loader
menu
© 2023 Eddyburg
Alberto Vitucci
Tagli alla città, soldi a chi sostiene il Mose
28 Dicembre 2005
MoSE
Tra le molte vergogne accumulate dal governo B. questa è una delle più nefande. Premiata una pseudoassociazione nata per contrastare il successo degli ambentalisti compattamente schierati contro il MoSE. Da la Nuova Venezia del 27 dicembre 2005

Tagli alla città, soldi a chi sostiene il Mose

Tra le molte vergogne accumulate dal governo Berlusconi questa è una delle più nefande. Premiata una pseudoassociazione nata per contrastare il successo degli ambentalisti compattamente schierati contro il MoSE. Da la Nuova Venezia del 27 dicembre 2005

Per Venezia non ci sono soldi. Ma per qualche associazione i soldi si trovano. La «Legge mancia» approvata dalle commissioni Programmazione economica e Lavori pubblici del Senato dispensa euro a valanga. Accanto a strade, bonifiche e infrastrutture per i piccoli comuni ecco il regalo di Natale. 39 mila euro sono stati destinati al «Forum per la laguna», fondato nel 1991 da Roberto Russo, impiegato comunale vicino a Rifondazione oggi passato ad An. «Un sistema vergognoso, che abbiamo già denunciato a Montecitorio», dice la deputata Verde Luana Zanella.

Ma che cos’è il Forum? Nel sito Internet si possono conoscere i «partner» dell’associazione, che ha sede a San Marco in calle Vitturi 2923, a due passi dall’Istituto veneto di Scienze lettere ed Arti e dalla sede del Consorzio Venezia Nuova. I «partner» del Forum sono tre: Sal.Ve, cioè Salvaguardia di Venezia, il sito informativo del Magistrato alle Acque-Consorzio venezia Nuova. L’Icram, istituto per la pesca, e un’associazione italo americana «Order sons of Italy in America». Che ci azzecchi questa con la laguna non si capisce. In ogni caso sulla foto di copertina campeggiano sorridenti i due presidenti Berlusconi e Bush. Tra le attività esibite dal Forum la collaborazione ad alcuni progetti europei, concorsi, e una «pagina di informazione su un quotidiano locale nel 1995». Il Forum è un’associazione «No profit per lo sviluppo del turismo ecosostenibile», anche se non c’è traccia concreta di tutte queste attività nella documentazione ufficiale. Il fondatore Roberto Russo è ora presidente nazionale, il presidente veneto è Carmine De Martino. L’attività del Forum si svolge soprattutto a livello istituzionale. E già negli anni scorsi l’associazione era riuscita ad ottenere finanziamenti dal ministero dell’Ambiente e da altri dicasteri. La svolta si è avuta qualche mese fa. Quando il Forum aveva tappezzato la città di manifesti a favore del Mose. Volantini e depliants distribuiti in massa alla Mostra del Cinema e nei giorni affollati della Regata Storica, per far sapere che i «veri» ambientalisti sono favorevoli al Mose. Reazioni furibonde da parte di Wwf, Italia Nostra, Verdi e Greenpeace, gli ambientalisti storici che si erano accorti dello «scippo» da parte del fantomatico Forum. La campagna era proseguita con «gazebo» paralleli a quelli dell’Assemblea permanente No Mose che ha raccolto in città oltre 13 mila firma contro le dighe in laguna. Simili ai documenti ufficiali anche gli «11 punti» richiesti dal Forum e da altre associazioni, alcune nuove di zecca. Unica differenza era che al primo punto si chiedeva di accelerare i lavori per il Mose. Adesso il Forum, a differenza del Comune e degli altri enti locali, ha avuto il finanziamento dallo Stato per il 2006.

ARTICOLI CORRELATI
6 Ottobre 2020

© 2023 Eddyburg