loader
menu
© 2022 Eddyburg

Il condono nel maxiemendamento del governo Berlusconi
19 Marzo 2004
Abusivismo
La parte del maxiemendamento presentato dal governo berlusconi relativa all’ignobile articolo 32 della Finanziaria 2004. È stato approvato dal Senato della Repubblica, avendo il Governo posto la fiducia (”o votate, o tutti a casa”)

All’articolo 32, al comma 1, dopo le parole: "in conseguenza del condono" inserire le seguenti: "di cui al presente articolo";

sostituire le parole, ovunque ricorrano: "d.P.R.", "art.", "d.lgs", "mc", "G.U." rispettivamente con le seguenti: "decreto del Presidente della Repubblica", "articolo", "decreto legislativo", "metri cubi", "Gazzetta Ufficiale";

al comma 7, lettera c-bis), secondo periodo, dopo le parole: "è adottato" inserire le seguenti: "su proposta del Ministro dell’interno, di concerto con il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti,";

al comma 7, sopprimere nella lettera c-bis) le parole: "Le disposizioni di cui alla presente lettera si applicano anche nei confronti degli altri organi tenuti all’adozione di strumenti urbanistici";

sostituire il comma 8 con il seguente:

"8. All’articolo 141 del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267, è inserito il seguente comma: "2-bis. Nell’ipotesi di cui alla lettera c-bis) del comma 1, trascorso il termine entro il quale gli strumenti urbanistici devono essere adottati, la regione segnala al Prefetto gli enti inadempienti. Il prefetto invita gli enti che non abbiano provveduto ad adempiere all’obbligo nel termine di quattro mesi. A tal fine gli enti locali possono attivare gli interventi, anche sostitutivi, previsti dallo Statuto secondo criteri di neutralità, di sussidiarietà e di adeguatezza. Decorso infruttuosamente il termine di quattro mesi, il prefetto inizia la procedura per lo scioglimento del consiglio.";

al comma 9, secondo periodo, dopo le parole: "delle infrastrutture e dei trasporti", aggiungere le seguenti: "di concerto con i Ministri dell’Ambiente e della tutela del territorio e per i beni e le attività culturali";

al comma 9, secondo periodo, sostituire le parole: "sentita la Conferenza unificata" con le seguenti: "d’intesa con la Conferenza unificata";

al comma 9 dopo la frase: "sono individuati gli ambiti di rilevanza ed interesse nazionale oggetto di riqualificazione urbanistica, ambientale e culturale" inserire le seguenti parole: "attribuendo priorità alle aree oggetto di programmi di riqualificazione già approvati di cui al decreto Ministro lavori pubblici n 195 del’8 ottobre 1998 (P.R.U.S.T.) e di cui alla legge 15 maggio 1997 n. 127 articolo 17 comma 59 connesso con l’articolo 120 del decreto legislativo 18 agosto 2000 n 267 (S.T.U.).";

al comma 9, aggiungere, in fine, le seguenti parole: "del presente articolo";

al comma 10, sostituire le parole: "sentita la Conferenza unificata" con le parole: "di intesa con la Conferenza unificata";

al comma 11, secondo periodo, sostituire l’espressione: "peri" con la parola: "per";

al comma 11, dopo le parole: "attività culturali", aggiungere le seguenti: "di concerto con il Ministro dell’Ambiente e della tutela del territorio";

al comma 11, secondo periodo, sostituire le parole: "sentita la Conferenza unificata" con le seguenti: "di intesa con la Conferenza unificata";

al comma 11, sostituire le parole da: "è assegnata alle regioni per l’esecuzione di interventi di ripristino e di riqualificazione paesaggistica delle aree tutelate, dopo aver individuato le aree comprese nel programma." con le seguenti: "è assegnata alla Soprintendenza per i beni architettonici e ambientali, per l’esecuzione di interventi di ripristino e riqualificazione paesaggistica, dopo avere individuato, d’intesa con le Regioni, le aree vincolate da ricomprendere nel programma";

al comma 12, primo periodo, sostituire le parole: "ai commi 55 e 56 dell’articolo 2 della legge 23 dicembre 1996, n. 662," con le seguenti: "all’articolo 2, comma 55, della legge 23 dicembre 1996, n. 662, e all’articolo 41, comma 4, del decreto legislativo 6 giugno 2001, n. 380," e dopo le parole "Fondo di rotazione" inserire le seguenti: ", denominato Fondo per le demolizioni delle opere abusive";

al comma 13, sostituire le parole: "di cui alla legge 21 giugno 1985, n. 298" con le seguenti: "di cui all’articolo 9, del decreto-legge 23 aprile 1985, n. 146, convertito, con modificazioni, dalla legge 21 giugno 1985, n. 298";

al comma 14, dopo le parole "demanio statale" inserire le seguenti: "ad esclusione del demanio marittimo, lacuale e fluviale, nonché dei terreni gravati da diritti di uso civico";

al comma 16, aggiungere, in fine, il seguente periodo: "Resta ferma la necessità di assicurare, anche mediante specifiche clausole degli atti di vendita o dei provvedimenti di riconoscimento del diritto al mantenimento dell’opera, il libero accesso al mare, con il conseguente diritto pubblico di passaggio";

al comma 19, dopo le parole: "Tabella B" inserire le seguenti: "allegata al presente decreto";

dopo il comma 19, inserire il seguente: "19-bis. Le opere eseguite da terzi su aree appartenenti al patrimonio disponibile dello Stato per le quali è stato rilasciato il titolo abilitativo edilizio in sanatoria da parte dell’ente locale competente, sono inalienabili per un periodo di cinque anni dalla data di perfezionamento delle procedure di vendita delle aree sulle quali insistono le opere medesime".

al comma 24, dopo le parole: "e dei trasporti" inserire le seguenti: "e con il Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio, il Ministro dei beni e delle attività culturali, sentita la Conferenza Stato-Regioni";

al comma 25 aggiungere alla fine le seguenti parole: ", a condizione che la nuova costruzione non superi complessivamente i 3.000 mc.";

al comma 26, lettera a), dopo le parole: "comma 27" inserire le seguenti: "del presente articolo";

al comma 27, lettera f), primo periodo, dopo le parole: "del piano regionale di cui" sostituire la parola: "la" con la seguente: "al";

al comma 29, ultimo periodo, sostituire le parole: "articolo 2 della legge 4 gennaio 1968, n. 15, e successive modificazioni e integrazioni" con le seguenti: "articolo 46 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445".

dal sito http://www.cittadinolex.kataweb.it/

ARTICOLI CORRELATI

© 2022 Eddyburg