolani è stato nominato alla guida del nascente IIT, Istituto Italiano di Tecnologia, da mesi narrato come una sorta di Mit italico. Il sorridente Siniscalco, quello che nei giorni scorsi ha chiamato «shadow toll» il pedaggio sulle superstrade, ci ha fatto dunque capire che per essere davvero moderni occorre che IIT venga pronunciato «ai-ai-ti», all'inglese. Ora che gli inglesi chiamino «naiki» la Nike di Samotracia può essere un segno di ignoranza della cultura classica, ma che I-I-T si debba storpiare in quel modo è del tutto nuova (a parte il fatto che gli americani verosimilmente lo pronunceranno «double-ai-t», ovvero «doppia I». Per parte sua Cingolani ha sintetizzato gli indirizzi di studio con la locuzione «humanoid robotics», un termine preso a prestito dal Mit di Boston e dalla giapponese Waseda university. Secondo Moratti, che di queste cose non ne capisce, queste ricerche riguarderanno anche la salute («di cui è inutile che vi ricordi quanto è importante»), ma nella letteratura scientifica corrente la «robotica umanoide» indica sostanzialmente un ramo dell'intelligenza artificiale applicata.

Il tutto è avvenuto nei locali dell'ex manicomio di Quarto che un primario basagliano, Antonio Slavic, negli anni `80 trasformò da inferno a luogo della socialità e della creatività artistica. Venerdì invece Quarto ha ospitato il «board of trustees» (Comitato di indirizzo e regolazione dell'istituto) dell'Ai-Ai-Ti, e per gli ex matti creativi non ci sarà più posto, anche se per legge il patrimonio degli ex ospedali psichiatrici deve restare agli ex ospiti e alle loro famiglie.

Nota: a questi patiti degli americanismi a tutti i costi, un suggerimento per dare un nome al loro modello di sviluppo: "Lacrimarum Valley" (fb)

ARTICOLI CORRELATI
© 2022 Eddyburg