loader
menu
© 2022 Eddyburg
root
201002002 rotolone
19 Febbraio 2010
Il pensiero del giorno

Testo tratto dal sito www.positanonews.it,,che a sua volta l'aveva ripreso dal sito www.domusweb.it

Ravello, costiera amalfitana. A pochi giorni dalla fine dei lavori e a poco

più di un mese, mentre si discute sulla gestione della principale opera

della costa d'Amalfi, continuano a girare articoli su riviste di

architettura sull'auditorium. In questo ci si chiede se l'auditorium

potrebbe essere riconosciuto da Niemeyer...

Dipende dai punti di vista. Se il Maestro brasiliano avrà modo di osservare

l'opera dallo stesso punto in cui Gabriella e Mattia hanno scattato la

foto domenica scorsa, forse ci penserà un po' su.

Mumble Mumble.. Il linguaggio fumettistico è d'obbligo dal momento che

proprio Mattia - piccolo grande amico di 9 anni - ha ritenuto di trovarsi

di fronte ad un "grande rotolo di carta igienica" (forse meglio di uno

"scottex casa" n.d.t.) piazzato proprio lì, sul declivio della Costiera

Amalfitana. «Mamma! Sembra un rotolone regina!». Quale messaggio viaggia

(direi rotola) inconsapevole, con quell'immagine? Trasferita a Londra da

circa un anno, abitavo proprio lì, in Costiera Amalfitana - e lì tuttora

conservo gelosamente casa. Gabriella e Mattia pensavano di farmi cosa

gradita inviandomene uno scorcio "importante", un pezzo dell'Italia di

Qualità come la definisce il sociologo De Masi (cfr. G. Valentini, Ravello

città della musica, in Eddyburg.it). Ciò che invece si è impresso allo

scatto ha svelato la barriera che sussiste - impenetrabile ma trasparente

- fra il Mondo delle Idee e i tentativi di realizzarle; ha svelato

l'incapacità di segnare un limite fra il tratto leggero, sapiente, che

intride l'immagine visionaria dello schizzo (un plastico e 10 tavole di

progetto) regalato a Ravello dall'ultra centenario Oscar Niemeyer, e le

sfide dell'im-possibile che da quello in poi si sono innescate. A cosa

servono leggi e norme per la tutela del territorio se puntualmente facciamo

a gara tra chi è piu' bravo a contravvenirle? Una palificazione di 14mila

metri e una parete rinforzata con paratie d'acciaio per agganciare un

cilindro bianco al costone di una delle aree a più alto rischio

idrogeologico in Campania, e far sedere 400 persone ad ascoltare la musica

più bella del mondo, sembrano dati un po' sconnessi per spiegare ad un

bambino che quello NON è un "rotolante rotolo di carta igienica".

Emilia Antonia De Vivo

ARTICOLI CORRELATI
1 Aprile 2009
18 Ottobre 2005
29 Marzo 2011
30 Gennaio 2010
26 Aprile 2009
24 Luglio 2008
© 2022 Eddyburg