loader
menu
© 2022 Eddyburg

"Right to read, Write to read"
17 Aprile 2004
Lettere e Interventi
Lucia Baracco (Venezia), 06.08.2003

Caro Eddy, oggi ho dato un'occhiata al tuo sito, confesso dopo un pò di tempo, e l'ho trovato stupendo, divertente e leggibile. Ti ringrazio poi per il link che hai messo al mio progetto. Sono emozionata e molto orgogliosa.

Come sai sono molto sensibile al tema della accessibilità della comunicazione, in generale, ma soprattutto della comunicazione pubblica. Sto cercando di sensibilizzare chi fa comunicazione, perchè il tema della leggibilità sia del testo stampato sia del testo in formato elettronico sta diventando sempre più un problema sociale (invecchiamento progressivo della popolazione, sempre più servizi erogati via web, informazione sempre più diffusa e importante, ecc.).

Ho avuto di recente l'occasione di fare una piccola mostra sull'argomento nella prestigiosa sede dell'Europarlamento di Strasburgo, dal titolo "Right to read Write to read" (sottotitolo "Se non riesco a leggere non è solo colpa dei miei occhi"), che ha riscosso un notevole successo. Lì a Strasburgo abbiamo portato molti esempi di comunicazione istituzionale (cartacea e web) sia del Parlamento Europeo, sia degli stati membri dell'Unione, del tutto lontani dai principi di leggibilità che invece le istituzioni dovrebbero seguire quando fanno informazione. Perfino Prodi (ti mando alcune immagini dell'evento con lui e con il presidente del Parlamento Europeo Cox) ha condiviso molti degli argomenti da noi evidenziati. Abbiamo anche prodotto un primo fascicolo sull'argomento al quale seguiranno approfondimenti ed altre ricerche.Per me è stata una bellissima esperienza, divertente e di grande soddisfazione.

Se vorrai saperne di più vai alla pagina letturagevolata. Ma, venendo a noi, dato che tu hai invitato i tuoi amici della lista a darti suggerimenti per il miglioramento della sua usabilità, accessibilità, ecc. mi permetto di segnalarti alcune piccole cose:

1. il tuo è sicuramente un sito molto leggibile, potresti al massimo togliere la sottolineatura dalle parole nella barra di navigazione in alto (faciliterebbe la discriminazione visiva). Potresti anche rimpicciolire le scritte forse, ma metterle in bold e possibilmente non in corsivo (sarebbero più leggibili). Per il resto tutto OK.

2. Altra cosa invece è l'accessibilità del sito. Perchè non farlo leggere anche ai non vedenti "illuminati" ? :-))).

Conosco tante persone di grande cultura, completamente cieche, che potrebbero essere interessate a navigare in un sito come il tuo. In particolare un mio caro amico di Bologna, professore di lettere e scrittore, molto conosciuto anche dai Celestini, con i quali ha lavorato su progetti culturali di vario tipo....

Ti invio un suo recente racconto, da lui partorito in occasione dell'ultimo Premio Strega per sensibilizzare gli editori a rendere accessibili i file dei libri ai non vedenti. Lui si chiama Carlo Loiodice e il racconto "Lettera a un poeta minore". È molto divertente e intelligente e, secondo me, ti piacerà molto. Valuta tu se metterlo tra i tuoi "scritti ricevuti".... Per dirti, Carlo è uno che normalmente va in libreria a comperarsi il libro che gli interessa e se lo va a leggere tranquillamentea casa con i suoi mezzi. E non vede nemmeno se c'è la luce accesa in una stanza.

Ma come far diventare il tuo sito accessibile ai blind senza modificarne l'aspetto attuale? se ti interessasse affrontare la cosa anche da questo punto di vista, fammelo sapere. Ti manderò indicazioni e suggerimenti per farlo agevolmente. Non c'è molto da fare, solo piccoli accorgimenti tecnici di programmazione.

Per i suggerimenti invece di tipo gastronomico e letterario... alla prossima volta!

Ciao Eddy e buona vacanze!

Cara Lucia, seguiremo senz’altro i tuoi consigli. Intanto, inserisco la “lettera” di Lojodice tra gli “scritti ricevuti”. E aspetto i tuoi suggerimenti tecnici.

ARTICOLI CORRELATI

© 2022 Eddyburg