loader
menu
© 2022 Eddyburg
Daniela Abbrunzo
Colosseo, tour "vietato ai disabili"
8 Agosto 2011
Beni culturali
L’ennesima, vergognosa prova di mala gestione del nostro patrimonio culturale: questa è la “valorizzazione” secondo il MIBAC. Da la Repubblica, ed. Roma, 7 agosto 2011 (m.p.g.)

«Seguitemi»: una guida fa cenno al suo gruppo perché si metta in coda. C´è anche un ragazzo disabile, in fila con la sua sedia a rotelle, Francesco. Migliaia di turisti, provenienti da ogni dove, affollano il piazzale. C’è un gran brusio, sono le quattro del pomeriggio, 30 gradi all’ombra. Al Colosseo è sempre caos, d’inverno ma soprattutto d’estate. Il ragazzo passa il primo blocco di tornelli, ma non va oltre. Torna indietro e ha stampata sulla faccia la delusione: «E dire che sono venuto da Napoli per fare questa visita. Non mi hanno fatto salire neanche al primo piano. Gli ascensori sono fermi. Non so se potrò ritornare...».

Francesco è solo uno fra i tanti disabili che da oltre due mesi non possono accedere al primo piano del monumento, quindi non ne possono "assaporare" la bellezza dell’insieme. I due ascensori che portano ai piani superiori sono guasti. «Già 3 o 4 mesi fa ogni volta che venivano utilizzati, si bloccavano e puntualmente qualcuno rimaneva dentro. A quel punto dovevamo chiamare il tecnico - dice un custode - perciò sono stati chiusi. Hanno 10 anni e le corde sono usurate. Devono essere sostituiti». Una giustificazione che non regge per i diversamente abili che scoprono questo problema dopo aver fatto il biglietto e la fila. I responsabili della sovrintendenza, che gestisce l’area monumentale, sentono però di avere la coscienza a posto: hanno esposto una serie di piccoli cartelli lungo il percorso che porta alle biglietterie "Si comunica a tutti i visitatori che gli ascensori per i diversamente abili sono attualmente in manutenzione".

Ma perché non si risolve il problema? Non si capisce di chi sia la responsabilità. Alla fine però la direttrice del Colosseo, Rossella Rea, annuncia la buona notizia: «I lavori inizieranno il 12 agosto e finiranno per fine ottobre». E poi accusa: «La colpa è dei custodi e delle guide che ne hanno fatto un uso improprio. Intanto l’ascensore può essere utilizzato con l’ausilio di un tecnico». Ma la presenza del tecnico è un problema nel problema: lo dovrebbero chiamare di volta in volta i custodi ma, secondo le persone diversamente abili, non lo fanno. La deputata Ileana Argentin, che è incappata in questo disagio al Colosseo, è stupefatta: «I custodi mi hanno detto che se volevo spiegazioni dovevo andare dalla direzione in Piazza dei Cinquecento. C’è un rimpallo di responsabilità. Non voglio farne una battaglia di opposizione, vorrei solo che tutti i disabili potessero visitare il Colosseo».

ARTICOLI CORRELATI

© 2022 Eddyburg