loader
menu
© 2023 Eddyburg
Vittorio Emiliani
Roma e i nuovi barbari
16 Luglio 2010
Roma
La denuncia del degrado che sta attanagliando la capitale mentre incombe la minaccia di un piano casa regionale devastante. Su l’Unità, 16 luglio 2010 (m.p.g.)

I nuovi barbari dilagano a Roma e nel Lazio. La povera Città Eterna non è mai stata così offesa, svilita a merce da vendere nel modo più cafone. È passata una linea di svendita dell’immagine stessa senza più freni. Se l’assessore alla Cultura, Croppi, e il sottosegretario ai Beni culturali Giro oppongono una qualche resistenza alle proposte più indecenti, è lo stesso premier, cantante discotecaro, ad autorizzare il caffè-discoteca nella Valle delle Accademie e dei Musei. E sono interessi potenti ad imporre a Villa Borghese lo sfregio del maxischermo per i Mondiali con atti vandalici diffusi. Come negare allora a Renato Zero la gloria di 6 concerti 6 nella stessa martoriata Villa? Andate al Circo Massimo, zona archeologica di pregio assoluto, e lo vedrete ridotto a luna-park. Salite sul Gianicolo e anche lì vi accoglierà un caffè-discoteca.

E pensare che l’eccellente lavoro svolto dalla Soprintendenza archeologica statale ha regalato al Museo dell’ex Collegio Massimo, diretto dalla brava Rita Paris, la sezione-gioiello degli affreschi della Villa romana della Farnesina. Da sindrome di Stendhal. Un’altra Italia avrebbe montato una “promozione” planetaria ad hoc (chissà se l’ex McDonald’s Resca ne ha saputo qualcosa).

Ora poi c’è il “nuovo” Piano Casa, rivisto a fondo dalla Giunta Polverini, col quale, per la prima volta dopo decenni, si consentiranno, nei centri storici, ampliamenti, demolizioni e ricostruzioni. Mentre l’emendamento Azzolini alla manovra tremontiana travolge ogni norma e consente di costruire ovunque. Italia rovinata dagli Italiani. Stavolta per sempre.

La neo-presidente del FAI, Ilaria Borletti Buitoni, protesta duramente, e dove la confina il “Corriere”? Pagina interna, due colonne, in basso. Alègher!

ARTICOLI CORRELATI

© 2023 Eddyburg