loader
menu
© 2022 Eddyburg
INU
INU: «Biennale spazio pubblico. Un successo la tre giorni romana»
19 Maggio 2013
Spazio pubblico
Un Comunicato stampa dell’Istitutonazionale di urbanistica a conclusione della seconda edizione dell’iniziativa. Un evento su cui torneremo presto. 19 maggio2013

Un Comunicato stampa dell’Istitutonazionale di urbanistica a conclusione della seconda edizione dell’iniziativa. Un evento su cui torneremo presto. 19 maggio2013

Un bilancio conclusivo molto positivo.Si è conclusa la seconda edizione della Biennale dello spazio pubblico, la tregiorni di eventi che si è svolta a Roma alla Casa dell'Architettura e neilocali della Facoltà di Architettura di Roma Tre. La manifestazione èstata organizzata dall'Istituto Nazionale di Urbanistica con la collaborazionedi ANCI, Cittalia, Facoltà Architettura Roma 3, Consiglio nazionale architetti,Casa dell'architettura, Ordine architetti di Roma ed il sostegno di CornellUniversity.
Hanno partecipato oltre 2000 persone,decine di Associazioni e Comitati, docenti, studenti, imprenditori, cittadini.Si sono alternati 440 relatori nelle assemblee e nei 26 tra seminari eworkshop, nazionali e internazionali. Diffondere buone prassi realizzate inItalia e all'estero e stimolare il dibattito sul recupero degli spazi pubblici:questi in estrema sintesi sono stati gli obiettivi della manifestazione. Ilcoordinatore dell'evento, Mario Spada, spiega: "E' stato un grande,aperto, libero incontro tra persone che in vario modo, da diversi puntidi vista, professionali, sociali, accademici, si impegnano a miglioraregli spazi pubblici delle città e a realizzarli nelle aree periferiche eperiurbane che ne sono sostanzialmente privi. Quasi tutti i seminari e workshopsi sono svolti all'insegna della concretezza, della individuazione di percorsipraticabili di rigenerazione urbana".
Quindi non un astratto "superconvegno",sottolinea Spada: "Abbiamo lavorato, al contrario, tenendo sempre presentela necessità della concretezza e del coinvolgimento dei cittadini. Il viaggioin 13 comuni delle buone pratiche ha coinvolto oltre 700 persone di cui 187 tratecnici e funzionari comunali e 44 amministratori; Il percorso "La cittàche vogliamo" cha visto iniziative di comitati di quartiere in 30 città epaesi; ci sono stati poi numerosi concorsi e le call for papers. E' stato ungrande incontro con lo scopo di trovare un linguaggio comune che metta tutti ingrado di fare la propria parte per contrastare le frequenti minacce allacoesione sociale e migliorare i luoghi ove questa si esprime e realizza".
Spada "lancia" già la terzaedizione: "Presto faremo un'assemblea per impostare le nuove attività, perritrovarci ancora a Roma tra due anni e proseguire nel nostro percorso.Puntando a crescere, con entusiasmo".
Nell'ambito della Biennale è statosottoscritto anche un importante accordo tra l'Istituto Nazionale diUrbanistica e il Programma Insediamenti Umani delle Nazioni Unite, UN-Habitat.Si tratta di un patto di mutuo sostegno e collaborazione per la promozionedello sviluppo urbano sostenibile e delle buone pratiche nella progettazione enella gestione degli spazi pubblici nelle nostra città. Agli organizzatoridella Biennale è arrivato anche il saluto del presidente della Regione Lazio,Nicola Zingaretti: "Dentro l'idea dello spazio pubblico c'è un'ideaprecisa di come vorremmo che fosse la nostra comunità. E appuntamenti come laBiennale dello spazio pubblico sono importanti per questo: perchécontribuiscono a creare una nuova consapevolezza delle priorità su cui agire ead affermare nuove visioni e un nuovo punto di vista sul mondo".
ARTICOLI CORRELATI

© 2022 Eddyburg