loader
menu
© 2022 Eddyburg
root
20110807 Democrazia
8 Agosto 2011
Il pensiero del giorno

"E che cosa sono mai questi 'mercati', ai quali è stata trasferita quella 'sovranità', cioè il governo della vita di milioni di persone, che le Costituzioni di tutti gli Stati democratici assegnano al popolo? Sono la finanza internazionale, la forma più compiuta, astratta e 'delocalizzata' del capitale. Dietro il quale ci sono però grandi patrimoni privati - si chiamino hedge fund, private equity o fondi di investimento - che sono cresciuti grazie a un gigantesco trasferimento di ricchezze (mediamente, il 10 per cento del Pil di quasi tutti i paesi; il che, per un salario, può però voler dire il 30-40 o anche il 50 per cento del potere d'acquisto) dai redditi da lavoro a quelli da capitale. Poi ci sono le grandi banche, a cui la deregolamentazione degli ultimi venti anni ha permesso di investire, ma anche di speculare, con il denaro dei depositanti. Al terzo posto vengono le grandi multinazionali (petrolio, grande distribuzione, costruzioni, alimentare, farmaceutica, ecc.) che "'ntegrano' i profitti delle attività estrattive o manifatturiere operando in borsa con le proprie tesorerie". (Guido Viale, L'Italia al bowling d'Europa, il manifesto 5 agosto 2011)

ARTICOLI CORRELATI
15 Marzo 2008
22 Luglio 2012
19 Ottobre 2011
19 Febbraio 2010
17 Febbraio 2009
11 Settembre 2006
© 2022 Eddyburg