loader
menu
© 2022 Eddyburg

“Riconversione produttiva, valorizzazione immobiliare”
5 Novembre 2009
Lettere e Interventi
Francesco Mencaraglia, da Scandicci

Abitando a Scandicci (Firenze) ho particolarmente apprezzato l'articolo di Baioni sulla riconversione produttiva della Electrolux nella mia città.

Ci sono un paio di aggiunte che probabilmente sarebbero state necessarie: oltre a sindacati ed istituzioni c'è stata una attorno alla lotta dei dipendenti electrolux una vasta mobilitazione popolare; sono state stampate, distribuite ed inviate alla sede centrale della electrolux oltre 15.000 cartoline, affissi dei manifesti e distribuiti dei volantini (vedi qui sotto). Ogni cittadino che ha firmato la cartolina ha pagato il francobollo.

Nella iniziativa sono state coinvolte le parrocchie, ma anche le strutture di vendita della coop hanno aperto i loro spazi ai 'banchini' di solidarietà. La solidarietà si è estesa anche ai comuni circostanti perchè il caso non era solo 'scandiccese'.

La seconda aggiunta è che, purtroppo, ancora la produzione dei pannelli fotovoltaici non è partita e si registra un certo ritardo nella realizzazione delle line di montaggio e - di conseguenza - nel riassorbimento dei dipendenti. Per questo fino a che le linee non saranno completamente attivate ritengo che non si debba abbassare la guardia.

Grazie delle ulteriori informazioni. Baioni scriverà un articolo più ampio sull’argomento, e lo pubblicheremo anche sul settimanale Carta. Comunque eddyburg non abbasserà la guardia, se avrà la fortuna di essere informato tempestivamente di cià che avviene. Siamo molto contenti di poter presentare la vicenda di Scandicci come un esempio positivo di ciò che si può fare quando i lavoratori, i cittadini e le istituzioni combattono per una causa giusta e, nell’Italia di oggi, certamente controcorrente.

ARTICOLI CORRELATI

© 2022 Eddyburg