loader
menu
© 2022 Eddyburg
Eddyburg
Abolite dal “Piano paesaggistico” della giunta Cappellacci le tutele sulla costa sarda
25 Ottobre 2013
Il fatto del giorno
La Giunta regionale ha approvato un nuovo “pianopaesaggistico dei sardi” le cui “norme di salvaguardia”,immediatamente operative, consentono di violare le norme di tutela del pianodella Giunta Soru, vigente fin dal 2006, costruendo nella fascia costiera. Il Mibac si dissocia.Domani informazioni più precise. Qui una nostra dichiarazione >>>

La Giunta regionale ha approvato un nuovo “pianopaesaggistico dei sardi” le cui “norme di salvaguardia”,immediatamente operative, consentono di violare le norme di tutela del pianodella Giunta Soru, vigente fin dal 2006, costruendo nella fascia costiera. Il Mibac si dissocia.Domani informazioni più precise. Qui una nostra dichiarazione >>>

Dichiarazione rilasciata a "La Nuova Sardegna" da E. Salzano: «La Giunta Cappellacci aveva già rivelato la sua volontà di rimuovere tutti i vincoli che tutelano le bellezze del patrimonio universale costituito dal paesaggio della Sardegna (che non è solo dei sardi, come quello di Venezia non è solo dei veneziani). Le varie edizioni del “piano casa” e la legge per il golf, approvate in aperta violazione della leggi vigenti; lo smantellamento dell’ufficio del piano; i proclami pubblicati sulla stampa locale a spese dei contribuenti: tutto ciò aveva testimoniato la pervicace volontà di Cappellacci e dei suoi complici di svendere ai cementificatori - locali, nazionale e globali - il patrimonio comune delle bellezze dell’Isola. La dissociazione dell’ufficio regionale del Mibac dal piano di Cappellacci ribadisce la sua illegittimità. La speranza è che il governo (Bray, dove sei?) intervenga per bloccare subito gli effetti immediati delle perverse “norme di salvaguardia” già operative».

Vedi altri articoli sull'argomento nella cartella SOS Sardegna del nuovo archivio e in quelle SOS Sardegna e La Sardegna di Renato Soru nel vecchio archivio

ARTICOLI CORRELATI
18 Marzo 2019

© 2022 Eddyburg