loader
menu
© 2023 Eddyburg

Appello al Presidente della Repubblica contro il “piano casa” della Campania.
16 Luglio 2009
La barbara edilizia di Berlusconi
Chiediamo un intervento per bloccare la peggiore applicazione del nefasto “piano casa” di Berlusconi. Ancora aperte le adesioni

Il piano casa in discussione in Consiglio regionale della Campania rappresenta una gravissima minaccia per il paesaggio, i centri storici e per l'assetto del territorio.

In spregio ai valori del paesaggio campano universalmente riconosciuti, la proposta della giunta consente ampliamenti e sostituzioni dei volumi esistenti anche in zone soggette al vincolo paesaggistico.

I poteri di pianificazione urbanistica dei comuni sono completamente esautorati. La Regione Campania peggiora persino l'intesa Stato/Regioni del 31 marzo 2009 che prevede la regolamentazione degli interventi "attraverso piani/programmi definiti tra regioni e comuni". Il disegno di legge in questione fa purtroppo piovere sui comuni deroghe ai loro piani urbanistici decise direttamente dalla proprietà fondiaria.

Ancora più scandalosa è poi la possibilità di sostituire volumetrie anche modificandone la destinazione d’uso, senza escludere con chiarezza i centri storici, compromettendo scelte urbanistiche fondamentali di competenza dei comuni. In particolare, l’assetto urbanistico della regione Campania, ma soprattutto quello della città di Napoli, verrebbe sconvolto da radicali trasformazioni in base a semplici istanze di privati cittadini (si pensi a cosa accadrebbe nella zona industriale di Napoli est).

Assisteremo così alla stravolgimento del territorio campano, già compromesso dalla speculazione e da anni di abusivismo edilizio.

Ci appelliamo pertanto al Capo dello Stato affinché richiami la Regione Campania al rispetto dell’art. 9 della Costituzione repubblicana, oltre che delle prerogative dei Comuni, scongiurando un irreparabile attentato al territorio e al suo intangibile patrimonio culturale e paesaggistico.

Inviare le adesioni a
carloiannello1@virgilio.it

Salvatore Settis, Direttore Scuola Normale Superiore di Pisa,

Lidia Croce,

Silvia Croce,

Alberto Asor Rosa, professore emerito di letteratura italiana,

Piero Craveri, preside della Facoltà di Lettere dell’Università Suor Orsola Benincasa,

Vezio De Lucia, urbanista,

Vittorio Emiliani, Comitato per la bellezza,

Marta Herling, segretario generale Istituto italiano per gli studi storici,

Luigi Labruna, professore di storia del diritto romano, Federico II

Giovanni Losavio, presidente nazionale di Italia Nostra,

Aldo Masullo, professore emerito di filosofia morale,

Gerardo Marotta, presidente Istituto Italiano per gli Studi Filosofici,

Giovanni Pugliese Carratelli, accademico dei Lincei,

Fulco Pratesi, presidente onorario WWF,

Edo Ronchi, presidente della fondazione per lo sviluppo sostenibile, già ministro dell’ambiente,

Edoardo Salzano, urbanista,

Antonello Alici, segretario generale di Italia Nostra

Gianfranco Amendola, magistrato,

Mirella Barracco, presidente della fondazione Napoli 99

Giovanna Aronne, docente facoltà di agraria portici

Maria Carmela Caiola, architetto

Francesco Canestrini, architetto, Italia Nostra Caserta,

Giuseppe Cantillo, professore di filosofia morale, Federico II

Ornella Capezzone, WWF Campania

Alfonso Cecere, professore di diritto amministrativo,

Antonino De Angelis, Italia Nostra penisola sorrentina

Alessandro Dal Piaz, professore di urbanistica, Federico II,

Luigi De Falco, segretario del consiglio regionale di Italia Nostra,

Mario De Cunzo, architetto, già soprintendente ai beni ambientali e architettonici,

Raffaella Di Leo, presidente del consiglio regionale della Campania di Italia Nostra,

Guido Donatone, presidente della sezione di Napoli di Italia Nostra,

Paola Gargiulo, architetto,

Alberto Gentile, direttore WWF salerno,

Andrea Fienga, WWF penisola sorrentina,

Maria Rosaria Iacono, Italia nostra Caserta,

Carlo Iannello, professore di diritto dell’ambiente, SUN,

Alberto Lucarelli, professore di Istituzioni di Diritto Pubblico, Federico II,

Sergio Marotta, professore di sociologia giuridica, Suor Orsola Benincasa,

Massimo Maresca, Italia nostra penisola sorrentina,

Luca Palladino, architetto,

Giulio Pane, professore di Storia dell’architettura, Federico II,

Luigi Rispoli, avvocato,

Massimo Rossano, Associazione Parco Sebeto,

Ulderico Pomarici, professore di filosofia del diritto, SUN,

Francesco Santoro, architetto, Italia nostra Cava de’Tirreni,

Valeria Santurelli, architetto, Italia nostra Napoli,

Francesco Saverio Lauro, avvocato marittimista, già presidente dell’autorità,

Eleonora Scirè, architetto, Italia nostra Salerno,

Sauro Turroni, architetto, già Senatore della Repubblica

ARTICOLI CORRELATI

© 2023 Eddyburg