loader
menu
© 2022 Eddyburg

Lombardia vergogna d’Europa?
29 Novembre 2007
Il paesaggio e noi
Vogliono consentire ai comuni di inserire “espansioni insediative” nei parchi regionali. Un appello di eddyburg perché sia ritirato l’emendamento.

La consapevolezza del valore dell’ambiente, della storia, dell’interesse collettivo, sembra essere estranea alla cultura della classe dirigente attuale.Un comunicato stampa del Gruppo Consiliare Verdi per la Pace della Regione Lombardia ci informa che il 7 novembre scorso l’assessore all’Urbanistica della Regione Lombardia Davide Boni, nella seduta della V Commissione consiliare convocata per discutere le proposte di modifica della legge regionale di governo del territorio (n.12/2005), ha annunciato un ulteriore emendamento della maggioranza che potrebbe generare gravissime conseguenze sulla tutela e gestione delle risorse territoriali e sul sistema della pianificazione.

La modifica annunciata consentirebbe ai Comuni di introdurre, mediante i propri Piani di Governo del Territorio e grazie a procedure semplificate attribuite per competenza alla Regione, espansioni insediative all’interno dei perimetri dei Parchi Regionali. Gli ingenti consumi di suolo che si continuano a registrare anche negli ultimi anni nella regione padana, la crescente compromissione delle risorse territoriali ed ambientali, l’importanza dei territori dei Parchi come presidi per la conservazione di ecosistemi naturali e per la realizzazione di reti ecologiche in contesti fortemente urbanizzati (tutte questioni che sono state, ad esempio, assunte come cruciali nella recente proposta di revisione del Piano territoriale della Provincia di Milano) non sembrano preoccupare il governo regionale. Nell’ipotesi avanzata dalla maggioranza lombarda, l’espansione dei singoli Comuni, sottratta a logiche di coordinamento anche nei territori dei Parchi, potrà depauperare gli spazi naturali e le aree dedicate all’agricoltura non solo delle superfici direttamente coinvolte dal processo di trasformazione urbanistica ma anche della loro compattezza, continuità e, in definitiva, della loro effettiva capacità di rigenerazione ecologica.

Tutto ciò avviene mentre il Comune di Milano e la Regione Lombardia, nella promozione dei grandi progetti e dei grandi eventi internazionali, aspirano a diffondere e consolidare una immagine di lungimirante attenzione alla tutela e alla riqualificazione dell’ambiente.

E’ necessario che questo emendamento, palesemente contraddittorio rispetto ad altre ambiziose iniziative attualmente in corso ed inaccettabile per gli effetti territoriali che potrebbe determinare, venga immediatamente ritirato.



Eddyburg si rivolge al mondo della cultura e delle professioni, alle istituzioni e ai comitati per la difesa del territorio affinché venga sottoscritto questo appello.

[in fondo alla pagina è disponibile il pdf col proposto emendamento, e un comunicato stampa di Legambiente che lo commenta]

Hanno sottoscritto:

Mauro Agnoletti, Alberto Asor Rosa, Paolo Baldeschi, Silvano Bassetti, Piero Bevilacqua, Stefano Boato, Fabrizio Bottini , Roberto Camagni, Piero Cavalcoli, Giancarlo Consonni, Jacopo Corsentino, Luisa De Biasio Calimani, Stefano Deliperi, Vezio De Lucia, Damiano Di Simine, Vittorio Emiliani, Roberto Gambino, Maria Cristina Gibelli, Maria Pia Guermandi, Francesco Indovina, Alberto Magnaghi, Anna Marson, Lodovico Meneghetti, Luca Mercalli, Pietro Mezzi, Antonio Monestiroli, Carlo Monguzzi, Carla Ravaioli, Edoardo Salzano, Marcello Saponaro, Graziella Tonon, Sauro Turroni, Elio Veltri

Di seguito, in ordine alfabetico, alcune fra le prime adesioni

Mario Agostinelli, Capogruppo PRC Consiglio Regionale Lombardia

Gastone Ave, docente, Università di Ferrara

Gianni Beltrame, urbanista, Milano

Maria Berrini, presidente di Ambiente Italia

Carlo Bertelli, professore emerito, Università di Losanna

Rossana Bettinelli, architetto, vicepresidente nazionale, presidente sez. Brescia, Italia Nostra

Bianca Bottero, professore ordinario di progettazione ambientale (ora in pensione), Politecnico di Milano

Sergio Brenna, professore straordinario di urbanistica, facoltà di Architettura civile del Politecnico di Milano

Aurelio Bruzzo, professore ordinario, Università di Ferrara, Facoltà di Economia

Teresa Cannarozzo, ordinario di Urbanistica, Università di Palermo

Eva Cantarella, ordinaria di Diritto greco, Università Statale di Milano

Luca Carra, giornalista, presidente di Italia Nostra, Milano

Alessandro Cecchi Paone, giornalista, Milano

Rita Cellerino, professore ordinario, Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione e Università del Molise

Marco Cipriano, Vicepresidente Consiglio Regionale della Lombardia

Don Virgilio Colmegna, presidente della Casa della Carità, Milano

Attilio Dadda , Presidente Coordinamento dei Parchi della Lombardia, Presidente Parco Regionale Adda Sud

Alessandro Dal Piaz, docente ordinario ICAR 21, Università Federico II di Napoli

Silvano D’Aprile, responsabile della Comunità Sostare, Milano

Inge Feltrinelli, editrice, Milano

Giampietro Ferri, professore di Diritto costituzionale, Facoltà di Giurisprudenza, Università di Verona

Dario Fo, premio Nobel per la letteratura

Francesco Forte, professore ordinario di Urbanistica, direttore del Dipt. di Conservazione, Università degli Studi di Napoli Federico II

Jacopo Gardella, architetto, Milano

Gioia Gibelli, presidente Società Italiana Ecologia del Paesaggio

Tommaso Giura Longo, professore, Università di Palermo

Paolo Hutter, giornalista, Milano

Giuseppe Las Casas, prof. ordinario, Università degli Studi della Basilicata, Facoltà di Ingegneria di Potenza

Fabio Lopez Nunes, membro della Commissione mondiale per le Aree Protette dell'Unione Internazionale per la conservazione della Natura (UICN)

Guido Martinotti, ordinario di Sociologia urbana, Università degli Studi – Bicocca

Antonietta Mazzette, professore ordinario di Sociologia Urbana, Università di Sassari

Alberto Mioni, professore ordinario di Tecnica urbanistica, Politecnico di Milano

Mario Morganti e Maria Campidoglio, Presidente e segretaria del Circolo Polis - Gruppo di studio sul territorio, Milano

Milly Bossi Moratti, Presidente di ChiamaMilano

Giulia Maria Mozzoni Crespi, presidente FAI Fondo per l' Ambiente Italiano

Federico Oliva, presidente INU, professore ordinario di urbanistica, Politecnico di Milano

Raffaele Paloscia, professore ordinario,Università di Firenze, Direttore del Dipartimento di Urbanistica e Pianificazione del Territorio

Tomaso Pompili, ordinario di Economia territoriale, Università Bicocca, Milano

Franca Rame, senatrice

Augusto Rossari, docente di Storia dell'Architettura, Politecnico di Milano

Maurizio Sali, Vice Presidente Parco Regionale del Mincio, Mantova

Riccardi Sarfatti, coordinatore dell'Unione in Regione Lombardia

Gianni Scudo, professore ordinario, Dip BEST, Politecnico di Milano

Elenco delle adesioni (prima parte)

Elenco delle adesioni (seconda parte)

ARTICOLI CORRELATI

© 2022 Eddyburg