loader
menu
© 2022 Eddyburg

Monticchiello, stop a tutte le villette
3 Ottobre 2007
Toscana
Una battaglia parzialmente vinta, in una guerra ancora lunga da combattere. Ma è una buona notizia. Da la Repubblica, ed. Firenze, 3 ottobre 2007 (m.p.g.)

Dopo un anno di battaglieri dibattiti e polemiche in punta di penna Alberto Asor Rosa vince la guerra di Monticchiello. Il ministero dei Beni culturali ha imposto un vincolo definitivo non solo sul centro storico del borgo della Val d'Orcia ma anche sulla zona della contestata lottizzazione di Aia del Popolo. Risultato: niente più villette, come chiedevano i comitati ambientalisti. Il sindaco di Pienza Marco Del Ciondolo ha già convocato un´assemblea pubblica martedì prossimo per spiegare ai cittadini cosa comporta il decreto di Rutelli. «Dal punto di vista dell'incidenza sul territorio aperto», dice, «il vincolo ministeriale è alla fine meno restrittivo di quanto previsto dal nostro piano strutturale ma si irrigidisce nella parte che riguarda la zona di espansione di Monticchiello». Del Ciondolo non nasconde il suo sconforto: «Pur essendo state accolte alcune osservazioni presentate dall'amministrazione comunale, che consentiranno la costruzione di locali tecnici, cisterne e interventi di categoria edilizia fino alla ristrutturazione», aggiunge, «il vincolo resta irremovibile sulla possibilità di edificare nuovi volumi e dunque colpisce indiscriminatamente anche i cittadini di Monticchiello». Al contrario del sindaco Asor Rosa è decisamente soddisfatto: «La decisione del ministero è il riconoscimento della bontà della denuncia che facemmo a suo tempo», commenta ricordando il suo primo articolo apparso su Repubblica nell'agosto del 2006. «Certo, il vincolo è parziale, nel senso che riduce il danno di circa il 25 per cento ma credo che si debba considerare come una vittoria e un successo del fronte ambientalista contro la disinvoltura delle amministrazioni locali e, a volte, delle sovrintendenze». Gioisce con lui anche Legambiente: «Ci auguriamo che i sindaci della Val d'Orcia si rendano conto che il muro contro muro attuato fino a oggi non porta da nessuna parte», dice il presidente nazionale Roberto Della Seta.

Prima che si diffondesse la notizia del decreto del governo, ieri l'assessore regionale all'Urbanistica Riccardo Conti si era lasciato scappare una battutina velenosa nei confronti di Asor Rosa, a proposito dei dubbi sollevati su un altro progetto turistico-edilizio in discussione, quello della tenuta di Castelfalfi a Montaione: «L'operazione è tutta dentro il recinto comunale ma poiché ci è stato chiesto un supporto noi lo daremo. Non è però il momento di mettere subito mano alla pistola come qualcuno ha già fatto, qualcuno che ormai il pistolero letterato lo fa un po' di mestiere...».

ARTICOLI CORRELATI

© 2022 Eddyburg