loader
menu
© 2022 Eddyburg
Teresa Monestiroli
Tunnel Rho-Linate, sì della Moratti
12 Ottobre 2009
Milano
Si concretizza l’ennesima demenza auto-centrica del passante autostradale city airport-Expo. La Repubblica ed. Milano, 12 ottobre 2009 (f.b.)

Il sindaco dà il via libera al tunnel di 14 chilometri che collegherà Linate all´autostrada dei Laghi. E chiede di accelerare sui tempi per portare il progetto in giunta entro la fine del mese. La maxigalleria dunque si farà. A realizzarla saranno due società, Torno e Condotte, sarà completamente finanziata dai privati e costerà 2,4 miliardi. Entro la fine dell´anno partirà la gara d´appalto per la prima tratta. Cambia il conto economico: percorrere tutto il tunnel costerà oltre 10 euro.

Il progetto del maxitunnel che attraverserà la città collegando l´aeroporto di Linate all´autostrada dei Laghi procede spedito. E già entro la fine del mese lo studio di fattibilità della prima parte della galleria (da Expo a Garibaldi) potrebbe arrivare in giunta per l´approvazione definitiva. Dopo di che l´opera verrà inserita nel piano delle opere dell´anno venturo. Un passaggio importante che riporterà alla ribalta l´opera promossa dall´ex sindaco Albertini e che sembrava dimenticata nei cassetti.

A spingere sui tempi è stato il sindaco Moratti a cui, nei giorni scorsi, è stata sottoposta l´ultima versione del progetto: un´opera mastodontica, completamente finanziata dai privati e realizzata da due società la Torno e la Condotte, appoggiata dalla Regione Lombardia, la cui realizzazione costerà 2 miliardi e 400 milioni di euro. Una galleria ultramoderna, con un sistema di areazione antismog e nove uscite lungo il percorso, che potrebbe cambiare radicalmente la mobilità in città, spostando sotto terra 50 mila auto al giorno. Il tutto però a un costo non indifferente: il nuovo conto economico infatti ha fatto salire il pedaggio da 0,50 centesimi al chilometro (prima ipotesi della società Torno) a 0,70, che significa 10,22 euro se si percorre tutta la tratta. Un cifra salata che non è detto i milanesi siano disposti a spendere pur di saltare la coda delle tangeziali.

L´entusiasmo dal sindaco, che quando riprese in mano il progetto della giunta Albertini chiese il prolungamento della galleria fino a Linate, è già stato tradotto dagli uffici tecnici in una tabella di marcia serrata. Se tutto procederà come previsto i lavori partiranno nel 2011 e l´opera sarà consegnata alla città entro il 2018. Il primo passo sarà l´approvazione della giunta della prima tratta, quella che dovrà realizzare la Torno. Intantola Condotte, la seconda società entrata nel progetto prima dell´estate, dovrà preparare uno studio di fattibilità per il tratto da Garibaldi a Linate, che entro Natale sarà sottosposto all´esecutivo. Quindi le due gare d´appalto (per la prima parte fra tre mesi, per la seconda nel 2010) e l´avvio dei lavori senza ulteriori indugi. Non è ancora stato stabilito se gli scavi saranno in contemporanea nelle due tratte, ma è più probabile di no. Forse anche per arrivare all´appuntamento con l´Expo con almeno un pezzo di galleria concluso, quello che da Cascina Merlata arriverà a Lancetti passando in prossimità dei capannoni della fiera di Rho-Pero.

Sempre in tema di infrastrutture, la riunione del Cipe di venerdì potrebbe dare finalmente una risposta agli interrogativi sul futuro delle metropolitane M4 e M5. Soprattutto sulla linea 4 di cui mancano ancora i finanziamenti del governo per la seconda tratta. Un ritardo che per i tecnici di Palazzo Marino mette a serio rischio la realizzazione di tutta l´opera. Tanto che è già allo studio la possibilità di costruirne solo un pezzo per non arrivare al 2015 con la città bloccata dai cantieri della linea che dovrà collegare Linate a Lorenteggio passando per il centro storico.

ARTICOLI CORRELATI

© 2022 Eddyburg