loader
menu
© 2022 Eddyburg

"Nazionali & Esportazioni"
14 Aprile 2005
Lettere e Interventi
Fabrizio Bottini

Riusciranno a sopravvivere, a Shangai? Probabilmente si, come è già successo tante altre volte. Però credo – e spero – che a molti, guardando le bellissime diapositive della città proposte da Eddyburg, possano essere tornate in mente le immagini con cui José Luis Sert illustrava le contraddizioni della città occidentale, chiedendosi: Can Our Cities Survive? Posso solo rispondergli (anche se la cosa non lo interesserà molto, dove sta ora), che le città in qualche modo l’hanno sfangata. Soprattutto aggirando almeno in parte le brillanti soluzioni spesso schizzate, sostenute, a volte realizzate, da chi usava strumentalmente l’enorme fascino che suscitano le immagini del movimento moderno.

Nelle tragiche immagini di Shangai, a ben vedere, convivono in perfetta armonia, sovrapposti e fusi in “organica” vitalità, gli angoli taglienti di città radiose e gli oscuri viticci urbani à la Gustave Doré. Un bel risultato, non c’è che dire.

Una sola conclusione, lievemente fuori linea: e poi ci si chiede perché a milioni fanno carte false per lanciarsi a capofitto dentro lo sprawl, i centri commerciali suburbani, il rincoglionimento delle falciatrici 10HP nei week-end, o dei fuoristrada fermi sul prato della villetta? Tanti auguri, a Shangai e anche a tutto il resto.

ARTICOLI CORRELATI

© 2022 Eddyburg