loader
menu
© 2022 Eddyburg


Ve li suggerisco a mia volta, in attesa di conoscerli direttamente: La Bastide Odéon (7 Rue Corbeille, 01 43 26 65), Au Petit Marguéry (9 Boulevard de Port Royal, 1 43 31 58 59), Le Villaret (13 rue Ternaux, 01 43 57 89 76). Trovate tutte le indicazioni qui sopra. Fatemi sapere:
eddysal@tin.it

Tra i tanti luoghi dove si mangia bene a Parigi, questo è uno di quelli che mantengono una stabilità negli anni. Ciò che è importante per chi non va a Parigi molto spesso, e magari, dove anni prima si mangiava bene, trova un negozio di scarpe.

Ci si arriva facilmente: è all’incrocio tra boulevard de Montparnasse e rue Raspail (Metro: Vavin). Se non ricordo male.


Sono tutti posti molto piacevoli, dove si mangiano piccoli raffinati piatti e si bevono ottimi vini. Vi suggerisco di farvi consigliare per ogni pietanza un bicchiere del vino giusto.

L’ultima volta ho mangiato un’ottima tartare di salmone fresco, con due bicchieri di Bordeaux bianco Chateau de Sainte Marie 2001, e un delizioso clafoutis di fichi freschi, con un bicchiere di Sauterne Chateau De Fargue 1994. Più un caffè, 52,30 €. Non poco, ma ottimo.

Hanno un sito abbastanza chiaro e completo: http://www.leclusebaravin.com/.


Qui sopra l’Ecluse de la Bastille. Sotto, l’Ecluse au Quai de St. Augustin.


Una roba seria, lo conferma il fatto che il sabato e la domenica sono chiusi. Io ho mangiato benissimo, e bevuto ancora meglio: fatevi consigliare, sono maestri. Non so quanto è costato: hanno pagato i miei cortesissimi ospiti. Il posto è frequentato da persone del quartiere, dai giovani agli anziani, con qualche presenza forestiera ma non “turistica”. Insomma, ve lo consiglio. Ma ricordatevi di prenotare: 01 43 57 16 35.



Se non c’è fila e trovate un tavolino è un posto delizioso per prendere un tea (meglio, una tazza di cioccolata fumante con panna montata), l’uno o l’altro accompagnato da ottimi dolci. Ma è anche un luogo molto piacevole per una pasto leggero (ricordo delle buone insalate accompagnate da piatti di pesce marinato o affumicato), completato da una fetta di dolce e una mezza bottiglia di vino.

Al banco vicino all’ingresso vendono cioccolatini, di cui sono specialisti, e altre dolcezze. Le fotografie qui sotto sono mie (ma non rendono, le sostituirò appena posso), quelle sopra le ho tratte da uno dei tanti siti inglesi e tedeschi che consigliano il café Angé lina, che non ha un suo sito.



Dopo un apetizer costituito da leggerissime croquettes di baccalà ho mangiato splendide verdure (peperoni, pomodori, zucchine) farcite di tenero agnello, e un’ottima torta di cioccolata e cannella. Jean-Michel (che con Micette era il mio ospite) ha mangiato una delicatissima salsiccia di porchetta e astice. I vini del locale sono eccellenti. Il décor molto simpatico (caratterizzato da una ricca collezione di “barbotines parisiennes”), la cucina e il servizio eccellenti: le immagini sono qui sotto.

Per arrivare alla piccola Rue Flaubert prendete il metro fino a Courcelles, poi scendete andate boulevard de Courcelles fino all’angolo con l'avenue de Wagram. Comunque telefonate per prenotare, 01 41 67 05 81. Oppure utilizzate il modulo sul sito, che vi permette di fare anche un giro panoramico nella rete di Michel Rostang.


La sala e il servizio, le bobelines, i cuochi e il gestore


© 2022 Eddyburg