loader
menu
© 2022 Eddyburg

” In Germania Berlusconi è screditato”
16 Aprile 2004
Lettere e Interventi
Carl Wilhelm Macke (Monaco di Baviera), 15 o.10.2003

Egr. sign. professor,

stamattina il mio amico Francesco Erbani mi ha indicato il suo indirizzo sito che mi piace moltissimo. Con Francesco sto in contatto via un altro amico nostro a Ferrara dove mi ho comprato un piccolo piccolo pezzo d'Italia proprio sotto il tetto. Professionalmente faccio il lavoro di un giornalista 'free Lance'. Conosco abbastanza bene il mondo politico italiano e il mio riferimento politico non si trova sicuramente nel ambiente forzista.

Attualmente sto leggendo p.e. Il Diario dell'esilio di Luigi Einaudi. Certo, non era un uomo di sinistra ma rappresentava una cultura liberale ed antifascista, adesso quasi totalmente sparito sia in Italia sia in Germania. Da Einaudi anche un tedesco come me e la mia generazione ( classe '50) può imparare cosa significa un vero liberalismo civile ed umano. Invece da Berlusconi ed la suo corte Arcorese si puo imparare solo la 'gramatica della Non-Politica', dell' arroganza di potere e della sfacciatagine. Forse consolante per Lei e gli altri amici ed compagni della "Non-Destra" Italiana ( usare la parola "Sinistra" in Italia è diventato un pò rischioso...): Berlusconi in Germania non ha nessun credito nè come persona nè come politico. P.e. il più intelligente e il più duro critico di Berlusconi e il suo governo di Destra è il corrispondente della Frankfurter Allgemeine Zeitung, la voce della borghesia tedesca e delle banche di Francoforte. Ma come si costruisce un alternativa per/a (?) Berlusconi - tocca voi, ma importante anche per noi "Europei", perche Berlusconi, Bossi e tutti quanti sono veramente una vergogna per l'Europa civile che abbiamo in mente. Nonostanto tutto nè Berlusconi nè Stefani sono in grado di scuotere la mia passione per la cultura italiana, quella democratica, civile, liberale, sempre condito con ironia. Va bene?

Da Monaco di Baviera un cordiale saluto d'autunno Suo carl'oMacke*

* Macke v.d. in italiano piu o meno un po 'Pazzo' ( mi piace di essere nominato cosi, come no...)

A me sembra che i veri liberali (come Luigi Einaudi, appunto) siano ancora più lontani da B. di quanto non siano i partiti del centro.sinistra. Di Einaudi le consiglio di leggere anche Le Prediche inutili, che per la destra italiana sono state davvero inutili

Come mai ha imparato così bene l’italiano?

ARTICOLI CORRELATI

© 2022 Eddyburg