loader
menu
© 2022 Eddyburg
Edoardo Salzano
20071208 Saluto a sinistra
8 Marzo 2008
Interventi e relazioni
Un saluto all'Assemblea generale della sinistra e degli ecologisti, Roma 8-9 dicembre 2007

Non credo di riuscire a essere presente all’Assemblea di sabato e domenica. Credo che sarà una riunione importante se riuscirà a costruire qualcosa che duri, e che riesca a esistere, a resistere e ad avanzare in un mondo dominato da forze e interessi che hanno smarrito ogni continuità con ciò che, a mio parere, è l’essenza di una formazione (e prima ancora di un’idea) di sinistra ai tempi d’oggi.

Credo che oggi sia più che mai necessario avere il proprio punto di riferimento - il Nord della propria bussola - nella critica all’attuale forma del sistema capitalistico e nella ricerca di un sistema di rapporti economici, sociali e umani del tutto nuovo.

So che lo sbocco di questa ricerca non è dietro l’angolo: che limiti intellettuali, culturali e materiali frenano i tentativi e allontanano l’obiettivo. Che non è facile immaginare un’alternativa al sistema dato, che sia dotate di concretezza e credibilità, né trovare una forza sociale capace di costruirla ,in un mondo molto lontano da quello nel quale la critica al capitalismo è nata. Ciò rende la ricerca più dura, ma non meno necessaria. E richiede di comprendere (per superarli) l’insieme dei mali prodotti dall’attuale capitalismo: il degrado delle risorse della natura e della storia, l’emarginazione del lavoro, l’impoverimento nei rapporti tra le persone, la crescita della povertà, della segregazione, delle disuguaglianze nell’insieme del mondo e in ogni mondo.

So anche che, in una situazione siffatta, è essenziale porsi tappe intermedie, che servano: a mantenere aperte le possibilità della democrazia, resistendo ai tentativi di impoverirla e mistificarla ulteriormente; a conquistare adesioni alla critica del sistema dato e alla convinzione della necessità di superarlo; a costruire le alleanze sociali, culturali e politiche necessarie perché una posizione di minoranza (come indubbiamente la sinistra attualmente è) diventi maggioritaria.

La mia speranza è che la nuova formazione sappia tenere insieme strategia e tattica: costruzione del mondo nuovo e lavoro nella concretezza del mondo attuale.

Venezia, 4 dicembre 2007

ARTICOLI CORRELATI
© 2022 Eddyburg