loader
menu
© 2022 Eddyburg
Dimarca Angelo
Sicilia: da Legambiente a Italia Nostra
24 Maggio 2005
Polemiche
La lettera che il vicepresidente di Legambiente Sicilia ha inviato a Italia Nostra, e la risposta del presidente della Sezione Sicilia di questu’ultima, Leandro Janni, il 20 maggio 2005

Caro Leandro,

in nome delle tante battaglie condotte assieme, dei comuni valori e dei sentimenti di reciproca stima che ci legano, esprimo a te, come Presidente Regionale Siciliano, e a tutta Italia Nostra, la mia solidarietà, che è anche di altri militanti di Legambiente Sicilia, per l'attacco inaccettabile nei contenuti, nelle modalità e nel tono che alcuni dirigenti nazionali della mia Associazione hanno ritenuto di rivolgere a Italia Nostra.

Io non so se la Vostra posizione su metropolitana di Roma, auditorium di Ravello, eolico, sia da condividere o meno.

Non è questo il punto.

Sono però certo che diversità di opinioni, anche profonde, su argomenti come quelli citati, non possono motivare simili prese di posizione.

Ritengo allo stesso tempo, con convinzione e fermezza, che la coesione delle associazioni ambientaliste è un valore importante ed un obiettivo da perseguire in maniera determinata, pur nella differenza di posizioni.

In questo paese travolto dall'illegalità e nel quale la natura, il territorio e il paesaggio sono oggetto di un'aggressione senza eguali, non serve minimamente lanciare all'opinione pubblica un segnale di cosi' profonde divisioni nè lacerare i rapporti di collaborazione, che vanno invece coltivati e rafforzati dinnanzi a vicende come quella del Ponte sullo Stretto di Messina, della Legge delega ambientale, delle continue sanatorie, del carbone, delle ecomafie.

Potremmo stilare un elenco lunghissimo delle tante cose importanti che dobbiamo continuare a fare assieme, dinnanzi all'elenco striminzito delle poche cose, non importanti, che ci hanno diviso e che possono dividerci.

Italia Nostra ha poi un merito ed un ruolo insostituibili in questo paese, per le battaglie (che conduce in modo efficace ed esemplare) a tutela del nostro paesaggio e del nostro patrimonio culturale, minacciati, da ultimo, dal recente disegno di legge in materia di pianificazione urbanistica, sul quale si sono registrati disattenzione e silenzi, per non dire acquiescenza, di tante altre associazioni.

So che in Sicilia continueremo a collaborare e a fare ancora più cose assieme di quante non ne abbiamo fatto sino ad oggi.

Accogli, come concreto segno di solidarietà, la mia richiesta di iscrizione ad Italia Nostra.

Per il resto, della presente fanne l'uso che ritieni più opportuno.

Con affetto e stima.

Angelo Dimarca, Vice Presidente Regionale di Legambiente Sicilia

La risposta del presidente di Italia Nostra – Sicilia

Caro Angelo,

grazie per la solidarietà. La tua lettera è molto bella. E' la lettera di un uomo, di un ambientalista che crede profondamente in ciò che fa. L'onestà, la chiarezza, la passione sono valori sempre più rari, oggi. La coerenza e la tenacia, poi, non appartengono più a questo mondo confuso e disperso dietro a idoli tanto sfavillanti quanto illusori. Ed io, insieme a te, credo che ambientalismo sia innanzitutto rispetto degli altri, cultura della pace e della solidarietà, senso del limite. Comunione d'intenti.

Altrimenti, è solo cattivo gioco, lotta per il potere, per le luci della ribalta. Un gioco, una lotta che inevitabilmente producono altre devastazioni, altro dolore, altri inganni. Non ne abbiamo certamente bisogno.

Anch'io sono convinto che in Sicilia Italia Nostra e Legambiente continueranno a collaborare, e a fare ancora più cose insieme di quante non ne abbiano fatte sino ad oggi. Insieme, anche, agli amici del Wwf, del Cai, della Lipu.

Mi fa veramente piacere la tua richiesta di iscrizione ad Italia Nostra. E' un gesto semplice, concreto, generoso. Un gesto eloquente.

Adesso ti saluto, con altrettanto affetto e altrettanta stima. C'è ancora tanto da fare, carissimo e gentile Angelo.Invierò queste note alle sezioni siciliane di Italia Nostra e alla sede nazionale di Roma.

A presto, Leandro Janni

ARTICOLI CORRELATI

© 2022 Eddyburg