loader
menu
© 2022 Eddyburg
(red.)
Melandri-Buttiglione botta e risposta su Palazzo Altemps
5 Aprile 2006
Beni culturali
Manca poco tempo per evitare l'ennesima colpevole perdita al nostro patrimonio culturale. Il Corriere della Sera, cronaca di Roma, 5 aprile 2006 (v.d.l.)

A che punto è la questione di Palazzo Altemps? Un botta e risposta fra l’ex ministro Giovanna Melandri e il Ministero per le attività e i beni culturali riaccende la questione della vendita di una parte del prezioso immobile sul quale l'amministrazione dovrebbe esercitare il diritto di prelazione. «Vorrei chiedere al Ministro Buttiglione - dice la Melandri in una dichiarazione - se corrisponde al vero la notizia, che circola insistentemente da qualche ora, secondo la quale l Agenzia del Demanio avrebbe già deliberato da oltre quattro giorni lo stanziamento di circa 19 Milioni di Euro per l’ acquisto di Palazzo Altemps. Risulterebbe infatti - continua la Melandri - che lo scorso 31 Marzo l’Agenzia del Demanio avrebbe assunto tale deliberazione e dato questa notizia al Ministero dei Beni Culturali. E però ancora ieri il Ministro Buttiglione ha insistito nel dichiarare che "sta cercando le risorse per acquistare Palazzo Altemps"». «E vero? Non è vero? - chiede l’ex ministro - Buttiglione lo sa? Buttiglione lo sa ma non lo dice? Buttiglione non lo sa? Demanio e Beni Culturali si parlano tra loro?»

Risponde il portavoce del ministro Buttiglione, Walter Guarracino: «Il ministro ha detto che la cifra messa a disposizione dal Demanio non è sufficiente a coprire l’intero fabbisogno per l’acquisto di Palazzo Altemps. Il ministro ha rivolto in quella sede un appello al Demanio perchè compia un ulteriore sforzo, che si affianchi al lavoro che comunque il ministro sta facendo per valutare tutti gli elementi della vicenda».

ARTICOLI CORRELATI

© 2022 Eddyburg