loader
menu
© 2022 Eddyburg

Appello per la difesa dei Parchi e del territorio della Lombardia
9 Febbraio 2008
Padania
Tornano alla carica i promotori dello “sviluppo edilizio” nel Parco sud di Milano, dopo la sospensione provocata dall’iniziativa di eddyburg. Un appello delle associazioni.

La Lombardia è ricca, ma è anche fra le aree più inquinate al Mondo. Lo dicono delle che rilevano la qualità dell’aria, lo dicono le foto che riceviamo dai satelliti. La ricchezza della sua economia è importante, ma non deve intaccare i pilastri della vita.

La pianura lombarda è governata da un modello di sviluppo che divora a ritmi crescenti suoli agricoli, un patrimonio sottratto alle future generazioni, risorsa fondamentale per un Paese - l’Italia - che di risorse naturali è assai povero.

La Lombardia ha il bisogno stringente di tutelare al meglio il suo potenziale bio produttivo (suoli agricoli, foreste, aree naturali…). Ce lo dice la scienza, basata sui numeri, e i numeri non ammettono discussioni.

A fronte di questa necessità, in molti avevate aderito all’appello delle Associazioni per scongiurare il tentativo di fare a pezzi i Parchi della Lombardia che la Giunta Regionale aveva tentato di mettere in atto con un emendamento alla legge urbanistica regionale (legge 12/05) presentato prima di Natale. L’emendamento avrebbe favorito l’urbanizzazione dei suoli compresi in territorio di Parco.

Molti di Voi avevano sottoscritto messaggi di protesta per scongiurare il tentativo di fare a pezzi il territorio e l’appello aveva avuto effetto: emendamento ritirato.

Passato il Natale, speravano che ci fossimo dimenticati di tutto. Ecco allora la ripresentazione dello stesso emendamento nei giorni scorsi, un testo quasi uguale a quello presentato in precedenza. Poche parole in più, che non cambiano la sostanza. Vogliono approvarlo la prossima settimana, il famigerato emendamento: noi non vogliamo e non possiamo permetterglielo.

Vogliono fare fuori il Parco agricolo sud Milano, il baluardo alla delirante cementificazione della Lombardia, vogliono fare fuori i vincoli, cementificare anche i suoli dei Parchi contro la logica e le leggi della natura.

Vi chiediamo di non rassegnarvi, di essere presenti, di farvi sentire. Preparatevi a mobilitarvi e a mobilitare tutti coloro che conoscete. Dobbiamo essere in tanti. Vi faremo sapere al piu’ presto.

Dobbiamo nuovamente farci sentire con le nostre e mail per dire che non siamo d’accordo: la societa’ civile, unita, per tutelare l’interesse piu’ alto, quello di tutti: di coloro che sono, di coloro che saranno.

Associazione per il Parco sud Milano, Amici di Beppe Grillo Pavia, Associazione “La Rondine”, Comitati contro la Broni Mortara, Italia Nostra Pavia, Legambiente provinciale Pavia, WWF Oltrepo Pavese

Collegatevi al sito www.piccolaterra.it della Associazione “La Rondine”: troverete l’ avviso pulsante “cliccate qui per aderire alla raccolta firme”.

Qui il racconto del primo tentativo e della sua sconfitta

ARTICOLI CORRELATI

© 2022 Eddyburg