loader
menu
© 2022 Eddyburg

La città a cucù
18 Luglio 2011
Esperienze straniere
Un’animazione propone un modello di “città orologio” rotante per anelli concentrici, secondo il sito Planetizen l’autore la prende piuttosto sul serio. E voi? (f.b.)

Tutti si ricordano quelle barzellette sul carabiniere che per mungere la mucca la fa alzare e abbassare, restando immobile sullo sgabello; o per avvitare la lampadina manda decine e decine di colleghi a far ruotare la caserma. Ecco: adesso è arrivato l’americano geniale che applica le barzellette dei carabinieri all’urbanistica.

L’idea, se proprio vogliamo chiamarla così, parte dal concetto di movimento da un luogo e una funzione all’altra. Perché non ribaltare tutto e far sì che siano luoghi e funzioni ad avvicinarsi sin quasi a coincidere? Ecco Clockwork City, una città sincronizzata come un orologio svizzero, i cui cerchi concentrici ruotano in direzioni opposte, consentendo agli abitanti di “saltare” da uno all’altro quando passa l’angolino desiderato.

Dagli schemi proposti nel breve filmato visibile su Youtube, si scopre che almeno la howardiana greenbelt agricola, quella non si sposta. Memori dei danni che certi ingegneri svizzeri hanno già fatto in passato alle città, speriamo proprio che questa urbanistica a orologeria sia solo una scusa per farci un cartone animato. Che non venga in mente a nessuno di costruirci sopra delle teorie. Ce n’è già a bizzeffe, di urbanisti che le fanno girare.

Guardatevi comunque direttamente tutto il capolavoro su Youtube, e speriamo proprio che sia solo un gioco di animazione.

ARTICOLI CORRELATI

© 2022 Eddyburg