loader
menu
© 2022 Eddyburg
Cesare Zapperi
Legambiente alla Regione: «Frenate lo spreco di suolo»
24 Ottobre 2011
Padania
Allarmi e promesse, ma il modello di sviluppo territoriale – dalle infrastrutture in giù - è orientato altrove. Corriere della Sera Lombardia , 24 ottobre 2011 (f.b.)

Legambiente preme e chiede un intervento. La Regione apre, seppur con cautela. Al congresso regionale di Bergamo l'associazione ribadisce l'allarme per il consumo di suolo, considerata una vera e propria emergenza alla luce dei dati che evidenziano come il suolo urbanizzato in cinquant'anni si è quintuplicato (nella sola Bergamasca è passato dal 3 al 14%), e rilancia la proposta di legge di iniziativa popolare che mira a imporre uno stop al cemento.

Daniele Belotti, assessore regionale al Territorio, non si tira indietro: «Siamo sensibili al tema del risparmio del territorio. In linea di principio siamo aperti al confronto, anche se bisogna essere chiari: non si possono cambiare le regole a partita in corso». Il 31 dicembre 2012 scadono i Piani di Governo del Territorio. «Poi la normativa cambierà sicuramente — aggiunge Belotti —. Ma fino ad allora non possiamo rischiare di essere sommersi dai ricorsi dei Comuni». Legambiente incassa ma non abbandona lo scetticismo. «Quattro anni fa abbiamo posto alla Regione una questione fino ad allora affrontata solo in modo superficiale e propagandistico — spiega il presidente Damiano Di Simine —. Oggi possiamo dire che la questione è entrata nell'agenda politica, ma le soluzioni sono ancora lontane».

L'associazione invita i partiti a gettare la maschera. «I politici di ogni parte si dicono d'accordo con noi, ma la legge, ferma in Consiglio regionale da due anni, non arriva in aula. Chiediamo un voto, a scrutinio palese, che ci dica chi davvero vuole fermare il cemento». Sul medesimo tasto batte anche, intervenendo al congresso, il consigliere regionale dell'Idv Gabriele Sola: «La proposta di legge di Legambiente è un'occasione da non lasciarsi sfuggire per colmare un vuoto normativo". Nel dibattito dell'assise regionale i temi affrontati sono anche altri: dal nucleare alle energie rinnovabili, dai parchi all'inquinamento atmosferico. L'assessore regionale alle Reti e all'Ambiente Marcello Raimondi è intervenuto per ricordare l'impegno del Pirellone sul fronte dello smog. «In dieci anni abbiamo speso 2 miliardi per l'ambiente e contro l'inquinamento atmosferico sono state messe in campo oltre cento misure. Grazie anche al pungolo di Legambiente la sensibilità è molto cresciuta».

Nota: su questo sito già dalla prima pubblicizzazione del progetto di legge lombardo sul consumo di suolo si sono sviluppate discussioni, a partire da una domanda fondamentale, ovvero se sia possibile ridurre la questione a faccenda settoriale. La risposta pare darla il comportamento dell'amministrazione regionale, che evidentemente si è posta (in forma rigorosamente non pubblica) la medesima domanda, trovando per ora la risposta del rinvio continuo, per domani chissà (f.b.)

ARTICOLI CORRELATI

© 2022 Eddyburg