loader
menu
© 2022 Eddyburg
Andrea Franceschi
Ecco quanto pesano le città a Piazza Affari. Roma distanzia Milano
6 Luglio 2011
Articoli del 2011
Una lettura documentata di alcuni ratings urbani che abbastanza ovviamente contraddice certe sparate strumentali leghiste, da Il Sole 24 Ore, 6 luglio 2011 (f.b.)

Spostare la Consob da Roma a Milano. A più riprese la Lega Nord è tornata alla carica con questa proposta, presentata alla Camera lo scorso 23 giugno. L'ultima volta lo ha fatto l'excapogruppo del Carroccio a Palazzo Marino Matteo Salvinialla vigilia delle elezioni comunali di Milano,poi perse nettamente dal centro-destra. In linea di principio avrebbe senso che l'autorità di controllo dei mercati avesse sede nella città della Borsa. La proposta leghista ha tuttavia incontrato dure critiche da parte di addetti ai lavori e sindacati. Questi ultimi per esempio hanno stimato in 50 milioni di euro l'aggravio che il trasferimento comporterebbe per il bilancio della Consob.



La classifica

A supporto dei contrari allo spostamento al nord della sede principale dell'authority arriva un recente studio di Simon-Kucher & Partners. La società di consulenza ha stilato una classifica delle città italiane in base alla capitalizzazione delle società che vi hanno sede. Dallo studio, che prende in esame 38 società quotate del paniereFTSE MIB(mancanoTenaris, che ha sede in Lussemburgo, ed Stm, che ha base in Svizzera) emerge che la capitalizzazione delle società che hanno sede a Roma è di gran lunga superiore a quella delle milanesi. In base alla chiusura di borsa del 26 maggio 2011, quella delle romane ammonta a 175 miliardi e 340 milioni di euro mentre quella delle milanesi è di 43 miliardi e 150 milioni.



Il peso delle big

La ragione di tale sproporzione sta nel fatto che a Roma hanno sede le due maggiori società quotate italiane:Eni (oltre 65 miliardi di market cap) edEnel (43,73). A queste poi si aggiunge un colosso del calibro diUnicredit(29 miliardi e 720 milioni di capitalizzazione). La banca ha ufficialmente sede legale in via Alessandro Specchi 16 a Roma e non, come in molti potrebbero pensare, nella più nota Piazza Cordusio a Milano ,dove invece c'è quella operativa. Altre romane sonoAtlantia(9,66 miliardi), Bulgari(3,68),Enel Green Power(9,25),Finmeccanica(4,94),Lottomatica(2,45) eTerna(6,75).



Milano e Torino

La quotate di maggior peso a Milano sonoLuxottica Group(10 miliardi e 310 milioni) eTelecom Italia(12,99 mld). AggiungendoMediaset,Mediobanca,Pirelli & C,Banca Popolare di Milano; AzimuteImpregilosi arriva a 43 miliardi e 150 milioni di euro. Milano è distanziata poco da Torino, la città diFiat(7,72 miliardi)Fiat Industrial(10.06) e della controllanteExor(3,64). Con la banca Intesa Sanpaolola capitalizzazione delle torinesi arriva a 41 miliardi e 690 milioni di euro.



Al terzo posto San Donato Milanese

Al terzo posto di questa classifica c'è San Donato Milanese, comune alle porte di Milano dove sorge Metanopoli, la "città del metano" voluta da Enrico Mattei nel secondo dopoguerra per i lavoratori dell'Eni. Qui hanno sedeSaipemeSnam Rete Gasche insieme fanno 30 miliardi e 290 milioni di euro di capitalizzazione. Nella classifica compaiono anche piccoli centri come Sant'Elpidio al Mare (provincia di Fermo) dove ha sede laTod's(2,75 miliardi di market cap).

ARTICOLI CORRELATI
4 Ottobre 2015
30 Dicembre 2011

© 2022 Eddyburg