loader
menu
© 2022 Eddyburg

“Controllare la rendita non è sovversivo”
8 Giugno 2007
Lettere e Interventi
Donato Belloni, Cittadini per Sumirago

Cari amici di Eddyburg, vi invio un piccolo esempio di "dibattito"(?) sulle questioni del controllo della rendita fondiaria maturato nel corso della recente campagna elettorale in un piccolo comune del grande nord.

Una lista civica nata da un raggruppamento di cittadini stanchi dei bizantinismi di bassa cucina politica azzarda una proposta per mettere finalmente sotto controllo il consumo di territorio facendo leva su quello che ne rappresenta l'anello debole: la valorizzazione urbanistica delle aree nei piani decisi dal pubblico e il conseguente beneficio ai "rentier" privati di tutte le taglie (dal piccolo appezzamento alla grande proprietà fondiaria, fatte salve le rispettive proporzioni).

Si scatena un fuoco incrociato in particolare da parte di una lista, anch'essa civica, sostenuta da partiti allergici a qualsiasi controllo sul mercato immobiliare che accusa la proposta di "esproprio proletario"(non male eh!).

Il partito egemone (Lega Nord) non si espone e rimane nel vago.

Il responso conclusivo lo forniscono le urne: la Lega Nord rivince nonostante un forte ridimensionamento (dal 48% al 36%) pagando anche il commissariamento della sua precedente amministrazione causato da faide interne; la lista civica che ha proposto "l'esproprio proletario", costituitasi solo cinque mesi prima, è giunta seconda con il 23% dei consensi; la lista civica che non ama le ingerenze nel mercato immobiliare è giunta terza con il 22% dei voti. Ad altre liste minori il resto.

Come valutare questa esperienza?

Senza dubbio positivo il risultato ottenuto dal gruppo di cittadini che decidono generosamente di uscire dalla palude di una politica senza idee e senza slanci e di occupare uno spazio pubblico ormai lasciato alla deriva.

Vi allego tre documenti significativi della campagna elettorale di quel comune: il documento del gruppo di cittadini, parte di una più articolata proposta programmatica, il volantino della lista che ne ha avversato le proposte ed una replica.

Più ampie notizie sono rinvenibili sul sito della lista "Cittadini per Sumirago": www.cittadinipersumirago.org

Con l'augurio che da piccoli episodi come questo possa nascere la speranza che qualcosa di più profondo si possa muovere nel paese (quello grande) vi saluto cordialmente.

Naturalmente condividiamo la speranza. L’importante è che episodi come questo si moltiplichino. Ciò che conta è che cresca la consapevolezza che il territorio un bene comune, e che da questa consapevolezza nascano conoscenza e azione: conoscenza degli strumenti disponibili, azione per il loro impiego corretto. Prima o poi dovrà nascere una forza politica, e una generazione di amministratori, capaci di costruire nel concreto una politica del territorio alternativa rispetto a qella neoliberistica, che si sta impadronendo oggi negli spazi della nostra vita.

ARTICOLI CORRELATI

© 2022 Eddyburg