loader
menu
© 2022 Eddyburg



Indice



CAPO I – PIANO PAESAGGISTICO TERRITORIALE REGIONALE (PPTR)

Art. 1 - Finalità del piano paesaggistico

Art. 2 - Procedimento di approvazione e variazione



CAPO II – OSSERVATORIO REGIONALE DELLA PUGLIA PER LA QUALITÀ DEL PAESAGGIO E PER I BENI CULTURALI

Art. 3 - Istituzione dell’Osservatorio

Art. 4 - Finalità e funzioni dell’Osservatorio

Art. 5 - Assetto organizzativo dell’Osservatorio

Art. 6 - Norme finanziarie relative all’istituzione dell’Osservatorio



CAPO III – DISPOSIZIONI IN MATERIA DI AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA

Art. 7 - Autorizzazione paesaggistica per la trasformazione degli immobili soggetti a tutela paesaggistica

Art. 8 - Commissioni locali per il paesaggio

Art. 9 - Rilascio dell’autorizzazione paesaggistica

Art. 10 - Procedimento di delega



CAPO IV - DISPOSIZIONI FINALI

Art. 11 - Norme finali



Indice

TITOLO I - PIANIFICAZIONE TERRITORIALE ED URBANISTICA

CAPO 1° - FINALITÀ, OGGETTI E REGIMI URBANISTICI DELLA PIANIFICAZIONE TERRITORIALE ED URBANISTICA (PT ED U)

Art. 1 - Finalità e campo di applicazione

Art. 2 - Oggetti della PT ed U

Art. 3 - Regimi della PT ed U

Art. 4 - Ambiti di PT ed U

TITOLO II - I SOGGETTI DELLA PT E U

CAPO 1° - DEFINIZIONE DEI SOGGETTI DELLA PT E U

Art. 5 - Enti territoriali elettivi - attività di pianificazione

Art. 6 - Altri Soggetti attivi della PT e U

CAPO 2° - COORDINAMENTO DEI SOGGETTI DELLA PT ED U

Art. 7 - Soggetti proponenti il coordinamento

CAPO 3° - GLI UTENTI

Art. 8 - Utenti e processi di pianificazione

Art. 9 - Partecipazione degli Utenti ai processi di pianificazione e di valutazione

TITOLO III - GLI STRUMENTI E LE STRUTTURE OPERATIVE

CAPO 1° - STRUMENTI ISTITUZIONALI

Art. 10 - La Carta Regionale dei Suoli

Art. 11 - Documento Preliminare

Art. 12 - Quadro Strutturale Regionale

Art. 13 - Piano Strutturale Provinciale

Art. 14 - Piano Strutturale Comunale

Art. 15 - Piano Operativo

Art. 16 - Regolamento Urbanistico

Art. 17 - Piani Attuativi

CAPO 2° - STRUMENTI NON ISTITUZIONALI

Art. 18 - Piani e Programmi complessi

CAPO 3° - STRUTTURE OPERATIVE DELLA PT E U

Art. 19 - Progettazione e Valutazione

Art. 20 - Attuazione e Gestione

TITOLO IV - I MODI DELLA PIANIFICAZIONE TERRITORIALE ED URBANISTICA

CAPO 1° - CONTINUITÀ, ORDINARIETÀE CICLICITÀDELLA PT E U

Art. 21 - Continuità ed obbligo di controllo della pianificazione istituzionale

Art. 22 - Ciclicità ed interazione nella PT e U

Art. 23 - Rapporto Urbanistico

CAPO 2° - CONCERTAZIONE

Art. 24 - Modalità di concertazione

Art. 25 - Conferenza di pianificazione

Art. 26 - Accordo di Pianificazione

Art. 27 - Conferenze di Localizzazione

Art. 28 - Accordo di Localizzazione

CAPO 3° - MODALITÀ DI VALUTAZIONE

Art. 29 - Verifica di coerenza

Art. 30 - Verifica di compatibilità

Art. 31 - Il ciclo della valutazione

Art. 32 - Nucleo di Valutazione Urbanistica (NVU)

CAPO 4° - MODALITÀ DELLA PEREQUAZIONE URBANISTICA

Art. 33 - Finalità e contenuti della perequazione

Art. 34 - Ambiti, Distretti Urbani e strumenti perequativi

CAPO 5° - MODALITÀ DI FORMAZIONE, APPROVAZIONE, ATTUAZIONE E MODIFICA DEGLI STRUMENTI

Art. 35 - Modalità di adozione e approvazione della CRS

Art. 36 - Modalità di formazione, adozione ed approvazione della PT e U - del PS e del RU

Art. 37 - Modalità di formazione, adozione ed approvazione della Pianificazione Operativa (PO)

TITOLO V - NORME GENERALI E TRANSITORIE

Art. 38 - Disciplina delle aree prive di regime urbanistico

Art. 39 - Misure di salvaguardia

Art. 40 - Regolamenti Edilizi

Art. 41 - Sistema Informativo Territoriale (SIT)

Art. 42 - Modalità di definizione della CRS in fase di prima applicazione della presente legge

Art. 43 - Modalità di definizione dei QSR e PSP in fase di prima applicazione della presente legge

Art. 44 - Adeguamento degli strumenti urbanistici comunali in fase di prima applicazione della presente legge

Art. 45 - Norme transitorie per gli strumenti urbanistici adottati e/o approvati antecedentemente alla presente legge

Art. 46 - Interventi sostitutivi della Giunta Regionale

Art. 47 - Norme finanziarie per l’avvio dei procedimenti

Art. 48 - Abrogazioni

Art. 49 - Pubblicazione

Legge abrogata quasi interamente dalla LP 1/2008, ma a decorrere dalla data che sarà stabilita dai successivi regolamenti di attuazione, e pertanto ancora vigente.



Indice

TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI

Art. 1 - Oggetto della legge

Art. 2 - Soggetti della pianificazione ed organi tecnici

Art. 3 - Compiti della Giunta provinciale

Art. 4 - Compiti dei comuni

Art. 5 - Compiti dei comprensori

Art. 6 - Commissione urbanistica provinciale

Art. 7- Ordinamento della CUP

Art. 8 - Commissione provinciale per la tutela paesaggistico-ambientale

Art. 9 - Ordinamento della CTP

Art. 10 - Commissioni comprensoriali per la tutela

paesaggistico-ambientale

Art. 11 - Ordinamento delle commissioni comprensoriali per la tutela paesaggistico-ambientale (CTC)

Art. 12 - Albo degli esperti in urbanistica e tutela del paesaggio

TITOLO II - STRUMENTI DI PIANIFICAZIONE TERRITORIALE

CAPO I - PARTE GENERALE

Art. 13 - Piani urbanistici ed altri strumenti di pianificazione territoriale

CAPO II - PIANO URBANISTICO PROVINCIALE

Art. 14 - Contenuti

Art. 15 - Elementi

CAPO III - PIANO COMPRENSORIALE DI COORDINAMENTO

Art. 16 - Contenuti

Art. 17 - Elementi

CAPO IV - PIANO REGOLATORE GENERALE

Art. 18 - Contenuti

Art. 18 bis - Perequazione urbanistica

Art. 18 ter - Strumenti d'attuazione della perequazione

Art. 18 quater - Compensazione urbanistica

Art. 18 quinquies - Disposizioni in materia di edilizia abitativa

Art. 18 sexies - Disciplina degli alloggi destinati a residenza

Art. 19 - Elementi

Art. 20 - Piani regolatori generali intercomunali

CAPO V - REGOLAMENTO EDILIZIO COMUNALE

Art. 21 - Contenuti

Art. 22 - Formazione

TITOLO III - NORME DA OSSERVARSI NELLA REDAZIONE DEGLI STRUMENTI DI PIANIFICAZIONE TERRITORIALE

Art. 23 - Standard urbanistici e rappresentazioni grafiche

Art. 24 - Tutela degli insediamenti storici

Art. 24 bis - Conservazione e valorizzazione del patrimonio edilizio montano esistente

Art. 25 - Edificazione nelle aree destinate all'agricoltura

Art. 26 - Tutela dagli inquinamenti e sicurezza del territorio

Art. 27 - Sistema informativo territoriale

Art. 28 - Disposizioni di coordinamento in materia di igiene e sanità pubblica

Art. 29 - Requisiti igienico-sanitari dell'edilizia residenziale

Art. 30 - Limiti alle variazioni di piano

Art. 31 - Piani urbanistici e valutazione dell'impatto ambientale

TITOLO IV - PROCEDIMENTI PER LA FORMAZIONE DEGLI STRUMENTI DI PIANIFICAZIONE TERRITORIALE

CAPO I - PIANO URBANISTICO PROVINCIALE

Art. 32 - Documento preliminare

Art. 33 - Adozione

Art. 34 - Formazione del disegno di legge di approvazione

Art. 35 - Varianti

Art. 36 - Adeguamento dei piani subordinati

CAPO II - PIANO COMPRENSORIALE DI COORDINAMENTO

Art. 37 - Adozione

Art. 38 - Approvazione ed entrata in vigore

Art. 39 - Varianti

CAPO III - PIANO REGOLATORE GENERALE

Art. 39 bis - Documento preliminare

Art. 40 - Adozione

Art. 41 - Approvazione ed entrata in vigore

Art. 42 - Varianti

Art. 42 bis - Rettifica delle previsioni del piano regolatore generale

CAPO IV - PIANI ATTUATIVI

Art. 43 - Disposizioni generali

Art. 44 - Piano attuativo a fini generali

Art. 45 - Piano attuativo a fini speciali

Art. 46 - Piano di recupero

Art. 47 - Contenuti

Art. 48 - Formazione

Art. 49 - Effetti

Art. 50 - Approvazione della Giunta provinciale

Art. 51 - Comparti edificatori

Art. 52 - Espropriazione

Art. 53 - Piano di lottizzazione

Art. 54 - Elementi e caratteristiche

Art. 55 - Formazione del piano di lottizzazione ad iniziativa privata

Art. 56 - Formazione del piano di lottizzazione d'ufficio

TITOLO IV bis - PROGRAMMI INTEGRATI DI RIQUALIFICAZIONE URBANISTICA EDILIZIA ED AMBIENTALE

Art. 56 bis - Programmi integrati di intervento

TITOLO V - MISURE DI SALVAGUARDIA

CAPO I - SALVAGUARDIA STRAORDINARIA DEL TERRITORIO E DELL'AMBIENTE

Art. 57 - Divieti temporanei

Art. 58 - Applicazione dei divieti

Art. 59 - Condizioni per i divieti

Art. 60 - Deroghe al divieto

Art. 61 - Cessazione dei divieti

Art. 62 - Validità delle concessioni rilasciate prima del vincolo

CAPO II - SALVAGUARDIA DEGLI STRUMENTI DI PIANIFICAZIONE TERRITORIALE

Art. 63 - Salvaguardia del piano urbanistico provinciale

Art. 64 - Salvaguardia dei piani subordinati

Art. 65 - Salvaguardia del piano di lottizzazione

TITOLO VI - LIMITAZIONI ALLA PROPRIETÀ PRIVATA ED ESPROPRIAZIONI

CAPO I - LIMITAZIONI ED OBBLIGHI

Art. 66 - Accesso alla proprietà privata

Art. 67 - Durata ed effetti dei piani

Art. 68 - Sistemazioni edilizie a carico dei privati

Art. 69 - Edificazione nei comuni sprovvisti di piano

Art. 70 - Distanze di rispetto stradale

Art. 71 - Apertura di strade

Art. 72 - Obblighi particolari e interventi urgenti ai fini della tutela della sicurezza pubblica, del decoro urbanistico e della tutela del paesaggio

Art. 72 bis - Interventi di urgenza e di carattere straordinario riguardanti immobili ricadenti negli insediamenti storici

Art. 73 - Spazi per parcheggio

Art. 74 - Espropriazioni a fini di edilizia abitativa

Art. 75 - Limiti all'utilizzo di aree comprese nei piani attuativi a fini di edilizia abitativa

Art. 76 - Espropriazioni per insediamenti produttivi

TITOLO VII - DISCIPLINA DELLE MODIFICAZIONI DELL'USO DEL SUOLO

CAPO I - DISPOSIZIONI GENERALI

Art. 77 - Disciplina degli interventi sul territorio

CAPO I bis

Art. 77 bis - Definizione delle tipologie di intervento

CAPO II - OPERE PUBBLICHE

Art. 78 - Opere pubbliche dello Stato

Art. 79 - Opere pubbliche della Provincia e della regione

Art. 80 - Opere pubbliche dei comuni

Art. 81 - Linee elettriche

CAPO III - CONCESSIONE E DENUNCIA D'INIZIO DI ATTIVITÀ

Art. 82 - Interventi soggetti a concessione

Art. 83 - Interventi soggetti a denuncia d'inizio di attività

Art. 84 (Interventi soggetti a denuncia d'inizio di attività)

Art. 84 bis - Disposizioni per la ricostruzione di edifici danneggiati o distrutti

Art. 85 (Opere interne)

Art. 86 - Varianti in corso d'opera

Art. 87 - Caratteristiche e validità della concessione

Art. 88 - Presentazione della domanda di concessione

Art. 89 - Rilascio della concessione

Art. 90 - Condizioni particolari

Art. 91 (Rilascio dell’autorizzazione)

Art. 91 bis - Disposizioni relative alla denuncia d'inizio di attività

Art. 91 ter - Limiti alle concessioni, alle denunce d'inizio di attività e al rilascio del certificato di abitabilità per la mancata osservanza delle norme sulla sicurezza del lavoro, al fine di prevenire gli infortuni da caduta dall'alto nei successivi lavori di manutenzione sulle coperture

Art. 92 - Fornitura di servizi pubblici

Art. 92 bis - Disciplina per l'installazione di tunnel e serre a scopo agronomico

CAPO IV - AUTORIZZAZIONI AI FINI DI TUTELA DEL PAESAGGIO

Art. 93 - Lavori assoggettati ad autorizzazione

Art. 94 - Individuazione di beni ed inclusione negli elenchi

Art. 95 - Caratteristiche e validità dell'autorizzazione

Art. 96 - Autorizzazioni di competenza della Giunta provinciale

Art. 97 - Autorizzazioni di competenza della CTP

Art. 98 - Autorizzazioni di competenza della CTC

Art. 99 - Autorizzazioni di competenza del sindaco

Art. 100 - Limiti alle facoltà degli organi competenti alle autorizzazioni

Art. 101 - Ricorsi

Art. 102 - Disposizioni di coordinamento con i vincoli di cui al decreto legislativo 29 ottobre 1999, n. 490 (Testo unico delle disposizioni legislative in materia di beni culturali e ambientali, a norma dell'articolo 1 della L. 8 ottobre 1997, n. 352)

Art. 103 - Interventi per la conservazione e sistemazione paesaggistica

CAPO V - CONCESSIONI IN DEROGA

Art. 104 - Esercizio dei poteri di deroga

Art. 104 bis - Realizzazione di opere per l'eliminazione delle barriere architettoniche e di parcheggi residenziali e commerciali in deroga

Art. 105 - Deroga per opere pubbliche non soggette a concessione

TITOLO VIII - CONTRIBUTI ED ONERI PER IL RILASCIO

DELLA CONCESSIONE

Art. 106 - Contributo di concessione

Art. 107 - Regolamento comunale

Art. 108 - Determinazione del costo medio di costruzione

Art. 109 - Onerosità della concessione per attività produttive

Art. 110 - Onerosità della concessione per complessi ricettivi turistici all'aperto

Art. 111 - Esenzione dal contributo di concessione

Art. 111 bis - Edilizia convenzionata

Art. 112 - Destinazione dei proventi delle concessioni

TITOLO IX - PROGRAMMA PLURIENNALE DI ATTUAZIONE

Art. 113 - Contenuti

Art. 114 - Dimensionamento

Art. 115 - Formazione

Art. 116 - Effetti

TITOLO X - VIGILANZA E SANZIONI

Art. 117 - Vigilanza sull'attività urbanistico-edilizia

Art. 118 - Ordinanza di sospensione

Art. 119 - Effetti dell'ordinanza di sospensione

Art. 120 - Responsabilità del titolare della concessione, del committente, del costruttore e del direttore dei lavori

Art. 120 bis - Responsabilità del progettista per gli interventi soggetti a denuncia d'inizio di attività

Art. 121 - Definizione delle costruzioni abusive

Art. 122 - Sanzioni per opere eseguite in assenza o in difformità dalla concessione

Art. 123 - Lottizzazioni abusive

Art. 124 - Determinazione del valore venale delle costruzioni

Art. 125 - Demolizione di opere

Art. 126 - Acquisizione gratuita

Art. 127 - Coordinamento delle sanzioni pecuniarie

Art. 128 - Sanzioni per opere eseguite in assenza o in difformità dalla denuncia d'inizio di attività

Art. 129 - Concessione in sanatoria

Art. 130 - Pagamento delle sanzioni e dei contributi. Interessi e riscossioni

Art. 131 - Sanzioni a tutela del paesaggio

Art. 132 - Sanzioni a tutela del paesaggio per l'apposizione di cartelli o altri mezzi pubblicitari non autorizzati

Art. 133 - Limitazioni agli incarichi professionali

Art. 134 - Annullamento di provvedimenti

Art. 135 - Interventi sostitutivi da parte della Giunta provinciale

TITOLO XI - DISCIPLINA TRANSITORIA

CAPO I - STRUMENTI DI PIANIFICAZIONE

Art. 136 - Piano comprensoriale

Art. 137 - Piano regolatore generale

Art. 138 - Programma di fabbricazione

Art. 139 - Pianificazione degli insediamenti storici

Art. 140 - Piano particolareggiato

Art. 141 - Piano a fini speciali

Art. 142 - Piano generale di zona

Art. 143 - Piano di lottizzazione

CAPO II - DISPOSIZIONI VARIE

Art. 144 - Concessioni e autorizzazioni

Art. 145 - Autorizzazioni per la tutela del paesaggio

Art. 146 - Limiti alle autorizzazioni paesaggistiche

Art. 147 - Distanze di rispetto stradale

TITOLO XII - DISPOSIZIONI FINALI

Art. 148 - Modifica all'allegato C della legge provinciale 29 aprile 1983, n. 12, concernente "Nuovo ordinamento dei servizi e del personale della Provincia autonoma di Trento" e successive modifiche ed integrazioni

Art. 149 - Istituzione dell'ufficio centri storici nell'ambito del servizio urbanistica e tutela del paesaggio

Art. 150 - Adeguamento del piano urbanistico provinciale

Art. 151 - Aree di tutela ambientale

Art. 152 - Commissioni tecniche

Art. 153 - Norma transitoria per l'approvazione dei piani degli insediamenti storici

Art. 154 - Abrogazione di disposizioni provinciali in materia di insediamenti storici

Art. 155 Modifiche della legge provinciale 27 agosto 1982, n. 21

Art. 156 - Regolamento di esecuzione

Art. 156 bis - Disposizioni di coordinamento procedurale

Art. 157 - Abrogazione di disposizioni in materia di edilizia abitativa

Art. 158 - Abrogazione di disposizioni in materia di urbanistica e di tutela del paesaggio

TITOLO XIII - AGEVOLAZIONI FINANZIARIE

Art. 159 - Spese inerenti la pianificazione urbanistica

Art. 160 - Incentivi indiretti per la formazione dei piani

Art. 161 - Incentivi per la pianificazione

Art. 162 - Incentivi per il verde urbano

Art. 163 - Norma transitoria

TITOLO XIV - DISPOSIZIONI FINANZIARIE

Art. 164 - Autorizzazioni di spesa

Art. 165 - Copertura degli oneri

Art. 166 - Variazioni di bilancio

Nota. Gli articoli con la rubrica tra parentesi sono stati abrogati.

Indice

CAPO I - DISPOSIZIONI GENERALI

Art. 1 - Norme generali

Art. 2 - Commissione urbanistica provinciale

Art. 3 - Norme comuni alle commissioni urbanistica e per l'edilizia abitativa agevolata

Art. 4 - Sopralluoghi e rilevamenti

CAPO II – PIANO PROVINCIALE DI SVILUPPO E COORDINAMENTO TERRITORIALE

Art. 5 - Contenuto del piano provinciale di sviluppo e coordinamento territoriale

Art. 6 - Elementi del piano provinciale di sviluppo e coordinamento territoriale

Art. 7 - Pubblicazione del piano provinciale di sviluppo e coordinamento territoriale - osservazioni

Art. 8 - Pronuncia sulle osservazioni al piano provinciale di sviluppo e coordinamento territoriale

Art. 9 - Pubblicità ed effetti del piano provinciale di sviluppo e coordinamento territoriale

Art. 10 - Revisione periodica del piano provinciale di sviluppo e coordinamento territoriale

Art. 11 - Piani di settore

Art. 12 - Pubblicazione ed approvazione del piano di settore

Art. 13 - Pubblicità ed effetti del piano di settore

CAPO III – PIANO URBANISTICO COMUNALE

Art. 14 - Piano urbanistico comunale e collaborazione per la sua formazione

Art. 15 - Contenuto del piano urbanistico comunale

Art. 16 - Aree per opere ed impianti di interesse collettivo e sociale

Art. 17 - Allegati al piano

Art. 18 - Efficacia del piano urbanistico comunale

Art. 19 - Procedimento per l'approvazione del piano urbanistico comunale

Art. 20 - Approvazione del piano urbanistico comunale da parte della Giunta provinciale

Art. 21 - Varianti al piano urbanistico comunale

Art. 22 - Piani urbanistici intercomunali

Art. 22/bis - Piani delle zone di pericolo

Art. 22/ter - Attuazione della direttiva 96/82/CE

Art. 23 - Sostituzione della Giunta provinciale

Art. 24 - Programmi pluriennali di attuazione

Art. 25 - Tutela degli insiemi

Art. 26 - Concessione di contributi o sussidi

Art. 27 - Obblighi di convenzionamento

Art. 28 - Salvaguardia del patrimonio abitativo

Art. 28/bis - Deroga all'obbligo del convenzionamento

Art. 29 - Salvaguardia della ricettività turistica

Art. 30 - Prescrizioni di piani di attuazione

Art. 31 - Consorzi tra comuni limitrofi

Art. 32 - Approvazione dei piani di attuazione

Art. 33 - Inclusione di edifici da demolire o trasformare

Art. 34 - Piani di attuazione per piccole zone

Art. 34/bis - Modifiche al piano di attuazione

CAPO IV - ZONE DI ESPANSIONE PER L’EDILIZIA RESIDENZIALE

Art. 35 - Dimensione delle zone di espansione

Art. 36 - Definizione delle zone di espansione

Art. 37 - Piano di attuazione della zona di espansione

Art. 38 - Contenuto del piano di attuazione

Art. 39 - Iniziativa dei proprietari e costituzione della comunione

Art. 40 - Convenzione con i proprietari

Art. 40/bis - Convenzione urbanistica

Art. 41 - Procedimento d'ufficio

Art. 41/bis - Aumento della densità edilizia

Art. 42 - (Effetti giuridici della notificazione del decreto della comunione dei terreni)

Art. 43 - (Acquisizione delle aree non edificate da parte del comune)

CAPO V - ZONE PER INSEDIAMENTI PRODUTTIVI

Art. 44 - Zone per insediamenti produttivi

Art. 44/bis - Zone produttive con destinazione particolare

Art. 44/ter - Attività commerciale nelle zone per insediamenti produttivi

Art. 44/quater - Alloggi di servizio

Art. 45 - Insediamento delle imprese

Art. 45/bis - (Costituzione della comunione e esecuzione della divisione materiale delle aree)

Art. 46 - Esproprio degli immobili

Art. 46/bis - (Acquisto di aree nel verde agricolo da parte della provincia o del comune)

Art. 47 - Piani d'attuazione delle zone produttive

Art. 47/bis - (Assegnazione di aree nelle zone produttive)

Art. 47/ter - (Alienazione di terreno produttivo da parte dei proprietari)

Art. 48 - Urbanizzazione delle zone produttive

Art. 48/bis - (Revoca dell'assegnazione)

Art. 48/ter - (Procedura)

Art. 48/quater - (Responsabilità solidale in caso di costituzione di diritti reali, di godimento o diritti di obbligazione)

Art. 48/quinquies - (Attività commerciale nelle zone per insediamenti produttivi)

Art. 49 - Assegnazione degli immobili

Art. 49/bis - Prezzo d'assegnazione

Art. 49/ter - Obblighi di legge per l'assegnatario

Art. 50 – Sanzioni

Art. 50/bis - Revoca dell'assegnazione

Art. 51 - Procedura contrattuale

Art. 51/bis - Business Location Alto Adige

Art. 51/ter - Disposizioni transitorie

CAPO VI - ZONE DI RECUPERO

Art. 52 - Individuazione delle zone di recupero del patrimonio edilizio esistente

Art. 53 - Lavori in attesa del piano di recupero

Art. 54 - Contenuto del piano di recupero

Art. 55 - Piani di recupero

Art. 55/bis - Piano di riqualificazione urbanistica

Art. 56 - Interventi di recupero e programmi pluriennali

Art. 57 - Piani di recupero del patrimonio edilizio esistente

Art. 58 - Recupero mediante occupazione temporanea

Art. 59 - Definizione degli interventi

Art. 60 - Sistemazione temporanea di famiglie

Art. 61 - Incaricato per il recupero

Art. 62 - (Assunzione della progettazione)

Art. 63 - (Recupero di case inabitabili)

Art. 64 - (Standards minimi per il recupero)

Art. 65 - Opere di urbanizzazione

CAPO VII – CONCESSIONE EDILIZIA

Art. 66 - Obbligo della concessione

Art. 67 - Impianti di interesse provinciale

Art. 68 - Norme per l'esecuzione di lavori pubblici

Art. 69 - Determinazione del Sindaco sulle domande di concessione edilizia

Art. 70 - Rilascio della concessione edilizia

Art. 71 - Concessione in deroga

Art. 72 - Termini di inizio e di ultimazione del lavoro e certificato di abitabilità

Art. 73 - Contributo relativo alla concessione edilizia

Art. 74 - Sospensione dei lavori in attesa del piano

Art. 75 - Determinazione del contributo sul costo di costruzione

Art. 75/bis - Destinazione d'uso di beni immobili trasferiti

Art. 76 - Esonero dal contributo sul costo di costruzione

Art. 77 - Adeguamento di edifici esistenti

Art. 78 - Concessione relativa ad opere od impianti non destinati alla residenza

Art. 79 - Edilizia convenzionata

Art. 79/bis - Cancellazione del vincolo di cui all'articolo 79

CAPO VIII – VIGILANZA SULL’ATTIVITÀ URBANISTICO-EDILIZIA

Art. 80 - Vigilanza sull'attività urbanistico-edilizia

Art. 81 - Opere eseguite in assenza di concessione, in totale difformità o con varianti essenziali

Art. 82 - Determinazione delle variazioni essenziali

Art. 83 - Opere eseguite in parziale difformità dalla concessione

Art. 84 - Interventi abusivi di ristrutturazione edilizia

Art. 85 - Accertamento di conformità

Art. 86 - Varianti in corso d'opera

Art. 87 - Opere eseguite su suoli di proprietà dello Stato o di enti pubblici

Art. 88 - Annullamento della concessione

Art. 89 - Annullamento di provvedimenti in contrasto con le norme urbanistiche

Art. 90 - Responsabilità del titolare della concessione, del committente, del costruttore e del direttore dei lavori nonché del progettista per le opere subordinate a denuncia di inizio attività

Art. 91 - Riscossione

Art. 92 - Nullità degli atti giuridici relativi ad edifici

Art. 93 - Lottizzazione

Art. 94 - Confisca dei terreni

Art. 95 - Demolizione di opere

Art. 96 - Valore venale dell'immobile

Art. 97 - Aziende erogatrici di servizi pubblici

Art. 98 - Opere interne

Art. 99 - Ritardato od omesso versamento del contributo afferente alla concessione

Art. 100 - Sanzioni penali

Art. 101 - (Sanzioni a carico dei notai)

Art. 102 - (Norme relative all'azione penale)

Art. 103 - Mezzi per l'attuazione della legge

Art. 104 - Controlli periodici mediante rilevamenti aerofotogrammetrici

Art. 105 - Ricorso popolare

Art. 106 - Intervento d'ufficio della Giunta provinciale

CAPO IX – IL VERDE AGRICOLO, ALPINO E BOSCO

Art. 107 - Il verde agricolo, alpino e bosco

Art. 107/bis - Interpretazione autentica

Art. 108 - Disposizioni urbanistiche riguardanti l'esercizio di attività economiche secondarie nella sede dell'azienda agricola

Art. 109 - Densità fondiaria nel verde agricolo

Art. 110 - L'urbanizzazione primaria nel verde rurale

Art. 111 - Il paesaggio agrario-tradizionale

Art. 112 - Distanze dalle strade pubbliche e dalle ferrovie

Art. 113 - Albo degli esperti in urbanistica e tutela del paesaggio

Art. 114 - Previsione di spesa

CAPO X – DISPOSIZIONI VARIE

Art. 115 - Commissione edilizia comunale

Art. 116 - Regolamenti edilizi comunali

Art. 117 - (Approvazione dei regolamenti edilizi comunali)

Art. 118 - Oneri e vincoli non indennizzabili

Art. 119 - Indennità agli immobili soggetti a vincolo

Art. 120 - Sistemazione edilizia a carico dei privati - procedura coattiva

Art. 121 - Rettifica dei confini

Art. 122 - Limiti di progettazione per professionisti

Art. 123 - Spazi per parcheggio

Art. 124 - Spazi per parcheggi per edifici esistenti

Art. 125 - Prescrizioni in Comuni sprovvisti di strumento urbanistico

Art. 126 - Gli standards urbanistici

Art. 127 - Interventi sugli edifici

Art. 128 - Ampliamento degli esercizi alberghieri esistenti

Art. 128/bis - Zona per impianti pubblici sovracomunali

Art. 128/ter - Affitto di camere e appartamenti per ferie

Art. 129 - Conservazione di esercizi alberghieri storici

Art. 130 - Coordinamento della disciplina delle cave e torbiere con l'urbanistica

Art. 131 - Rilascio del certificato di abitabilità

Art. 132 - Denuncia di inizio di attività edilizia e autorizzazione

Art. 133 - Norma transitoria

Art. 134 - Abrogazione di norme

Nota. Gli articoli con la rubrica tra parentesi sono stati abrogati.

Indice

TITOLO I – DISPOSIZIONI GENERALI

CAPO I – OGGETTO E FINALITÀ

Art. 1 - Oggetto della legge

Art. 2 - Finalità della legge

TITOLO II – LA PIANIFICAZIONE TERRITORIALE

CAPO I – STRUMENTI DI PIANIFICAZIONE E FLESSIBILITÀ DEL SISTEMA

Art. 3 - Sistema della pianificazione territoriale

Art. 4 - Flessibilità del sistema di pianificazione territoriale

Art. 5 - Partecipazione alle scelte pianificatorie

CAPO II – AUTOVALUTAZIONE DEGLI STRUMENTI DI PIANIFICAZIONE TERRITORIALE

Art. 6 - Autovalutazione dei piani

CAPO III – ORGANI E STRUTTURE PER IL GOVERNO DEL TERRITORIO

Art. 7 - Commissione provinciale per l'urbanistica e il paesaggio

Art. 8 - Commissioni per la pianificazione territoriale e il paesaggio delle comunità

Art. 9 - Sistema informativo ambientale e territoriale

CAPO IV – PIANO URBANISTICO PROVINCIALE

Art. 10 - Obiettivi del piano urbanistico provinciale

Art. 11 - Contenuti e struttura del piano urbanistico provinciale

Art. 12 - Inquadramento strutturale e invarianti

Art. 13 - Carta del paesaggio

Art. 14 - Carta di sintesi della pericolosità

Art. 15 - Flessibilità del piano urbanistico provinciale

Art. 16 - Documento preliminare

Art. 17 - Adozione del progetto di piano urbanistico provinciale

Art. 18 - Approvazione del piano urbanistico provinciale e relazioni al Consiglio provinciale

Art. 19 - Salvaguardia del piano urbanistico provinciale

Art. 20 - Adeguamento degli strumenti di pianificazione territoriale

CAPO V - PIANO TERRITORIALE DELLA COMUNITÀ

Art. 21 - Obiettivi e contenuti del piano territoriale della comunità

Art. 22 - Accordo-quadro di programma

Art. 23 - Adozione del piano territoriale della comunità

Art. 24 - Approvazione ed entrata in vigore del piano territoriale della comunità

Art. 25 - Varianti al piano territoriale della comunità

Art. 25 bis - Stralci del piano territoriale della comunità

Art. 26 - Rettifica delle previsioni del piano territoriale della comunità

Art. 27 - Salvaguardia del piano territoriale della comunità

Art. 28 - Adeguamento dei piani regolatori generali e dei piani dei parchi naturali provinciali

CAPO VI – PIANO REGOLATORE GENERALE

Art. 29 - Obiettivi e contenuti del piano regolatore generale

Art. 30 - Accordi tra soggetti pubblici e privati

Art. 31 - Adozione del piano regolatore generale

Art. 32 - Approvazione ed entrata in vigore del piano regolatore generale

Art. 33 - Varianti al piano regolatore generale

Art. 34 - Rettifica delle previsioni del piano regolatore generale

Art. 35 - Salvaguardia del piano regolatore generale

CAPO VII – REGOLAMENTO EDILIZIO COMUNALE

Art. 36 - Contenuti del regolamento edilizio comunale

CAPO VIII - DISPOSIZIONI DI COORDINAMENTO CON LA LEGGE PROVINCIALE 23 MAGGIO 2007, N. 11 (GOVERNO DEL TERRITORIO FORESTALE E MONTANO, DEI CORSI D’ACQUA E DELLE AREE PROTETTE), IN MATERIA DI PIANIFICAZIONE

Art. 37 - Disposizioni di coordinamento con la legge provinciale 23 maggio 2007, n. 11, in materia di pianificazione

CAPO IX – ATTUAZIONE DELLA PIANIFICAZIONE URBANISTICA

SEZIONE I - Disposizioni comuni

Art. 38 - Disposizioni generali

Art. 39 - Comparti edificatori

Art. 40 - Limiti alle variazioni di piano

Art. 41 - Contenuti dei piani attuativi d'iniziativa pubblica e di quelli d'iniziativa privata

SEZIONE II - Piani d'iniziativa privata

Art. 42 - Oggetto dei piani

Art. 43 - Piano guida

Art. 44 - Formazione dei piani attuativi d'iniziativa privata

SEZIONE III - Piani d'iniziativa pubblica

Art. 45 - Piano attuativo d'iniziativa pubblica

Art. 46 - Formazione del piano attuativo d'iniziativa pubblica

Art. 47 - Espropriazioni a fini di edilizia abitativa

Art. 48 - Espropriazioni per il recupero degli insediamenti storici

Art. 49 - Espropriazioni per insediamenti produttivi

Art. 50 - Piano di lottizzazione d'ufficio

SEZIONE IV - Piani d'iniziativa mista pubblico-privata

Art. 51 - Programmi integrati d'intervento d'iniziativa mista pubblico-privata

CAPO X - DURATA ED EFFETTI DEGLI STRUMENTI DI PIANIFICAZIONE TERRITORIALE

Art. 52 - Durata ed effetti dei piani

CAPO XI - DISPOSIZIONI PARTICOLARI PER LA REDAZIONE DEGLI STRUMENTI DI PIANIFICAZIONE TERRITORIALE

Art. 53 - Perequazione urbanistica

Art. 54 - Strumenti di attuazione della perequazione

Art. 55 - Compensazione urbanistica

Art. 56 - Disposizioni in materia di edilizia abitativa

Art. 57 - Disciplina degli alloggi destinati a residenza

Art. 58 - Standard urbanistici

Art. 59 - Spazi per parcheggio

Art. 60 - Tutela degli insediamenti storici

Art. 61 - Conservazione e valorizzazione del patrimonio edilizio tradizionale esistente

Art. 62 - Edificazione nelle aree destinate all'agricoltura

Art. 62 bis - Disposizioni in materia di aree destinate a verde pubblico

Art. 63 - Tutela dagli inquinamenti, sicurezza del territorio e igiene

Art. 64 - Distanze di rispetto stradali e ferroviarie

Art. 65 - Apertura di strade in zone agricole o silvo-pastorali

Art. 66 - Fasce di rispetto cimiteriale

TITOLO III – LA TUTELA DEL PAESAGGIO

CAPO I - DISPOSIZIONI GENERALI

Art. 67 - Disposizioni generali in materia di tutela del paesaggio

Art. 68 - Lavori assoggettati ad autorizzazione paesaggistica

Art. 69 - Individuazione di beni ambientali e inclusione negli elenchi

Art. 70 - Caratteristiche e validità dell'autorizzazione paesaggistica

CAPO II - ORGANI COMPETENTI E DISPOSIZIONI PROCEDURALI

Art. 71 - Autorizzazioni per opere di competenza dello Stato, della Regione e della Provincia

Art. 72 - Autorizzazioni per opere soggette a valutazione d'impatto ambientale

Art. 73 - Autorizzazioni di competenza della CUP

Art. 74 - Autorizzazioni di competenza della CPC

Art. 75 - Limiti alle facoltà degli organi competenti alle autorizzazioni

Art. 76 - Annullamento di autorizzazioni e ricorsi

Art. 77 - Disposizioni di coordinamento con la legge provinciale 17 febbraio 2003, n. 1 (Nuove disposizioni in materia di beni culturali)

Art. 78 - Fondo per la riqualificazione degli insediamenti storici e del paesaggio

Art. 78 bis - Riconoscimenti per progetti di rilevante interesse architettonico o urbanistico

Art. 79 - Censimento dei locali storici

Art. 80 - Interventi per la conservazione e sistemazione paesaggistica

TITOLO IV - DISPOSIZIONI IN MATERIA DI EDILIZIA SOSTENIBILE E LIBRETTO DEL FABBRICATO

CAPO I - DISPOSIZIONI GENERALI

Art. 81 – Finalità

Art. 82 - Formazione e informazione

CAPO II - DISPOSIZIONI IN MATERIA DI EDILIZIA SOSTENIBILE

Art. 83 - Ambito di applicazione

Art. 84 - Prestazione e certificazione energetica degli edifici

Art. 85 - Certificazione della sostenibilità ambientale degli edifici

Art. 86 - Interventi a favore della diffusione delle tecniche di edilizia sostenibile

Art. 87 - Criteri di selezione dei materiali da costruzione

Art. 88 - Utilizzo di acqua piovana, fonti energetiche rinnovabili e permeabilità dei suoli urbanizzati

Art. 89 - Regolamento di attuazione

Art. 90 - Adeguamento dei regolamenti edilizi e dei piani regolatori generali

Art. 91 - Vigilanza sull'attività di certificazione

CAPO III - LIBRETTO DEL FABBRICATO

Art. 92 - Finalità e oggetto

Art. 93 - Definizioni

Art. 94 - Contenuti del libretto del fabbricato

Art. 95 - Regolamento di attuazione

Art. 96 – Sanzioni

TITOLO V - DISPOSIZIONI IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI

CAPO I - DISPOSIZIONI GENERALI

Art. 97 - Disciplina degli interventi sul territorio

Art. 98 - Installazione di tunnel e serre a scopo agronomico

Art. 99 - Definizione delle categorie di intervento per il recupero degli edifici esistenti

CAPO II – CONCESSIONE E DENUNCIA D’INIZIO DI ATTIVITÀ

SEZIONE I - Concessione edilizia

Art. 100 - Interventi soggetti a concessione

Art. 101 - Presentazione della domanda di concessione

Art. 102 - Rilascio della concessione

Art. 103 - Caratteristiche e validità della concessione

Art. 103 bis - Ultimazione dei lavori e certificato di agibilità

Art. 104 - Condizioni particolari per il rilascio della concessione e per la presentazione della denuncia d'inizio di attività

SEZIONE II - Denuncia d'inizio di attività

Art. 105 - Interventi soggetti a denuncia d'inizio di attività

Art. 106 - Disposizioni relative alla denuncia d'inizio di attività

Art. 107 - Varianti in corso d'opera soggette a denuncia d'inizio di attività

CAPO III – OPERE PUBBLICHE E LINEE ELETTRICHE

Art. 108 - Opere pubbliche di competenza dello Stato

Art. 109 - Opere pubbliche di competenza della Provincia, della Regione e di altri enti territoriali

Art. 110 - Opere pubbliche di competenza delle comunità e dei comuni

Art. 111 - Linee elettriche

Capo IV – REALIZZAZIONE DI OPERE IN DEROGA ALLE DISPOSIZIONI URBANISTICHE

Art. 112 - Esercizio dei poteri di deroga

Art. 113 - Realizzazione di opere per l'eliminazione delle barriere architettoniche e di parcheggi residenziali e commerciali in deroga

Art. 114 - Deroga per opere pubbliche non soggette a concessione

CAPO V – CONTRIBUTI E ONERI PER IL RILASCIO DEI TITOLI ABILITATIVI EDILIZI

Art. 115 - Contributo di concessione

Art. 116 - Casi di riduzione del contributo di concessione

Art. 117 - Esenzione dal contributo di concessione

Art. 118 - Edilizia convenzionata

Art. 119 - Destinazione dei proventi delle concessioni

TITOLO VI – OBBLIGHI PARTICOLARI, VIGILANZA E SANZIONI

CAPO I – OBBLIGHI PARTICOLARI

Art. 120 - Obblighi particolari e interventi urgenti ai fini della tutela della sicurezza pubblica, del decoro urbanistico e della tutela del paesaggio

Art. 121 - Interventi d'urgenza e di carattere straordinario riguardanti immobili ricadenti negli insediamenti storici

Art. 122 - Disposizioni per la ricostruzione di edifici danneggiati o distrutti

CAPO II – VIGILANZA

Art. 123 - Vigilanza sull'attività edilizia

Art. 124 - Accesso alla proprietà privata

Art. 125 - Ordinanza di sospensione

Art. 126 - Effetti dell'ordinanza di sospensione

Art. 127 - Responsabilità del soggetto avente titolo, del committente, del costruttore, del direttore dei lavori e del progettista

CAPO III – COSTRUZIONI ABUSIVE E SANZIONI

Art. 128 - Definizione delle costruzioni abusive

Art. 129 - Sanzioni per opere eseguite in assenza o in difformità dalla concessione

Art. 130 - Lottizzazioni abusive

Art. 131 - Determinazione del valore venale delle costruzioni

Art. 132 - Demolizione di opere e acquisizione gratuita

Art. 133 - Coordinamento delle sanzioni pecuniarie

Art. 134 - Sanzioni per opere eseguite in assenza o in difformità dalla denuncia d'inizio di attività

Art. 135 - Concessione in sanatoria

Art. 136 - Pagamento delle sanzioni e dei contributi. Interessi e riscossioni

Art. 137 - Sanzioni a tutela del paesaggio

Art. 138 - Sanzioni a tutela del paesaggio per l'apposizione di cartelli o di altri mezzi pubblicitari non autorizzati

CAPO IV – POTERI D’INTERVENTO DELLA PROVINCIA

Art. 139 - Annullamento di provvedimenti

Art. 140 - Interventi sostitutivi da parte della Giunta provinciale

TITOLO VII – SNELLIMENTO DELLE PROCEDURE, DISPOSIZIONI TRANSITORIE E FINALI

CAPO I - SNELLIMENTO DELLE PROCEDURE IN MATERIA DI VALUTAZIONE D’IMPATTO AMBIENTALE E DI REALIZZAZIONE DI OPERE PUBBLICHE

Art. 141 - Ambito di applicazione

Art. 142 - Procedimento per opere soggette a valutazione d'impatto ambientale

Art. 143 - Procedimento per opere pubbliche di competenza della Provincia

Art. 144 - Conformità urbanistica

Art. 145 - Opere degli enti locali e d'interesse statale

Art. 145 bis - Indagini geologiche

CAPO II - DISPOSIZIONI GENERALI TRANSITORIE E FINALI

Art. 146 - Disposizioni particolari per il territorio individuato ai sensi dell'articolo 11, comma 2, lettera a), della legge provinciale 16 giugno 2006, n. 3

Art. 146 bis - Disposizioni particolari per la Comunità della Vallagarina

Art. 147 - Formazione permanente in materia di pianificazione territoriale e di paesaggio

Art. 148 - Disposizioni per l'approvazione dei primi piani territoriali delle comunità e dei piani regolatori generali

Art. 149 - Altre disposizioni transitorie

Art. 149 bis - Certificazione di sostenibilità ambientale degli edifici della Provincia e degli enti pubblici strumentali

Art. 150 - Disposizioni attuative e abrogative

Art. 151 - Disposizioni organizzative in materia di valutazioni ambientali nonché modificazioni della legge provinciale 8 aprile 1997, n. 13, e dell'articolo 45 della legge provinciale sui lavori pubblici

Art. 152 - Sostituzione dell’articolo 52 della legge provinciale 20 marzo 2000, n. 3, relativo al piano generale degli interventi per la viabilità

Art. 153 - Modificazioni della legge provinciale 23 maggio 2007, n. 11 (Governo del territorio forestale e montano, dei corsi d’acqua e delle aree protette)

Art. 154 - Modificazioni della legge provinciale 19 febbraio 1993, n. 6 (Norme sulla espropriazione per pubblica utilità), in materia di indennità di espropriazione

Art. 155 – Modificazioni dell’articolo 13 bis della legge provinciale 15 maggio 2002, n. 7 (Disciplina degli esercizi alberghieri ed extra-alberghieri e promozione della qualità della ricettività turistica)

Art. 156 - Disposizioni finanziarie

Indice

TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI

CAPO I - PRINCIPI GENERALI

Art. 1 - Oggetto e finalità della legge

Art. 2 - Il governo del territorio e lo sviluppo sostenibile

Art. 3 - Le risorse essenziali del territorio

Art. 4 - Le invarianti strutturali

Art. 5 - Statuto del territorio

Art. 6 - Limitazioni alle facoltà di godimento dei beni compresi nello statuto

CAPO II - I SOGGETTI DEL GOVERNO DEL TERRITORIO

Art. 7 - I soggetti istituzionali competenti

Art. 8 - Partecipazione agli atti di competenza statale

CAPO III - GLI STRUMENTI DELLA PIANIFICAZIONE TERRITORIALE E GLI ATTI DI GOVERNO DEL TERRITORIO

Art. 9 - Gli strumenti della pianificazione territoriale

Art. 10 - Gli atti del governo del territorio



TITOLO II - NORME PROCEDURALI COMUNI

CAPO I - VALUTAZIONE INTEGRATA DI PIANI E PROGRAMMI

Art. 11 - Disposizioni generali

Art. 12 - I raccordi tra gli atti del governo del territorio

Art. 13 - Il monitoraggio degli effetti

Art. 14 - Criteri per l'applicabilità della valutazione integrata

CAPO II - DISPOSIZIONI PROCEDURALI

Art. 15 - Avvio del procedimento

Art. 16 - Responsabile del procedimento

Art. 17 - Approvazione

Art. 18 - Procedimento per gli atti di governo del territorio

CAPO III - GLI ISTITUTI DELLA PARTECIPAZIONE

Art. 19 - Il garante della comunicazione

Art. 20 - Funzioni del garante



TITOLO III - GLI ACCORDI, LE INTESE INTERISTITUZIONALI E LE STRUTTURE DEL GOVERNO DEL TERRITORIO

CAPO I - GLI ACCORDI DI PIANIFICAZIONE E GLI ALTRI ISTITUTI PER LA COMPOSIZIONE DEI CONFLITTI

Art. 21 - Accordi di pianificazione

Art. 22 - Procedura per l'accordo

Art. 23 - Conclusione e approvazione dell'accordo

CAPO II - CONFERENZA PARITETICA INTERISTITUZIONALE

Art. 24 - Istituzione della conferenza

Art. 25 - Soggetti che possono adire la conferenza e compiti della conferenza

Art. 26 - Pronuncia della conferenza

CAPO III - LE STRUTTURE DEL GOVERNO DEL TERRITORIO

Art. 27 - Le strutture tecniche del governo del territorio

Art. 28 - Il sistema informativo geografico regionale

Art. 29 - Formazione e gestione del sistema informativo geografico regionale



TITOLO IV - DISPOSIZIONI GENERALI PER LA TUTELA E L'USO DEL TERRITORIO

CAPO I - PATRIMONIO NATURALE E CULTURALE

Art. 30 - Norme comuni

Art. 31 - Tutela e valorizzazione dei paesaggi e dei beni culturali

Art. 32 - Immobili ed aree di notevole interesse pubblico

Art. 33 - Disciplina regionale di tutela paesaggistica

Art. 34 (Disciplina paesaggistica del piano territoriale di coordinamento e del piano strutturale)

Art. 35 - Valorizzazione dei paesaggi

Art. 35 bis - Interventi regionali per la valorizzazione dei beni immobili e delle aree dichiarate di notevole interesse pubblico e comprese negli statuti dei piani strutturali comunali

Art. 36 - Parchi e aree protette

CAPO II - IL PATRIMONIO INSEDIATIVO

Art. 37 - Disposizioni generali per la tutela e valorizzazione degli insediamenti

Art. 38 - Realizzazione di impianti pubblici e di pubblico interesse

CAPO III - IL TERRITORIO RURALE

Art. 39 - Tutela e valorizzazione del territorio rurale

Art. 40 - Zone con esclusiva o prevalente funzione agricola

Art. 41 - Costruzione di nuovi edifici rurali

Art. 42 - Programma aziendale pluriennale di miglioramento agricolo ambientale

Art. 43 - Interventi sul patrimonio edilizio con destinazione d'uso agricola

Art. 44 - Interventi sul patrimonio edilizio esistente con destinazione d'uso non agricola

Art. 45 - Interventi sul patrimonio edilizio che comportano il mutamento delle destinazioni d'uso agricole

Art. 46 - Trasferimenti di fondi agricoli

Art. 47 - Boschi e terreni soggetti a vincolo idrogeologico

CAPO III BIS - DISPOSIZIONI IN MATERIA DI PORTI E APPRODI TURISTICI

Art. 47 bis - Porti di interesse regionale. Procedimento per la previsione di nuovi porti, ampliamento o riqualificazione di quelli esistenti

Art. 47 ter - Piano regolatore portuale

Art. 47 quater - Attuazione del piano regolatore portuale



TITOLO V - ATTI, SOGGETTI E FUNZIONI

CAPO I - FUNZIONI DELLA REGIONE

Art. 48 - Piano di indirizzo territoriale

Art. 49 - Misure cautelari

Art. 50 - Poteri sostitutivi

CAPO II - FUNZIONI DELLE PROVINCE

Art. 51 - Piano territoriale di coordinamento

CAPO III - FUNZIONI DEI COMUNI

Art. 52 - Strumenti e atti del comune

Art. 53 - Piano strutturale

Art. 54 - Poteri di deroga

Art. 55 - Regolamento urbanistico

Art. 56 - Piani complessi d'intervento

Art. 57 - Efficacia del piano complesso d'intervento

Art. 58 - Distribuzione e localizzazione delle funzioni

Art. 59 - Mutamenti della destinazione d'uso

Art. 60 - Perequazione

Art. 61 - Misure di salvaguardia

Art. 62 - Indagini geologiche

Art. 63 - Aree non pianificate

Art. 64 - Regolamenti edilizi

CAPO IV - FINALITÀ, CONTENUTI E PROCEDURE DI APPROVAZIONE DEI PIANI ATTUATIVI

SEZIONE I - Norme comuni per i piani attuativi

Art. 65 - Piani attuativi

Art. 66 - Consorzi per la realizzazione dei piani attuativi

Art. 67 - Contenuto dei piani attuativi

Art. 68 - Validità dei piani attuativi

Art. 69 - Approvazione dei piani attuativi

SEZIONE II - Piani attuativi particolari

Art. 70 - Lottizzazioni

Art. 71 - Piani per l'edilizia economica e popolare

Art. 72 - Piani per gli insediamenti produttivi

Art. 73 - Piani di recupero del patrimonio edilizio

Art. 74 - Programmi complessi di riqualificazione insediativa

SEZIONE III - Regolamento di attuazione

Art. 75 - Regolamento di attuazione



TITOLO VI - DISCIPLINA DELL'ATTIVITÀ EDILIZIA

CAPO I - CONTENUTI E FINALITÀ

Art. 76 - Contenuti e finalità

CAPO II - DISCIPLINA DEGLI ATTI

Art. 77 - Tipologia degli atti

Art. 78 - Trasformazioni urbanistiche ed edilizie soggette a permesso di costruire

Art. 79 - Opere ed interventi sottoposti a denuncia di inizio dell'attività

Art. 80 - Attività edilizia libera

Art. 81 - Caratteristiche dei progetti per gli interventi su immobili di particolare valore

CAPO III - DISCIPLINA DEI PROCEDIMENTI

Art. 82 - Disposizioni generali

Art. 83 - Procedure per il rilascio del permesso di costruire

Art. 84 - Procedura per la denuncia di inizio dell'attività

Art. 85 - Commissione edilizia

Art. 86 - Ultimazione dei lavori. Certificato di conformità. Certificato di abitabilità o agibilità. Inizio di esercizio di attività produttive

CAPO IV - CONTROLLO E GESTIONE DEI BENI SOGGETTI A TUTELA PAESAGGISTICA

Art. 87 - Delega di funzioni relative all’autorizzazione paesaggistica

Art. 88 - Procedimento per il rilascio dell'autorizzazione paesaggistica

Art. 89 - Commissione per il paesaggio

Art. 90 - Interventi non soggetti ad autorizzazione

Art. 91 (Funzioni attribuite ai comuni)

Art. 92 - Vigilanza

Art. 93 – Sanzioni

Art. 94 – Regolamento

CAPO V - DISCIPLINA DEI CONTROLLI SULLE OPERE E SULLE COSTRUZIONI IN ZONE SOGGETTE A RISCHIO SISMICO

Art. 95 - Controlli sulle opere e sulle costruzioni in zone soggette a rischio sismico

Art. 95 bis - Controlli sulla sicurezza sismica delle opere e delle infrastrutture di competenza statale

Art. 96 - Opere assoggettate alla disciplina antisismica. Individuazione delle zone sismiche e determinazione dei valori differenziati del grado di sismicità

Art. 97 - Contenuto delle norme tecniche

Art. 98 - Azioni sismiche

Art. 99 - Verifica delle strutture

Art. 100 - Accertamenti sui terreni di fondazione

Art. 101 - Verifica delle fondazioni

Art. 102 – Sopraelevazioni

Art. 103 - Riparazioni

Art. 104 - Edifici di speciale importanza artistica

Art. 105 - Autorizzazione per l'inizio dei lavori nelle zone sismiche

Art. 105 bis - Procedimento per il rilascio dell'autorizzazione e verifiche della struttura regionale

Art. 105 ter - Verifiche nelle zone a bassa sismicità

Art. 105 quater - Procedimento per il deposito dei progetti nelle zone a bassa sismicità e modalità di svolgimento delle verifiche della struttura regionale

Art. 105 quinquies - Contributo per le spese di istruttoria e di conservazione dei progetti

Art. 106 – Responsabilità

Art. 107 - Elaborati progettuali e deposito dei progetti

Art. 108 - Realizzazione dei lavori

Art. 109 - Ultimazione dei lavori e utilizzazione delle opere

Art. 110 (Controlli)

Art. 111 (Sanzioni)

Art. 112 - Accertamento delle violazioni

Art. 113 - Sospensione dei lavori

Art. 114 - Competenza della Regione

Art. 115 - Vigilanza per l'osservanza delle norme tecniche

Art. 116 - Costruzioni in corso in zone sismiche di nuova classificazione

Art. 117 – Regolamento

Art. 118 - Rilascio dei permessi di costruire e attestazioni di conformità in sanatoria nelle zone sismiche



TITOLO VII - CONTRIBUTI

CAPO I - TIPOLOGIA E CORRESPONSIONE DEI CONTRIBUTI

Art. 119 - Contributo relativo ai permessi di costruire ed alle denunce di inizio dell'attività

Art. 120 - Determinazione degli oneri di urbanizzazione

Art. 121 - Determinazione del costo di costruzione

Art. 122 - Edilizia convenzionata

Art. 123 - Convenzione tipo

Art. 124 - Permesso di costruire e denuncia d'inizio dell'attività a titolo gratuito

Art. 125 - Contributi relativi ad opere o impianti non destinati alla residenza

Art. 126 - Versamento del contributo

Art. 127 - Determinazione degli oneri di urbanizzazione da parte del comune



TITOLO VIII - SANZIONI. DEFINIZIONI COMUNI

CAPO I - TIPOLOGIA DELLE SANZIONI

Art. 128 - Sanzioni per il ritardato o omesso versamento del contributo

Art. 129 - Vigilanza sull'attività urbanistico-edilizia

Art. 130 - Opere di amministrazioni statali

Art. 131 - Responsabilità del titolare, del committente, del costruttore e del direttore dei lavori

Art. 132 - Opere eseguite in assenza di permesso di costruire, in totale difformità o con variazioni essenziali

Art. 133 - Determinazione delle variazioni essenziali

Art. 134 - Interventi di ristrutturazione edilizia eseguiti senza denuncia di inizio dell'attività in totale difformità o con variazioni essenziali

Art. 135 - Opere eseguite senza denuncia di inizio dell'attività o in difformità da essa

Art. 136 - Mutamenti della destinazione d'uso realizzati senza la necessaria denuncia di inizio dell'attività

Art. 137 - Regolarizzazione della denuncia di inizio dell'attività

Art. 138 - Annullamento del permesso di costruire

Art. 139 - Opere eseguite in parziale difformità dal permesso di costruire

Art. 140 - Accertamento di conformità

Art. 141 - Opere eseguite su suoli di proprietà dello Stato o di enti pubblici

Art. 142 - Varianti in corso d'opera

Art. 143 - Sanzioni amministrative per violazioni della disciplina del titolo VI, capo V

CAPO II - PARAMETRI URBANISTICI ED EDILIZI

Art. 144 - Unificazione delle definizioni

CAPO III - NORME PER L'EDILIZIA SOSTENIBILE

Art. 145 - Edilizia sostenibile

Art. 146 - Incentivi economici ed urbanistici

Art. 147 - Modalità di accesso agli incentivi



TITOLO IX - MODIFICHE E ABROGAZIONI DI LEGGI REGIONALI VIGENTI

CAPO I - MODIFICHE ALL'ARTICOLO 6 DELLA LEGGE REGIONALE 2 APRILE 1984, N. 20 (TUTELA E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO SPELEOLOGICO)

Art. 148 - Modifiche al comma 3 dell'articolo 6 della l.r. 20/1984

CAPO II - MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 7 MAGGIO 1985, N. 51 (PRIME DISPOSIZIONI DI ATTUAZIONE L. 47/1985 RECANTE NORME IN MATERIA DI CONTROLLO ATTIVITÀ URBANISTICO-EDILIZIA, SANZIONI, RECUPERO E SANATORIA OPERE ABUSIVE) DA ULTIMO MODIFICATA DALLA LEGGE REGIONALE 16 GENNAIO 1995, N. 5

Art. 149 - Abrogazione del comma 1 dell'articolo 3 della l.r. 51/1985

CAPO III - MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 7 MAGGIO 1985, N. 57 (FINANZIAMENTI PER LA REDAZIONE E L'ATTUAZIONE DEI PIANI DI RECUPERO DEL PATRIMONIO EDILIZIO ESISTENTE)

Art. 150 - Abrogazione del comma 2 dell'articolo 5 della l.r. 57/1985

CAPO IV - MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 9 SETTEMBRE 1991, N. 47 (NORME SULL'ELIMINAZIONE DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE) DA ULTIMO MODIFICATA DALLA LEGGE REGIONALE 16 NOVEMBRE 2004, N. 65

Art. 151 - Modifiche al comma 4 dell'articolo 5 della l.r. 47/1991

Art. 152 - Inserimento del comma 4 bis all'articolo 5 della l.r. 47/1991

Art. 153 - Inserimento del comma 4 ter all'articolo 5 della l.r. 47/1991

Art. 154 - Modifiche al comma 6 dell'articolo 9 della l.r. 47/1991

CAPO V - MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 16 MARZO 1994, N. 24 (ISTITUZIONE DEGLI ENTI PARCO PER LA GESTIONE DEI PARCHI REGIONALI DELLA MAREMMA E DI MIGLIARINO, SAN ROSSORE, MASSACIUCCOLI. SOPPRESSIONE DEI RELATIVI CONSORZI) DA ULTIMO MODIFICATA DALLA LEGGE REGIONALE 11 AGOSTO 1997, N. 65

Art. 155 - Modifiche all'articolo 13 della l.r. 24/1994

Art. 156 - Modifica dell'articolo 14 della l.r. 24/1994

Art. 157 - Modifiche all'articolo 15 della l.r. 24/1994

Art. 158 - Modifica dell'articolo 16 della l.r. 24/1994

CAPO VI - MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 11 APRILE 1995, N. 49 (NORME SUI PARCHI, LE RISERVE NATURALI PROTETTE DI INTERESSE LOCALE)

Art. 159 - Sostituzione dell'articolo 8 della l.r. 49/1995

Art. 160 - Modifiche all'articolo 10, comma 1, della l.r. 49/1995

Art. 161 - Modifiche all'articolo 11 della l.r. 49/1995

Art. 162 - Modifiche all'articolo 12 della l.r. 49/1995

CAPO VII - MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 29 LUGLIO 1996, N. 59 (ORDINAMENTO DELL'ISTITUTO REGIONALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA), DA ULTIMO MODIFICATA DALLA LEGGE REGIONALE 10 NOVEMBRE 2003, N. 54

Art. 163 - Modifiche all'articolo 2 della l.r. 59/1996

CAPO VIII - MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 3 SETTEMBRE 1996, N. 76 (DISCIPLINA DEGLI ACCORDI DI PROGRAMMA DELLE CONFERENZE DEI SERVIZI)

Art. 164 - Abrogazione dell'articolo 11 della l.r. 76/1996

CAPO IX - MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 11 AGOSTO 1997, N. 65 (ISTITUZIONE DELL'ENTE PER LA GESTIONE DEL "PARCO REGIONALE DELLE ALPI APUANE". SOPPRESSIONE DEL RELATIVO CONSORZIO) DA ULTIMO MODIFICATA DALLA LEGGE REGIONALE 31 OTTOBRE 2001, N. 53

Art. 165 - Modifiche all'articolo 15 della l.r. 65/1997

CAPO X - MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 11 AGOSTO 1997, N. 68 (NORME SUI PORTI E GLI APPRODI TURISTICI DELLA TOSCANA)

Art. 166 - Modifiche all'articolo 1, comma 2, della l.r. 68/1997

Art. 167 - Modifica all'articolo 3, comma 1, della l.r. 68/1997

Art. 168 - Abrogazione dell'articolo 5 della l.r. 68/1997

Art. 169 - Modifiche all'articolo 8 della l.r. 68/1997

Art. 170 - Modifiche all'articolo 9 della l.r. 68/1997

CAPO XI - MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 18 MAGGIO 1998, N. 25 (NORME PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI E LA BONIFICA DEI SITI INQUINATI) DA ULTIMO MODIFICATA DALLA LEGGE REGIONALE 26 LUGLIO 2002, N. 29

Art. 171 - Modifiche all'articolo 4 della l.r. 25/1998

Art. 172 - Modifiche all'articolo 5 della l.r. 25/1998

Art. 173 - Modifiche all'articolo 6 della l.r. 25/1998

Art. 174 - Modifiche all'articolo 13 della l.r. 25/1998

Art. 175 - Modifiche all'articolo 14 della l.r. 25/1998

CAPO XII - MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 22 LUGLIO 1998, N. 38 (GOVERNO DEL TEMPO E DELLO SPAZIO URBANO E PIANIFICAZIONE DEGLI ORARI DELLA CITTÀ)

Art. 176 - Modifiche all'articolo 2 della l.r. 38/1998

Art. 177 - Modifiche all'articolo 3 della l.r. 38/1998

Art. 178 - Inserimento del comma 1 bis all'articolo 3 della l.r. 38/1998

Art. 179 - Modifica all'articolo 4 della l.r. 38/1998

Art. 180 - Modifica al comma 2 dell'articolo 5 della l.r. 38/1998

CAPO XIII - MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 31 LUGLIO 1998 N. 42 (NORME PER IL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE), DA ULTIMO MODIFICATA DALLA LEGGE REGIONALE 22 OTTOBRE 2004, N. 55

Art. 181 - Modifiche all'articolo 4 della l.r. 42/1998

CAPO XIV - MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 3 NOVEMBRE 1998, n. 78 (TESTO UNICO IN MATERIA DI CAVE, TORBIERE, MINIERE, RECUPERO DI AREE ESCAVATE E RIUTILIZZO DI RESIDUI RECUPERABILI) DA ULTIMO MODIFICATA DALLA LEGGE REGIONALE 27 GENNAIO 2004, N. 4

Art. 182 - Modifiche all'articolo 5 della l.r. 78/1998

Art. 183 - Modifiche all'articolo 7 della l.r. 78/1998

CAPO XV - MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 12 GENNAIO 2000, N. 2 (INTERVENTI PER I POPOLI ROM E SINTI)

Art. 184 - Modifiche all'articolo 3 della l.r. 2/2000

Art. 185 - Modifiche all'articolo 12 della l.r. 2/2000

CAPO XVI - MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 20 MARZO 2000, N. 30 (NUOVE NORME IN MATERIA DI ATTIVITÀ A RISCHIO DI INCIDENTI RILEVANTI), DA ULTIMO MODIFICATA DALLA LEGGE REGIONALE 29 DICEMBRE 2003, N. 67

Art. 186 - Modifiche all'articolo 2 della l.r. 30/2000

Art. 187 - Modifiche all'articolo 5 della l.r. 30/2000

Art. 188 - Modifica all'articolo 6 della l.r. 30/2000

CAPO XVII - MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 20 MARZO 2000, N. 33 (NORME PER LO SVILUPPO DELL'ACQUACOLTURA E DELLA PRODUZIONE ITTICA)

Art. 189 - Modifiche all'articolo 6 della l.r. 33/2000

Art. 190 – Abrogazioni

CAPO XVIII - MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 21 MARZO 2000, N. 39 (LEGGE FORESTALE DELLA TOSCANA) DA ULTIMO MODIFICATA DALLA LEGGE REGIONALE 2 AGOSTO 2004, N. 40

Art. 191 - Modifiche all'articolo 37 della l.r. 39/2000

Art. 192 - Modifiche all'articolo 41 della l.r. 39/2000

Art. 193 - Modifiche all'articolo 42 della l.r. 39/2000

CAPO XIX - MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 6 APRILE 2000, N. 56 (NORME PER LA CONSERVAZIONE E LA TUTELA DEGLI HABITAT NATURALI E SEMINATURALI, DELLA FLORA E DELLA FAUNA SELVATICHE - MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 23 GENNAIO 1998, N. 7 - MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 11 APRILE 1995, N. 49)

Art. 194 - Modifiche all'articolo 1 della l.r. 56/2000

Art. 195 - Modifiche all'articolo 15 della l.r. 56/2000

Art. 196 - Inserimento del comma 2 bis all'articolo 15 della l.r. 56/2000

CAPO XX - MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 23 GIUGNO 2003, N. 30 (DISCIPLINA DELLE ATTIVITÀ AGRITURISTICHE IN TOSCANA) DA ULTIMO MODIFICATA DALLA LEGGE REGIONALE 28 MAGGIO 2004, N. 27

Art. 197 - Modifiche all'articolo 13 della l.r. 30/2003

Art. 198 - Modifiche all'articolo 17 della l.r. 30/2003

Art. 199 - Modifiche all'articolo 18 della l.r. 30/2003

CAPO XXI - ABROGAZIONI

Art. 200 – Abrogazioni

Art. 201 - Abrogazione della legge regionale 17 gennaio 1983, n. 3 (Formazione della cartografia regionale)

Art. 202 - Abrogazione della legge regionale 17 aprile 1984, n. 21 (Norme per la formazione e l'adeguamento degli strumenti urbanistici ai fini della prevenzione del rischio sismico, in attuazione dell'articolo 20 della legge 10 dicembre 1981, n. 741) da ultimo modificata dalla legge regionale 16 gennaio 1995, n. 5

Art. 203 - Abrogazione legge regionale della 21 maggio 1980, n. 59 (Norme per gli interventi per il recupero del patrimonio edilizio esistente)

Art. 204 - Abrogazione della legge regionale 14 aprile 1995, n. 64 (Disciplina degli interventi di trasformazione urbanistica ed edilizia nelle zone con prevalente funzione agricola)



TITOLO X - DISPOSIZIONI TRANSITORIE E FINALI

CAPO I - NORME TRANSITORIE RELATIVE AL TITOLO V

Art. 205 - Poteri di deroga

Art. 205 bis - Disposizioni transitorie in materia di paesaggio

Art. 205 ter - Disposizioni transitorie in materia di valutazione dell’idoneità tecnica di piani e progetti concernenti porti di interesse regionale

Art. 206 - Disposizioni transitorie relative alle indagini geologiche

Art. 206 bis - Disposizioni transitorie relative al titolo VI, capo V

Art. 207 - Disposizioni transitorie relative alla validità dei piani per l'edilizia economica e popolare ed i piani per gli insediamenti produttivi vigenti

CAPO II - NORME FINALI

Art. 208 - Disposizioni sull'applicazione della legge

Art. 209 - Disposizioni finanziarie

Art. 210 - Entrata in vigore differita

ALLEGATO A - TABELLE PARAMETRICHE PER CLASSI DI COMUNI, PER LA DETERMINAZIONE DELL'INCIDENZA DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA E SECONDARIA E DELLA PERCENTUALE DEL COSTO DI COSTRUZIONE (ARTICOLO 120)

ALLEGATO A - TABELLA ALLEGATO A AI SENSI DELL’ARTICOLO 105 QUINQUIES DELLA LR 1/2005 – CONTRIBUTO PER LE SPESE DI ISTRUTTORIA E DI CONSERVAZIONE DEI PROGETTI

Nota. Gli articoli con la rubrica tra parentesi sono stati abrogati.



Indice



TITOLO I - PIANIFICAZIONE URBANISTICA COMUNALE



CAPO I - P.R.G. REGOLAMENTAZIONE DELLA DISCIPLINA URBANISTICA COMUNALE

Artt. 1 - 4 (abrogati)



CAPO II – NORME IN MATERIA DI APPROVAZIONE DEL P.R.G.

Artt. 5 - 13 (abrogati)



CAPO III – REGOLAMENTO EDILIZIO ED URBANISTICO

Art. 14 (abrogato)



TITOLO II - NORME PER L’ATTUAZIONE DEL P.R.G.

Artt. 15 - 23 (abrogati)



TITOLO III - NORME DI URBANISTICA COMMERCIALE

Art. 24 - Nulla osta regionale e autorizzazione amministrativa comunale

Art. 25 - Concessione ed autorizzazione edilizia

Art. 26 (abrogato)

Art. 27 - Sospensione e decadenza dell'autorizzazione amministrativa

Art. 28 - Modifiche di destinazione d'uso a fini commerciali

Art. 29 (abrogato)



TITOLO IV – DISPOSIZIONI FINALI E TRANSITORIE

Art. 30 - Norma transitoria del P.R.G.

Art. 31 - Norma transitoria del Piano attuativo

Art. 32 - Norma transitoria per gli insediamenti commerciali

Art. 33 (abrogato)



TITOLO V – MODIFICHE ED INTEGRAZIONI ALLA LEGGE REGIONALE 2 SETTEMBRE 1974, N. 53 E ALLA LEGGE REGIONALE 10 APRILE 1995, N. 28

Art. 34 (abrogato)

Art. 35 - Istituzione del S.I.TER.

Art. 36 - Funzioni e compiti del S.I.TER.

Art. 37 - Modifiche ed integrazioni alla legge regionale 10 aprile 1995, n. 28



TITOLO VI – ATTRIBUZIONE E DELEGA A PROVINCE E COMUNI

Art. 38 - 40 (abrogati)



TITOLO VII – STANDARDS URBANISTICI

Artt. 41 - 45 (abrogati)



TITOLO VIII – NORME FINALI E FINANZIARIE

Art. 46 (abrogato)

Art. 47 - Norma finanziaria

Art. 48 - Norma finale

Art. 49 - Organizzazione

Art. 50 (abrogato)

Art. 51 – Abrogazioni

Art. 52 - Testo unico coordinato

Legge ancora vigente anche per le parti modificate e sostituite dalle LLRR 11/2005 e 13/2009 fino all’avversarsi delle condizioni ivi rispettivamente stabilite.

Indice

TITOLO I – DISPOSIZIONI GENERALI

CAPO I – RIFERIMENTI FONDAMENTALI

Art. 1 (Finalità del P.U.T)

Art. 2 (Riferimenti programmatici comunitari)

Art. 3 (Riferimenti programmatici nazionali)

Art. 4 (Rapporti interregionali)

CAPO II – OBIETTIVI E STRUMENTI

Art. 5 - Programmazione urbanistico-territoriale regionale

Art. 6 - Azioni e strumenti operativi

Art. 7 - Valore della cartografia

TITOLO II – OPZIONI PER LA VALORIZZAZIONE DEL TERRITORIO DELL’UMBRIA

Art. 8 - Scenari tematici

CAPO I – SISTEMA AMBIENTALE

Art. 9 - Rete Ecologica regionale

Art. 10 Unità regionali di connessione ecologica, corridoi e frammenti

Art. 11 - Zone di particolare interesse faunistico ed aree di interesse faunistico-venatorio

Art. 12 - Zone di elevata diversità floristico-vegetazionale

Art. 13 - Siti di interesse naturalistico

Art. 14 - Aree di particolare interesse naturalistico ambientale

Art. 15 - Aree boscate

Art. 16 - Aree di particolare interesse geologico e singolarità geologiche

Art. 17 - Aree naturali protette

CAPO II – SPAZIO RURALE

Art. 18 - Definizione

Art. 19 - Spazio rurale connotato da fragilità insediativa e produttiva

Art. 20 - Aree di particolare interesse agricolo

Art. 21 - Ambiti per la residenza e le attività produttive

Art. 22 - Attività zootecnica

Art. 22-bis – Oliveti

Art. 23 - Porte d'accesso

Art. 24 - Azioni di sostegno

Art. 25 - Competenze degli enti locali

CAPO III – AMBITI URBANI E PER INSEDIAMENTI PRODUTTIVI

Art. 26 – Definizione

Art. 27 - Politiche per gli ambiti urbani e per gli insediamenti produttivi

Art. 28 - Insediamenti industriali e artigianali

Art. 29 - Insediamenti di valore storico culturale

Art. 30 - Compiti degli enti locali

CAPO IV – SISTEMI INFRASTRUTTURALI

Art. 31 - Articolazione delle infrastrutture

Art. 32 - Rete stradale di interesse regionale

Art. 33 - Rete stradale di interesse provinciale e comunale

Art. 34 - Norme di tutela della rete stradale

Art. 35 - Tracciati ferroviari

Art. 36 (Basi logistiche merci)

Art. 37 (Rete escursionistica di interesse interregionale e regionale)

Art. 38 (Infrastrutture per la telematica)

Art. 39 - Aeroporto regionale dell'Umbria

Art. 40 (Compiti degli enti locali)

Art. 41 - Aviosuperfici

Art. 42 - Campi di volo ed elisuperfici

Art. 43 (Nuovi elettrodotti)

Art. 44 (Manutenzione elettrodotti esistenti)

CAPO V – RISCHIO TERRITORIALE ED AMBIENTALE

Art. 45 - Finalità

Art. 46 - Individuazioni delle parti di territorio esposte a pericolo geologico ed idrogeologico

Art. 47 - Criteri per la tutela e l'uso del territorio regionale soggetto ad inquinamento e per il risanamento dei corpi idrici

Art. 48 - Fasce di rispetto dei corsi d'acqua e dei laghi

Art. 49 (Interventi di manutenzione e sistemazione idraulica dei corsi d'acqua)

Art. 50 - Criteri per la tutela e l'uso del territorio esposto a rischio sismico

Art. 51 - Organizzazione territoriale della protezione civile e criteri per la vulnerabilità dei sistemi urbani

Art. 52 - Inquinamento elettromagnetico e luminoso

Art. 53 (Inquinamento da immissioni nell'atmosfera)

Art. 54 (Inquinamento acustico)

TITOLO III – SERVIZI ALLA POPOLAZIONE PER LA QUALITÀ DELLA INFRASTRUTTURAZIONE DEL TERRITORIO

CAPO I – PIANO COMUNALE DEI SERVIZI ALLA POPOLAZIONE

Art. 55 - Finalità

Art. 56 (Definizione e contenuti)

Art. 57 (Determinazione dell'utenza e degli abitanti ai fini del dimensionamento del P.C.S)

Art. 58 (Compiti degli enti locali)

CAPO II – STANDARD DI ATTREZZATURE

Art. 59 (Standard minimi per aree destinate ad attrezzature di interesse comunale e sovracomunale)

Art. 60 (Standard minimi per aree pubbliche al servizio di insediamenti residenziali)

Art. 61 (Standard per aree al servizio di insediamenti direzionali, produttivi, turistico-residenziali e turistico-produttivi)

Art. 62 (Adeguamento)

Art. 63 (Indirizzo e coordinamento)

CAPO III – IINDICI DI EDIFICABILITÀ

Art. 64 (Indici di densità in zona agricola)

Art. 65 - Interventi edificatori consentiti nelle zone di rispetto delle strade e delle ferrovie

Art. 65-bis - Salvaguardia dell'ambito aeroportuale

TITOLO IV - MODIFICHE ED INTEGRAZIONI ALLA LEGGE REGIONALE 2 SETTEMBRE 1974, N. 53, LEGGE REGIONALE 3 MARZO 1995, N. 9 E LEGGE REGIONALE 10 APRILE 1995, N. 28

Art. 66 - Modifiche alla legge regionale 2 settembre 1974, n. 53

Art. 67 - Modifiche alla legge regionale 3 marzo 1995, n. 9

Art. 68 - Modifiche alla legge regionale 10 aprile 1995, n. 28

Art. 69 - Modifiche alla legge regionale 16 dicembre 1997, n. 46

Art. 70 - Abrogazione di norme

Art. 71 - Disposizioni finali e transitorie

Art. 72 - Sanzioni

Art. 73 - Norma finanziaria

Indice

TITOLO I - NORME GENERALI E CONTENUTO DEL PIANO REGOLATORE GENERALE

CAPO I - NORME GENERALI

Art. 1 - Oggetto e finalità

CAPO II - CONTENUTO DEL PIANO REGOLATORE GENERALE

Art. 2 - Definizione e componenti del piano regolatore generale

Art. 3 - Parte strutturale del PRG

Art. 4 - Parte operativa del PRG

Art. 5 - Piano comunale dei servizi

Art. 6 - Situazioni insediative e dotazioni territoriali e funzionali minime

TITOLO II - COPIANIFICAZIONE E APPROVAZIONE DEL PRG

CAPO I - COPIANIFICAZIONE

Art. 7 - Copianificazione del PRG

Art. 8 - Sistema delle conoscenze e delle valutazioni

Art. 9 - Documento programmatico

Art. 10 - Conferenza di copianificazione

Art. 11 - Accordo preliminare di copianificazione

Art. 12 - Partecipazione dei privati

CAPO II - APPROVAZIONE DEL PRG E SUE VARIANTI

Art. 13 - Adozione della parte strutturale del PRG

Art. 14 - Verifica di carattere igienico-sanitario

Art. 15 - Conferenza istituzionale per la formazione del PRG

Art. 16 - Approvazione della parte strutturale del PRG

Art. 17 - Adozione ed approvazione della parte operativa del PRG

Art. 18 - Varianti del PRG

Art. 19 - Assistenza per la formazione del PRG

TITOLO III – ATTUAZIONE DEL PRG

CAPO I – STRUMENTI PER L’ATTUAZIONE DEL PRG

Art. 20 - Piano attuativo e modalità di intervento

Art. 21 - Piano attuativo di iniziativa pubblica

Art. 22 - Piano attuativo di iniziativa privata e mista

Art. 23 - Piano attuativo

Art. 24 - Adozione e approvazione del piano attuativo

Art. 25 - Verifica di carattere igienico-sanitario

Art. 27 - Intervento diretto per i nuovi insediamenti del PRG

Art. 28 - Attuazione del PRG tramite programma urbanistico

Art. 28-bis - Edilizia residenziale sociale

Art. 29 - Perequazione urbanistica

Art. 30 - Compensazioni

Art. 31 - Piano attuativo con modifiche al PRG

CAPO II - NORMEPER IL TERRITORIO AGRICOLO

Art. 32 - Finalità e definizioni

Art. 33 - Disposizioni di carattere generale e competenze dei comuni

Art. 34 - Realizzazione di nuovi edifici

Art. 35 - Interventi relativi agli edifici esistenti

Art. 35-bis - Vincoli

Art. 35-ter - Piano attuativo

TITOLO IV – FUNZIONI AMMINISTRATIVE

Art. 36 - Funzioni conferite alle province

Art. 37 - Funzioni conferite ai comuni

Art. 38 - Richiesta di atti

TITOLO V - MODIFICHE DI LEGGI

CAPO I - MODIFICHE DELLA LEGGE REGIONALE 3 MARZO 1995, N. 9

Art. 39 - Modificazione dell’art. 10

Art. 40 - Modificazione dell’art. 12

CAPO II - MODIFICHE DELLA LEGGE REGIONALE 10 APRILE 1995, N. 28

Art. 41 - Modificazioni e integrazioni dell’art. 16

Art. 42 - Modificazione dell’art. 17

CAPO III - MODIFICHE DELLA LEGGE REGIONALE 11 APRILE 1997, N. 13

Art. 43 - Modificazione dell’articolo 6

Art. 44 - Sostituzione dell’articolo 7

CAPO IV – MODIFICA DELLA LEGGE REGIONALE 3 MARZO 1999, N. 3

Art. 45 - Integrazione dell'articolo 110

CAPO V - MODIFICHE DELLA LEGGE REGIONALE 24 MARZO 2000, N. 27

Art. 46 - Sostituzione dell’art. 9 della L.R. n. 27/2000

Art. 47 - Sostituzione dell’art. 10 della L.R. n. 27/2000

Art. 48 - Integrazioni dell’art. 28 della L.R. n. 27/2000

CAPO VI - MODIFICHE DELLA LEGGE REGIONALE 18 FEBBRAIO 2004, N. 1

Art. 49 - Integrazioni dell’articolo 4

Art. 50 - Istituzione dell'articolo 5-bis

Art. 51 - Integrazione dell’articolo 8

Art. 52 - Integrazione dell’art. 12

Art. 53 - Modificazioni dell’articolo 20

Art. 54 - Integrazione dell’articolo 21

Art. 55 - Modificazione dell’art. 24

Art. 56 - Modificazioni dell’art. 25

Art. 57 - Integrazione dell’articolo 32

Art. 58 - Modificazioni dell’art. 45

CAPO VII - MODIFICHE DELLA LEGGE REGIONALE 3 NOVEMBRE 2004, N. 21

Art. 59 - Modificazione dell’articolo 3

Art. 60 - Modificazioni dell’art. 15

Art. 61 - Integrazioni all’articolo 17

TITOLO VI - NORME REGOLAMENTARI E DI INDIRIZZO

Art. 62 - Norme regolamentari e atti di indirizzo

TITOLO VII – RAPPORTO SULLA PIANIFICAZIONE E POTERI SOSTITUTIVI

Art. 63 - Informazioni

Art. 64 - Rapporto sulla pianificazione territoriale

Art. 65 - Poteri sostitutivi

TITOLO VIII - NORME SPECIALI PER LE AREE TERREMOTATE

CAPO I – RIQUALIFICAZIONE DELLE AREE TERREMOTATE

Art. 66 - Recupero urbanistico-edilizio

TITOLO IX - DISPOSIZIONI TRANSITORIE FINALI E FINANZIARIE

CAPO I - NORME TRANSITORIE E FINALI

Art. 67 - Norme transitorie inerenti gli strumenti urbanistici generali comunali

Art. 68 - Norme transitorie inerenti il piano attuativo

Art. 69 - Norme transitorie generali e finali

Art. 70 - Adeguamenti del PRG

CAPO II – INCENTIVI AI COMUNI E DISPOSIZIONI FINANZIARIE

Art. 71 - Incentivazione di forme associative fra i comuni

Art. 72 - Norma finanziaria

TITOLO X - ABROGAZIONI

Art. 73 – Abrogazioni

Indice

TITOLO I – NORME PER IL GOVERNO DEL TERRITORIO

CAPO I – IL GOVERNO DEL TERRITORIO

SEZIONE I - Disposizioni generali

Art. 1 – Oggetto

Art. 2 - Definizione di governo del territorio

Art. 3 - Finalità del governo del territorio

SEZIONE II - La pianificazione

Art. 4 - Definizione e finalità della pianificazione

Art. 5 - Le dimensioni della pianificazione

Art. 6 - Le pianificazioni ed i soggetti competenti

SEZIONE III - Gli istituti della pianificazione

Art. 7 - La cooperazione e la concertazione

Art. 8 - La partecipazione dei cittadini

Art. 9 - Modalità attuative di piani e programmi regionali

CAPO II – LA PIANIFICAZIONE REGIONALE

SEZIONE I - Piano urbanistico strategico territoriale

Art. 10 - Finalità del Piano Urbanistico Strategico Territoriale

Art. 11 - Contenuti del Piano Urbanistico Strategico Territoriale

Art. 12 - Elaborati del Piano Urbanistico Strategico Territoriale

Art. 13 - Procedimento di formazione, adozione e approvazione del Piano Urbanistico Strategico Territoriale

Art. 14 - Efficacia e durata del Piano Urbanistico Strategico Territoriale

SEZIONE II - Il Piano paesaggistico regionale

Art. 15 - Finalità e obiettivi del Piano Paesaggistico Regionale

Art. 16 - Contenuti del Piano Paesaggistico Regionale

Art. 17 - Elaborati del Piano Paesaggistico Regionale

Art. 18 - Procedimento di formazione, adozione e approvazione del Piano Paesaggistico Regionale

Art. 19 - Efficacia e norme di salvaguardia del Piano Paesaggistico Regionale

Art. 20 - Durata del Piano Paesaggistico Regionale

Art. 21 - Adeguamento degli strumenti di pianificazione al Piano Paesaggistico Regionale

Art. 22 - Osservatorio regionale per la qualità del paesaggio

CAPO III – MONITORAGGIO INTEGRATO DEL TERRITORIO

Art. 23 - Istituzione del Sistema Informativo regionale Ambientale e Territoriale

Art. 24 - Funzioni e compiti del Sistema Informativo regionale Ambientale e Territoriale

CAPO IV - LA PIANIFICAZIONE PROVINCIALE (IL PIANO TERRITORIALE DI COORDINAMENTO PROVINCIALE)

Art. 25 - Finalità del Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale

Art. 26 - Azione di coordinamento delle province

Art. 27 - Elaborati del Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale

Art. 28 - Copianificazione, formazione e approvazione del Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale

Art. 29 - Efficacia, durata e varianti del Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale

Art. 30 - Adeguamento del Piano Regolatore Generale al Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale

TITOLO II – DIRITTI EDIFICATORI ED INTERVENTI STRAORDINARI IN MATERIA EDILIZIA

CAPO I – DEFINIZIONE DELLE QUANTITÀ PREMIALI DI CUI ALLA LEGGE REGIONALE 10 LUGLIO 2008, N. 12 ED ALLA LEGGE REGIONALE 18 NOVEMBRE 2008, N. 17

Art. 31 - Definizione del valore convenzionale di cui al comma 3 dell'articolo 8 della legge regionale 10 luglio 2008, n. 12

Art. 32 - Determinazione della premialità per interventi in materia di sostenibilità ambientale degli edifici di cui alla legge regionale 18 novembre 2008, n. 17

CAPO II - INTERVENTI STRAORDINARI PER IL RILANCIO DELL’ECONOMIA E FINALIZZATI ALLA RIQUALIFICAZIONE ARCHITETTONICA, STRUTTURALE ED AMBIENTALE DEGLI EDIFICI ESISTENTI

Art. 33 - Finalità e ambito di applicazione

Art. 34 - Interventi di ampliamento degli edifici a destinazione residenziale

Art. 35 - Interventi di recupero su edifici a destinazione residenziale

Art. 36 - Interventi di ampliamento di edifici a destinazione produttiva

Art. 37 - Condizioni per gli interventi

Art. 38 - Disposizioni applicative

TITOLO III – MODIFICHE E ABROGAZIONI

CAPO I - MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 28 FEBBRAIO 2000, N. 13 (DISCIPLINA GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE, DEL BILANCIO, DELL’ORDINAMENTO CONTABILE E DEI CONTROLLI INTERNI DELLA REGIONE DELL’UMBRIA)

Art. 39 - Modifica all’articolo 5

Art. 40 - Modifiche all’articolo 7

Art. 41 - Modifica all’articolo 8

Art. 42 - Modifica all’articolo 9

Art. 43 - Modifica all’articolo 18

CAPO II - MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 24 MARZO 2000, N. 27 (PIANO URBANISTICO TERRITORIALE)

Art. 44 - Modifica del titolo della L.R. n. 27/2000

Art. 45 - Modifica della denominazione del Titolo I della L.R. n. 27/2000

Art. 46 - Modifica all’articolo 5

Art. 47 - Modifiche all’articolo 7

Art. 48 - Modifiche all’articolo 8

Art. 49 - Modifica all’articolo 12

Art. 50 - Modifica all’articolo 13

Art. 51 - Modifiche all’articolo 15

Art. 52 - Modifiche all’articolo 17

Art. 53 - Modifica all’articolo 22

Art. 54 - Integrazione alla L.R. n. 27/2000

Art. 55 - Modifica all’articolo 25

Art. 56 - Modifica all’articolo 26

Art. 57 - Modifiche all’articolo 29

Art. 58 - Modifica all’articolo 30

Art. 59 - Modifica all’articolo 31

Art. 60 - Modifica all’articolo 34

Art. 61 - Modifica all’articolo 46

Art. 62 - Modifica all’articolo 47

Art. 63 - Modifica all’articolo 50

Art. 64 - Modifica all’articolo 51

Art. 65 - Modifica all’articolo 71

Art. 66 - Modifica all’articolo 72

Art. 67 - Abrogazioni della L.R. n. 27/2000

CAPO III - MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 18 NOVEMBRE 2008, N. 17 (NORME IN MATERIA DI SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE DEGLI INTERVENTI URBANISTICI ED EDILIZI)

Art. 68 - Modifica all’articolo 15

CAPO IV - MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 18 FEBBRAIO 2004, N. 1 (NORME PER L’ATTIVITÀ EDILIZIA)

Art. 69 - Modifica all’articolo 4

Art. 70 - Modifica all’articolo 8

Art. 71 - Modifica all’articolo 14

Art. 72 - Modifiche all’articolo 17

Art. 73 - Modifica all’articolo 18

Art. 74 - Modifiche all’articolo 26

Art. 75 - Modifica all’articolo 38

Art. 76 - Modifica all’articolo 39

Art. 77 - Modifiche all’articolo 45

Art. 78 - Modifica all’articolo 46

CAPO V - MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 3 NOVEMBRE 2004, N. 21 (NORME SULLA VIGILANZA, RESPONSABILITÀ SANZIONI E SANATORIA IN MATERIA EDILIZIA)

Art. 79 - Modifiche all’articolo 3

Art. 80 - Modifica all’articolo 5

Art. 81 - Modifica all’articolo 6

Art. 82 - Modifica all’articolo 17

Art. 83 - Modifica all’articolo 18

CAPO VI - MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 22 FEBBRAIO 2005, N. 11 (NORME IN MATERIA DI GOVERNO DEL TERRITORIO: PIANIFICAZIONE URBANISTICA COMUNALE)

Art. 84 - Modifica dell’articolo 2

Art. 85 - Modifiche ed integrazioni all’articolo 3

Art. 86 - Modifica all’articolo 9

Art. 87 - Modifica all’articolo 15

Art. 88 - Modifiche ed integrazioni all’articolo 28

Art. 89 - Integrazione alla L.R. n. 11/2005

Art. 90 - Modifiche all’articolo 29

Art. 91 - Modifica all’articolo 32

Art. 92 - Modifiche all’articolo 34

Art. 93 - Modifiche all’articolo 35

Art. 94 - Integrazioni alla L.R. n. 11/2005

Art. 95 - Modifica dell’articolo 62

Art. 96 - Modifica all’articolo 64

Art. 97 - Modifica all’articolo 67

CAPO VII - MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 9 LUGLIO 2007, N. 23 (RIFORMA DEL SISTEMA AMMINISTRATIVO REGIONALE E LOCALE. UNIONE EUROPEA E RELAZIONI INTERNAZIONALI. INNOVAZIONE E SEMPLIFICAZIONE)

Art. 98 - Modifica all’articolo 14

CAPO VIII – ABROGAZIONI

Art. 99 - Abrogazione della legge regionale 10 aprile 1995, n. 28

CAPO IX – NORME TRANSITORIE E FINALI

Art. 100 - Norme transitorie e finali

Indice

TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI

Art. 1 - Finalità

Art. 2 - Sistema della pianificazione territoriale

Art. 3 - Attribuzione alle province di funzioni amministrative in materia urbanistica

Art. 4 - Attribuzione ai comuni di funzioni amministrative in materia di approvazione degli strumenti urbanistici attuativi

Art. 5 - Delega alle province di funzioni amministrative in materia di protezione delle bellezze naturali

Art. 6 - Delega ai comuni di funzioni amministrative in materia di protezione delle bellezze naturali

Art. 7 - Dichiarazione di compatibilità paesistico-ambientale e autorizzazione paesistica

TITOLO II - STRUMENTI DELLA PIANIFICAZIONE TERRITORIALE

CAPO I - PIANO PAESISTICO AMBIENTALE REGIONALE

Art. 8 - Contenuti del piano paesistico ambientale regionale

Art. 9 - Elaborati del piano paesistico ambientale regionale

CAPO II - PIANO DI INQUADRAMENTO TERRITORIALE

Art. 10 - Contenuti del piano di inquadramento territoriale

Art. 11 - Elaborati del piano di inquadramento territoriale

CAPO III - PIANI TERRITORIALI DI COORDINAMENTO PROVINCIALI

Art. 12 - Contenuti dei piani territoriali di coordinamento provinciali

CAPO IV - EFFETTI DELLA PIANIFICAZIONE SOVRACOMUNALE

Art. 13 - Attuazione ed efficacia del PPAR, del PIT e dei PTC

CAPO V - PIANO REGOLATORE GENERALE

Art. 14 - Strumenti urbanistici generali comunali

Art. 15 - Contenuti del piano regolatore generale

Art. 16 - Elaborati del piano regolatore generale

Art. 17 - Procedimento semplificato

Art. 18 - Calcolo del dimensionamento del piano regolatore generale e capacità insediativa teorica

Art. 19 - Zone territoriali omogenee

Art. 20 - Piano attuativo per i servizi

Art. 21 - Spazi pubblici per parco, gioco, sport ed attrezzature generali. Distanze minime

TITOLO III - PROCEDIMENTI DI FORMAZIONE DEGLI STRUMENTI DELLA PIANIFICAZIONE TERRITORIALE

CAPO I - PIANO PAESISTICO AMBIENTALE REGIONALE

Art. 22 - Procedimento di formazione e pubblicazione del PPAR

Art. 23 - Ulteriori disposizioni per la formazione e pubblicazione del PPAR

CAPO II - PIANO DI INQUADRAMENTO TERRITORIALE

Art. 24 - Procedimento di formazione del PIT

CAPO III - PIANI TERRITORIALI DI COORDINAMENTO PROVINCIALI

Art. 25 - Procedimento di formazione e pubblicazione del PTC

CAPO IV - PIANO REGOLATORE GENERALE

Art. 26 - Approvazione degli strumenti urbanistici comunali, dei regolamenti edilizi e delle relative varianti

Art. 26 bis - Varianti agli strumenti urbanistici

Art. 27 (Determinazione della provincia in ordine al piano regolatore generale)

Art. 28 (Approvazione del piano regolatore generale con modifiche)

Art. 29 (Restituzione)

TITOLO IV - STRUMENTI URBANISTICI ATTUATIVI

Art. 30 - Adozione e approvazione degli strumenti urbanistici attuativi

Art. 31 - Contenuto degli strumenti urbanistici attuativi

Art. 32 - Comparti edificatori

Art. 33 - Contenuto dei piani di lottizzazione

Art. 34 - Elaborati degli strumenti urbanistici attuativi

Art. 35 (Riepilogo informativo statistico)

Art. 36 - Pareri obbligatori

Art. 37 - Piani attuativi concernenti zone sottoposte a tutela paesaggistica

TITOLO V - MISURE DI SALVAGUARDIA

Art. 38 - Misure di salvaguardia del PPAR, del PIT e dei PTC

Art. 39 - Misure di salvaguardia degli strumenti urbanistici comunali

Art. 40 - Norme speciali

TITOLO VI - PROGRAMMA PLURIENNALE DI ATTUAZIONE

Art. 41 - Funzione del PPA

Art. 42 - Validità del PPA

Art. 43 - Comuni obbligati

Art. 44 - Contenuti del PPA

Art. 45 - Elaborati tecnici

Art. 46 - Procedure

Art. 47 - Varianti al PPA ed approvazione dei programmi successivi

Art. 48 - Potere sostitutivo

Art. 49 - Notizie al pubblico

Art. 50 - Espropriazione

Art. 51 - Rilascio delle concessioni

TITOLO VII - STRUTTURE DELLA PIANIFICAZIONE TERRITORIALE

Art. 52 - Fondo per l’esercizio delle funzioni attribuite e delegate alle province

Art. 53 - Fondo regionale di finanziamento per gli strumenti di pianificazione delle province e dei comuni

Art. 54 (Comitato regionale per il territorio)

Art. 55 - Comitato provinciale per il territorio

Art. 56 - Riunioni dei comitati

Art. 57 (Funzioni del comitato regionale)

Art. 58 - Funzioni del comitato provinciale

Art. 59 - Funzionamento dei comitati

Art. 60 - Conferenza dei comitati per il territorio

TITOLO VIII - DISPOSIZIONI IN MATERIA DI PROTEZIONE DELLE BELLEZZE NATURALI

Art. 61 - Organi comunali

Art. 62 - Pareri della soprintendenza

Art. 63 - Elenchi delle cose e località da sottoporre a tutela

Art. 64 - Piani territoriali paesistici

Art. 65 - Rinvio a norme statali

Art. 66 - Proventi delle sanzioni

TITOLO IX - CONCESSIONE EDILIZIA

Art. 67 - Concessione gratuita per gli imprenditori agricoli a titolo principale

Art. 68 - Limiti alle concessioni in deroga

Art. 69 - Mancato rilascio della concessione

Art. 70 - Decadenza della concessione

TITOLO X - ONERI DI URBANIZZAZIONE

Art. 71 - Riduzione degli oneri di urbanizzazione

Art. 72 - Adeguamento del contributo per le opere di urbanizzazione

TITOLO XI - DISPOSIZIONI FINALI E TRANSITORIE

Art. 73 - Direttive

Art. 74 - Disposizione finale

Art. 75 - Norma transitoria

Art. 75 bis - Cartografia, norma transitoria

Art. 76 - Disposizioni finanziarie

Art. 77 - Abrogazione di norme

Art. 78 - Dichiarazione d’urgenza

ALLEGATO 1 - Elenco dei comuni esonerati dal PPA ai sensi dell’articolo 43 della presente legge



Nota. Gli articoli con la rubrica tra parentesi sono stati abrogati.

Indice

TITOLO I - FINALITÀ E PRINCIPI GENERALI

CAPO I - FINALITÀ

Art. 1 – Scopo

Art. 2 - Finalità delle attività di governo del territorio e definizioni

CAPO II - PRINCIPI GENERALI E SOGGETTI DELLA PIANIFICAZIONE TERRITORIALE ED URBANISTICA REGIONALE

Art. 3 - Pianificazione territoriale ed urbanistica

Art. 4 - Funzioni e compiti amministrativi

Art. 5 - Trasparenza, partecipazione, informazione e cooperazione istituzionale

Art. 6 - Soggetti della pianificazione territoriale ed urbanistica

TITOLO II - PIANIFICAZIONE TERRITORIALE

CAPO I - PIANIFICAZIONE TERRITORIALE REGIONALE

Art. 7 - Pianificazione territoriale regionale

Art. 8 - Strumenti della pianificazione territoriale regionale

Art. 9 - Contenuti del PTRG

Art. 10 - Formazione ed adozione del PTRG

Art. 11 - Aggiornamento e variazione del PTRG

Art. 12 - Piani regionali di settore

Art. 13 - Efficacia del PTRG e dei piani regionali di settore

Art. 14 - Particolare efficacia del PTRG

Art. 15 - Relazione sullo stato della pianificazione

Art. 16 - Comitato regionale per il territorio

Art. 17 - Sistema informativo territoriale regionale

CAPO II - PIANIFICAZIONE TERRITORIALE PROVINCIALE

Art. 18 - Pianificazione territoriale provinciale

Art. 19 - Strumenti della pianificazione territoriale provinciale

Art. 20 - Contenuti del PTPG

Art. 20 bis - Conferenza di pianificazione

Art. 21 - Adozione e verifica del PTPG

Art. 22 - Aggiornamenti e variazioni del PTPG

Art. 23 - Piani provinciali di settore

Art. 24 - Efficacia del PTPG

Art. 25 - Misure di salvaguardia

Art. 26 (Organismi consultivi provinciali in materia di pianificazione territoriale ed urbanistica)

CAPO III - PIANIFICAZIONE TERRITORIALE DELLA CITTÀ METROPOLITANA DI ROMA

Art. 27 - Pianificazione territoriale della Città metropolitana di Roma

TITOLO III - PIANIFICAZIONE URBANISTICA COMUNALE

CAPO I - STRUMENTI DELLA PIANIFICAZIONE URBANISTICA COMUNALE E PIANO URBANISTICO COMUNALE GENERALE

Art. 28 - Strumenti della pianificazione urbanistica comunale

Art. 29 - Contenuti del PUCG - Disposizioni strutturali

Art. 30 - Contenuti del PUCG - Disposizioni programmatiche

Art. 31 - Specifica efficacia delle disposizioni programmatiche

Art. 32 - Conferenza di pianificazione

Art. 33 - Adozione e verifica del PUCG

Art. 34 - Aggiornamento e variazione del PUCG

Art. 35 - Efficacia del PUCG

Art. 36 - Misure di salvaguardia

Art. 37 - Relazione geologica, agro-pedologica, archeologica e di uso dei suoli

Art. 38 - PUCG in forma associata

CAPO II - PIANI URBANISTICI OPERATIVI COMUNALI

Art. 39 - Contenuti del PUOC

Art. 40 - Divieto di PUOC in variante

Art. 41 - Soggetti abilitati a redigere il PUOC

Art. 42 - Formazione ed adozione dei PUOC

Art. 43 - Efficacia del PUOC

Art. 44 - Contenuti e particolare efficacia dei PUOC

Art. 45 - Relazione sullo stato della pianificazione urbanistica comunale

CAPO III - ATTUAZIONE DELLA PIANIFICAZIONE URBANISTICA

Art. 46 - Attuazione degli strumenti di pianificazione urbanistica previa espropriazione degli immobili

Art. 47 - Società di trasformazione urbana

Art. 48 - Attuazione dei PUOC mediante comparti edificatori

Art. 49 - Accordi di programma

Art. 50 - Decadenza dei vincoli

Art. 50 bis - Norme di semplificazione concernenti le varianti urbanistiche per la realizzazione di opere pubbliche o di pubblica utilità

TITOLO IV - TUTELA E DISCIPLINA DELL’USO AGRO-FORESTALE DEL SUOLO

CAPO I - INDIRIZZI PER LA REDAZIONE DEGLI STRUMENTI URBANISTICI

Art. 51 – Finalità

Art. 52 - Assetto agro-forestale del territorio

Art. 53 (Indirizzi per la redazione dei PUCG)

Art. 53 bis - Indirizzi per la redazione dei regolamenti edilizi

CAPO II - EDIFICAZIONE IN ZONA AGRICOLA

Art. 54 - Trasformazioni urbanistiche in zona agricola

Art. 55 - Edificazione in zona agricola

Art. 56 - Insediamenti residenziali estensivi

Art. 57 - Piani di utilizzazione aziendale

Art. 58 - Vincolo di inedificabilità

TITOLO V - TUTELA E RECUPERO DEGLI INSEDIAMENTI URBANI STORICI

CAPO I - FINALITÀ

Art. 59 - Finalità

Art. 60 - Definizione degli insediamenti urbani storici aggregati o centri storici e degli insediamenti storici puntuali

CAPO II - PROGRAMMAZIONE REGIONALE

Art. 61 - Programma pluriennale regionale di intervento per gli insediamenti urbani storici

TITOLO VI - DISPOSIZIONI TRANSITORIE E FINALI

CAPO I - DISPOSIZIONI TRANSITORIE

Art. 62 - Primo PTRG

Art. 63 - Verifica di compatibilità dei piani regionali di settore esistenti

Art. 63 bis - Primo PTPG e prima verifica di compatibilità del PUCG

Art. 64 - Disposizioni transitorie per la Città metropolitana di Roma

Art. 65 - Termini per l’adozione dei PUCG

Art. 65 bis - Disposizioni transitorie per le zone agricole

Art. 66 - Applicazione transitoria delle vigenti leggi urbanistiche

Art. 66 bis - Disposizioni transitorie per la formazione ed approvazione dello strumento urbanistico generale del Comune di Roma

Art. 67 - Disposizioni transitorie per il comitato

CAPO II - DISPOSIZIONI FINALI

Art. 68 - Compatibilità urbanistico-territoriale ed ambientale degli interventi ed opere di interesse regionale e provinciale

Art. 69 - Istruzioni tecniche per la redazione degli strumenti di pianificazione territoriale ed urbanistica subregionali

Art. 70 - Criteri generali per l’adozione dei regolamenti edilizi

Art. 71 - Regolamenti edilizi

Art. 72 - Criteri per i PUCG per la stima dei fabbisogni di spazi per le diverse funzioni

Art. 73 - Sportello urbanistico

Art. 74 - Poteri sostitutivi

Art. 75 - Collaborazione fra le strutture tecniche

Art. 76 - Convenzioni tra enti pubblici e privati

Art. 77 - Disposizione finale

Art. 78 – Abrogazioni

Art. 79 - Risorse per l'esercizio delle funzioni e dei compiti amministrativi in materia di territorio ed urbanistica

Art. 80 - Dichiarazione d'urgenza

Nota. Gli articoli con la rubrica tra parentesi sono stati abrogati.

Indice

PARTE I - PIANIFICAZIONE DEL TERRITORIO

TITOLO I - OGGETTO E CRITERI ISPIRATORI

Art. 1 - Oggetto e criteri ispiratori

TITOLO II - STRUMENTI DI GOVERNO DEL TERRITORIO

CAPO I - DISPOSIZIONI GENERALI

Art. 2 - Correlazione tra gli strumenti di pianificazione territoriale

Art. 3 - Strumenti per il coordinamento e l’integrazione delle informazioni

Art. 4 - Valutazione ambientale dei piani

Art. 5 - Osservatorio permanente della programmazione territoriale

CAPO II - PIANIFICAZIONE COMUNALE PER IL GOVERNO DEL TERRITORIO

Art. 6 - Pianificazione comunale

Art. 7 - Piano di governo del territorio

Art. 8 - Documento di piano

Art. 9 - Piano dei servizi

Art. 10 - Piano delle regole

Art. 10 bis - Disposizioni speciali per i comuni con popolazione inferiore o pari a 2.000 abitanti

Art. 11 - Compensazione, perequazione ed incentivazione urbanistica

Art. 12 - Piani attuativi comunali

Art. 13 - Approvazione degli atti costituenti il piano di governo del territorio

Art. 14 - Approvazione dei piani attuativi e loro varianti. Interventi sostitutivi

CAPO III - PIANO TERRITORIALE DI COORDINAMENTO PROVINCIALE

Art. 15 - Contenuti del piano territoriale di coordinamento provinciale

Art. 16 - Conferenza dei comuni, delle comunità montane e degli enti gestori delle aree regionali protette

Art. 17 - Approvazione del piano territoriale di coordinamento provinciale

Art. 18 - Effetti del piano territoriale di coordinamento provinciale

CAPO IV - PIANO TERRITORIALE REGIONALE

Art. 19 - Oggetto e contenuti del piano territoriale regionale

Art. 20 - Effetti del piano territoriale regionale. Piano territoriale regionale d’area

Art. 21 - Approvazione del piano territoriale regionale. Approvazione dei piani territoriali regionali d’area

Art. 22 - Aggiornamento del piano territoriale regionale

CAPO V - SUPPORTO AGLI ENTI LOCALI

Art. 23 - Supporto agli enti locali

Art. 24 - Erogazione di contributi

CAPO VI - DISPOSIZIONI TRANSITORIE PER IL TITOLO II

Art. 25 - Norma transitoria

Art. 26 - Adeguamento dei piani

PARTE II - GESTIONE DEL TERRITORIO

TITOLO I - DISCIPLINA DEGLI INTERVENTI SUL TERRITORIO

CAPO I - DISPOSIZIONI GENERALI

Art. 27 - Definizioni degli interventi edilizi

Art. 28 - Regolamento edilizio

Art. 29 - Procedura di approvazione del regolamento edilizio

Art. 30 - Commissione edilizia

Art. 31 - Albo dei commissari ad acta

Art. 32 - Sportello unico per l’edilizia

CAPO II - PERMESSO DI COSTRUIRE

Art. 33 - Trasformazioni soggette a permesso di costruire

Art. 34 - Interventi su beni paesaggistici

Art. 35 - Caratteristiche del permesso di costruire

Art. 36 - Presupposti per il rilascio del permesso di costruire

Art. 37 - Competenza al rilascio del permesso di costruire

Art. 38 - Procedimento per il rilascio del permesso di costruire

Art. 39 - Intervento sostitutivo

Art. 40 - Permesso di costruire in deroga

CAPO III - DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITÀ

Art. 41 - Interventi realizzabili mediante denuncia di inizio attività

Art. 42 - Disciplina della denuncia di inizio attività

CAPO IV - CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE

Art. 43 - Contributo di costruzione

Art. 44 - Oneri di urbanizzazione

Art. 45 - Scomputo degli oneri di urbanizzazione

Art. 46 - Convenzione dei piani attuativi

Art. 47 - Cessioni di aree per opere di urbanizzazione primaria

Art. 48 - Costo di costruzione

CAPO V - SANZIONI

Art. 49 - Sanzioni

Art. 50 - Poteri regionali di annullamento e di inibizione

CAPO VI - DISCIPLINA DEI MUTAMENTI DELLE DESTINAZIONI D'USO DI IMMOBILI E DELLE VARIAZIONI ESSENZIALI

Art. 51 - Disciplina urbanistica

Art. 52 - Mutamenti di destinazione d’uso con e senza opere edilizie

Art. 53 - Sanzioni amministrative

Art. 54 - Determinazione delle variazioni essenziali

TITOLO II- NORME PER IL GOVERNO DELLE ACQUE E PER LA DIFESA DEL SUOLO NEI SOTTOBACINI IDROGRAFICI DELLA REGIONE LOMBARDIA – PREVENZIONE DEI RISCHI GEOLOGICI, IDROGEOLOGICI E SISMICI

Art. 55 - Attività regionali per il governo delle acque, la difesa del suolo e la prevenzione dei rischi geologici, idrogeologici e sismici

Art. 55 bis - Progetti strategici di sottobacino idrografico

Art. 56 - Componente geologica, idrogeologica e sismica del piano territoriale di coordinamento provinciale

Art. 57 - Componente geologica, idrogeologica e sismica del piano di governo del territorio

Art. 58 - Contributi ai comuni e alle province per gli studi geologici, idrogeologici e sismici

TITOLO III - NORME IN MATERIA DI EDIFICAZIONE NELLE AREE DESTINATE ALL’AGRICOLTURA

Art. 59 - Interventi ammissibili

Art. 60 - Presupposti soggettivi e oggettivi

Art. 61 - Norma di prevalenza

Art. 62 - Interventi regolati dal piano di governo del territorio

Art. 62 bis - Norma transitoria

TITOLO IV - ATTIVITÀ EDILIZIE SPECIFICHE

CAPO I - RECUPERO AI FINI ABITATIVI DEI SOTTOTETTI ESISTENTI

Art. 63 - Finalità e presupposti

Art. 64 - Disciplina degli interventi

Art. 65 - Ambiti di esclusione

CAPO II - NORME INERENTI ALLA REALIZZAZIONE DEI PARCHEGGI

Art. 66 - Localizzazione e rapporto di pertinenza

Art. 67 - Disciplina degli interventi

Art. 68 - Utilizzo del patrimonio comunale

Art. 69 - Regime economico

CAPO III - NORME PER LA REALIZZAZIONE DI EDIFICI DI CULTO E DI ATTREZZATURE DESTINATE A SERVIZI RELIGIOSI

Art. 70 - Finalità

Art. 71 - Ambito di applicazione

Art. 72 - Rapporti con la pianificazione comunale

Art. 73 - Modalità e procedure di finanziamento

TITOLO V - BENI PAESAGGISTICI

CAPO I - ESERCIZIO DELLE FUNZIONI REGIONALI

Art. 74 - Dichiarazione di notevole interesse pubblico di aree ed immobili

Art. 75 - Modificazioni e integrazioni degli elenchi dei beni soggetti a tutela

Art. 76 - Contenuti paesaggistici del piano territoriale regionale

Art. 77 - Coordinamento della pianificazione paesaggistica con altri strumenti di pianificazione

Art. 78 - Commissioni regionali

Art. 79 - Adempimenti della Giunta regionale

CAPO II - AUTORIZZAZIONI E SANZIONI

Art. 80 - Ripartizione delle funzioni amministrative

Art. 81 - Istituzione delle commissioni per il paesaggio

Art. 82 - Modalità per il rilascio dell’autorizzazione paesaggistica

Art. 83 - Sanzioni amministrative a tutela del paesaggio

Art. 84 - Criteri per l’esercizio delle funzioni amministrative in materia di tutela dei beni paesaggistici

Art. 85 - Supporto agli enti locali

Art. 86 - Interventi sostitutivi in caso di inerzia o di ritardi

TITOLO VI - PROCEDIMENTI SPECIALI E DISCIPLINE DI SETTORE

CAPO I - DISCIPLINA DEI PROGRAMMI INTEGRATI DI INTERVENTO

Art. 87 - Programmi integrati di intervento

Art. 88 - Ambiti e obiettivi

Art. 89 - Interventi su aree destinate all’agricoltura

Art. 90 - Aree per attrezzature pubbliche e di interesse pubblico o generale

Art. 91 - Attivazione dei programmi integrati di intervento

Art. 92 - Approvazione dei programmi integrati di intervento

Art. 93 - Attuazione dei programmi integrati di intervento

Art. 94 - Programmi di recupero urbano e programmi integrati di recupero

Art. 94 bis - Trasformazione urbanistica del territorio e permesso di costruire

CAPO II - ALTRI PROCEDIMENTI SPECIALI

Art. 95 - Disposizioni generali di raccordo con leggi regionali di finanziamento

Art. 96 - Modifiche alla legge regionale 12 aprile 1999, n. 10 “Piano territoriale d’area Malpensa. Norme speciali per l’aerostazione intercontinentale Malpensa 2000”

Art. 97 - Sportello unico per le attività produttive

Art. 98 - Disposizioni straordinarie per la tutela della sicurezza e dell’ordine pubblico

Art. 98 bis - Localizzazione dei centri di telefonia in sede fissa

Art. 99 - Norma finanziaria

TITOLO VII - DISPOSIZIONI TRANSITORIE E FINALI

Art. 100 - Norma generale di riferimento

Art. 101- Programmi pluriennali di attuazione

Art. 102 - Piano territoriale paesistico regionale

Art. 102 bis - Norme speciali di salvaguardia

Art. 103 - Disapplicazione di norme statali

Art. 104 - Abrogazioni

Indice

TITOLO I - PRINCIPI GENERALI

CAPO I - FINALITÀ E LIVELLI DI PIANIFICAZIONE

Art. 1 – Oggetto

Art. 2 – Contenuti e finalità

Art. 3 - Livelli di pianificazione

Art. 4 – Valutazione ambientale strategica (VAS) degli strumenti di pianificazione territoriale

CAPO II - FORME DI CONCERTAZIONE E PARTECIPAZIONE NELLA PIANIFICAZIONE

Art. 5 – Concertazione e partecipazione

Art. 6 - Accordi tra soggetti pubblici e privati

Art. 7 - Accordo di programma

CAPO III – COORDINAMENTO E INTEGRAZIONE DELLE INFORMAZIONI

Art. 8 - Osservatorio della pianificazione territoriale ed urbanistica

Art. 9 – Cartografia tecnica regionale

Art. 10 - Quadro conoscitivo e basi informative

Art. 11 – Parametri per la validazione del quadro conoscitivo

TITOLO II - STRUMENTI DI GOVERNO DEL TERRITORIO

CAPO I - PIANIFICAZIONE COMUNALE PER IL GOVERNO DEL TERRITORIO

SEZIONE I - Piano regolatore comunale

Art. 12 – Il Piano Regolatore Comunale

Art. 13 – Contenuti del Piano di assetto del territorio (PAT)

Art. 14 – Procedimento di formazione, efficacia e varianti del piano di assetto del territorio

Art. 15 – Procedimento di formazione del piano di assetto del territorio mediante procedura concertata tra Comune e Provincia

Art. 16 – Contenuti, procedimento di formazione e varianti del Piano di assetto del territorio intercomunale (PATI)

Art. 17 – Contenuti del Piano degli interventi (PI)

Art. 18 – Procedimento di formazione, efficacia e varianti del Piano degli interventi

Art. 18 bis – Interventi in diretta attuazione degli strumenti urbanistici generali

SEZIONE II – Attuazione della pianificazione urbanistica

Art. 19 – Piani urbanistici attuativi (PUA)

Art. 20 – Procedimento di formazione, efficacia e varianti del piano urbanistico attuativo

Art. 21 – Comparto urbanistico

CAPO II – PIANIFICAZIONE PROVINCIALE PER IL GOVERNO DEL TERRITORIO

Art. 22 – Contenuti del piano territoriale di coordinamento provinciale (PTCP)

Art. 23 – Procedimento di formazione, efficacia e varianti del piano territoriale di coordinamento provinciale

CAPO III – PIANIFICAZIONE REGIONALE PER IL GOVERNO DEL TERRITORIO

Art. 24 – Contenuti del piano territoriale regionale di coordinamento (PTRC)

Art. 25 – Procedimento di formazione, efficacia e varianti del Piano territoriale regionale di coordinamento

Art. 26 – Progetti strategici

Art. 27 – Valutazione tecnica regionale (VTR)

CAPO IV – NORME PARTICOLARI SUI PROCEDIMENTI

Art. 28 – Intese

Art. 29 – Misure di salvaguardia

Art. 30 - Annullamento dei provvedimenti comunali e poteri sostitutivi

TITOLO III – AREE PER SERVIZI E VINCOLI

Art. 31 – Dimensionamento e aree per servizi

Art. 32 – Dotazioni di aree per servizi nei Piani Urbanistici Attuativi

Art. 33 – Aree non pianificate

Art. 34 – Vincoli urbanistici preordinati all'esproprio

TITOLO IV – NORME SPECIFICHE

Art. 35 – Perequazione urbanistica

Art. 36 – Riqualificazione ambientale e credito edilizio

Art. 37 – Compensazione urbanistica

Art. 38 – Società di trasformazione urbana

Art. 39 – Cessione di aree per edilizia residenziale pubblica

Art. 40 – Centri storici e beni culturali

Art. 41 – Zone di tutela e fasce di rispetto

Art. 42 – Progetti di particolare rilievo

TITOLO V – TUTELA ED EDIFICABILITÀ DEL TERRITORIO AGRICOLO

Art. 43 – Tutela del territorio agricolo nel Piano Regolatore Comunale

Art. 44 – Edificabilità

Art. 45 – Vincoli

TITOLO VI - NORME FINALI

Art. 46 – Attività di indirizzo

Art. 47 – Contributi

Art. 48 – Disposizioni transitorie

Art. 49 – Abrogazioni

Art. 50 – Disposizioni sull'applicazione della legge

Art. 51 – Dichiarazione d'urgenza

Indice

TITOLO I - PRINCIPI

Art. 1 - Principi fondamentali

TITOLO II - PIANIFICAZIONE REGIONALE

Art. 2 - Natura e obiettivi del piano territoriale paesistico

Art. 3 - Impianto normativo del PTP

Art. 4 - Contenuto del PTP

Art. 5 - Varianti al PTP

Art. 6 - Riconsiderazione del PTP

Art. 7 - Misure di salvaguardia riguardanti le varianti al PTP e relative deroghe

Art. 8 - Deroghe alle determinazioni del PTP

Art. 9 - Attuazione del PTP e controllo dinamico della stessa

Art. 10 - Disciplina degli altri strumenti regionali aventi attinenza con la pianificazione urbanistica e/o paesaggistica

TITOLO III - PIANIFICAZIONE COMUNALE

Art. 11 - Piano regolatore generale comunale urbanistico e paesaggistico

Art. 12 - Contenuti ed elaborati del PRG

Art. 13 - Adeguamento dei PRG

Art. 14 - Modifiche e varianti al PRG

Art. 15 - Procedure per la formazione, l'adozione e l'approvazione delle varianti sostanziali al PRG

Art. 16 - Procedure per la formazione, l'adozione e l'approvazione delle varianti non sostanziali al PRG

Art. 17 - Procedure per la formazione e l'approvazione delle modifiche al PRG

Art. 18 - Pubblicazione di varianti previste da leggi di settore

Art. 19 - Riconsiderazione del PRG

Art. 20 - Misure di salvaguardia

Art. 21 - Mezzi di conoscenza e di informazione

Art. 22 - Zone territoriali

Art. 23 - Spazi da riservare per i servizi locali e limiti di densità edilizia, altezza e distanza

Art. 24 - Indici urbanistici

Art. 25 - Azione delle Comunità montane

TITOLO IV - ACCORDI - INTESE - OPERE PUBBLICHE COMUNALI, INTERCOMUNALI E DELLE COMUNITÀ MONTANE - STRUTTURE PER RADIOTELECOMUNICAZIONI - IMPIANTI DI ENERGIA EOLICA

Art. 26 - Accordi di programma

Art. 27 - Procedura di formazione degli accordi di programma

Art. 28 - Pubblicazione degli accordi di programma

Art. 29 - Intesa per le opere di interesse regionale

Art. 30 - Intesa per le opere pubbliche di interesse statale

Art. 31 - Opere pubbliche comunali, intercomunali e delle Comunità montane

Art. 32 - Strutture per le radiotelecomunicazioni

Art. 32 bis - Disposizioni relative agli impianti di energia eolica

TITOLO V - AMBITI INEDIFICABILI

CAPO I - AREE BOSCATE, ZONE UMIDE E LAGHI, TERRENI SEDI DI FRANE, A RISCHIO DI INONDAZIONI, DI VALANGHE O SLAVINE

Art. 33 - Aree boscate

Art. 34 - Zone umide e laghi

Art. 35 - Classificazione dei terreni sedi di frane o di fenomeni di trasporto in massa e relativa disciplina d'uso

Art. 36 - Disciplina d'uso dei terreni a rischio di inondazioni

Art. 37 - Classificazione dei terreni soggetti al rischio di valanghe o slavine e relativa disciplina d'uso

Art. 38 - Compiti dei Comuni

CAPO II - FASCE DI RISPETTO

Art. 39 - Disposizioni comuni

Art. 40 - Fasce di rispetto stradali

Art. 41 - Fasce di rispetto dei corsi d'acqua e delle vasche di carico

Art. 42 - Fasce di tutela, rispetto e protezione delle captazioni e delle opere di stoccaggio delle acque per consumo umano

Art. 43 - Ulteriori fasce di rispetto

TITOLO VI - PIANI, PROGRAMMI E PROGETTI ATTUATIVI

CAPO I - PROGETTI E PROGRAMMI ATTUATIVI DEL PTP

Art. 44 - Progetti e programmi integrati

Art. 45 - Progetti operativi integrati

Art. 46 - Programmi integrati

Art. 47 - Programmi di sviluppo turistico

CAPO II - PIANI E PROGRAMMI ATTUATIVI DEL PRG

Art. 48 - Piani urbanistici di dettaglio

Art. 49 - PUD di iniziativa privata

Art. 50 - PUD di iniziativa pubblica

Art. 51 - Programmi integrati, intese e concertazioni per la riqualificazione del territorio

Art. 52 - Disciplina applicabile nelle zone territoriali di tipo A

TITOLO VII - DISCIPLINA DELL'ATTIVITà EDILIZIA

CAPO I - REGOLAMENTO EDILIZIO E COMMISSIONE EDILIZIA

Art. 53 - Regolamento edilizio

Art. 54 - Regolamento edilizio tipo. Approvazione del regolamento edilizio

Art. 55 - Commissione edilizia

Art. 56 - Colore e arredo urbano

Art. 57 - Poteri del Sindaco per l'applicazione del regolamento edilizio e sanzioni

Art. 58 - Poteri del Sindaco di ordinare manutenzioni

CAPO II - LEGITTIMAZIONE DELL'ATTIVITà EDILIZIA

Art. 59 - Titoli abilitativi

Art. 60 - Concessione edilizia

Art. 61 - Denuncia di inizio dell'attività o di esecuzione di varianti in corso d'opera

Art. 62 - Opere dei Comuni

Art. 63 - Certificato urbanistico

CAPO III – ONEROSITà DELLE CONCESSIONI EDILIZIE

Art. 64 - Contributo per il rilascio della concessione

Art. 65 - Determinazione degli oneri di urbanizzazione

Art. 66 - Determinazione del costo di costruzione per i nuovi edifici e per gli interventi su edifici esistenti a destinazione residenziale

Art. 67 - Edilizia convenzionata

Art. 68 - Concessione gratuita

Art. 69 - Concessioni relative ad opere o impianti non destinati alla residenza

Art. 70 - Versamento del contributo afferente alla concessione

Art. 71 - Destinazione dei proventi delle concessioni

Art. 72 - Ritardato o omesso versamento del contributo afferente alla concessione

CAPO IV - DESTINAZIONE D'USO

Art. 73 - Destinazioni d'uso e relative categorie

Art. 74 - Mutamento della destinazione d'uso

TITOLO VIII - VIGILANZA E SANZIONI

Art. 75 - Vigilanza sulle trasformazioni urbanistiche o edilizie

Art. 76 - Provvedimenti urgenti in sede di vigilanza

Art. 77 - Provvedimenti conseguenti all'esecuzione di trasformazioni in assenza di concessione, in totale difformità da essa o con variazioni essenziali

Art. 78 - Definizione delle trasformazioni in totale difformità dalla concessione o con variazioni essenziali

Art. 79 - Provvedimenti conseguenti alla realizzazione di ristrutturazioni edilizie in assenza di concessione o in totale difformità dalla concessione

Art. 80 - Provvedimenti conseguenti a difformità parziali

Art. 81 - Provvedimenti conseguenti a trasformazioni abusive in immobili di proprietà della Regione, di Comuni o di Comunità montane

Art. 82 - Provvedimenti conseguenti alle violazioni in tema di denuncia di inizio dell'attività o di esecuzione di varianti in corso d'opera

Art. 83 - Annullamento della concessione

Art. 84 - Sanatoria

Art. 85 - Lottizzazione abusiva

Art. 86 - Soggetti responsabili

Art. 87 - Procedura per la riduzione in pristino e poteri sostitutivi

TITOLO IX - POTERI DI DEROGA E DI ANNULLAMENTO

Art. 88 - Poteri di deroga

Art. 89 - Annullamento di provvedimenti comunali

TITOLO X - NORME FINALI

Art. 90 - Disposizioni relative al piano regolatore della conca di Pila

Art. 90 bis - Ampliamento di esercizi di ristorazione e di strutture alberghiere nelle more dell'adeguamento dei PRG

Art. 90 ter - Volumi destinati a centro benessere in alcune tipologie di strutture ricettive

Art. 91 - Vincoli preordinati all'espropriazione e vincoli che comportano inedificabilità

Art. 92 - Opere costruite su aree soggette al divieto di attività edificatoria ai sensi di norme regionali non più vigenti

Art. 93 - Pubblicità stradale

Art. 94 - Servitù militari

Art. 95 - Norme di integrazione delle vigenti disposizioni statali in materia di altezza minima e di requisiti igienico-sanitari dei locali di abitazione

Art. 96 - Modificazioni

Art. 97- Applicazione di disposizioni statali in materia edilizia e urbanistica

Art. 98 - Abrogazioni

Art. 99 - Disposizioni transitorie

Art. 100 - Entrata in vigore

Indice

Art. 1 - Oggetto della legge

TITOLO I - PRINCIPI GENERALI DELLA PIANIFICAZIONE

CAPO I – DISPOSIZIONI GENERALI

Art. 2 - Funzioni ed obiettivi della pianificazione

Art. 3 - Processo di pianificazione

Art. 4 - Quadro conoscitivo

Art. 5 - Valutazione di sostenibilità e monitoraggio dei piani

Art. 6 - Effetti della pianificazione

Art. 7 - Perequazione urbanistica

Art. 7 bis - Concorso alla realizzazione delle politiche di edilizia residenziale sociale

Art. 7 ter - Misure urbanistiche per incentivare la qualificazione del patrimonio edilizio esistente

Art. 8 - Partecipazione dei cittadini alla pianificazione

CAPO II – LIVELLI, STRUMENTI ED EFFICACIA DELLA PIANIFICAZIONE

Art. 9 - Livelli della pianificazione

Art. 10 - Strumenti della pianificazione generale e settoriale

Art. 11 - Efficacia delle previsioni dei piani

Art. 12 - Salvaguardia

CAPO III – FORME DI COOPERAZIONE E CONCERTAZIONE NELLA PIANIFICAZIONE

Art. 13 - Metodo della concertazione istituzionale

Art. 14 - Conferenze e accordi di pianificazione

Art. 15 - Accordi territoriali

Art. 16 - Atti di indirizzo e coordinamento

Art. 17 - Coordinamento e integrazione delle informazioni e utilizzo dei supporti informatici

Art. 18 - Accordi con i privati

CAPO IV – SEMPLIFICAZIONE DEL SISTEMA DELLA PIANIFICAZIONE

Art. 19 - Carta unica del territorio

Art. 20 - Pianificazione generale comprensiva della pianificazione settoriale

Art. 21 - PTCP con effetti di piani di altre amministrazioni

Art. 22 - Modificazione della pianificazione sovraordinata

Titolo II - STRUMENTI E CONTENUTI DELLA PIANIFICAZIONE

CAPO I – PIANIFICAZIONE TERRITORIALE REGIONALE

Art. 23 - Piano Territoriale Regionale (PTR)

Art. 24 (Piano Territoriale Paesistico Regionale (PTPR))

Art. 25 - Procedimento di approvazione del PTR

CAPO II - PIANIFICAZIONE TERRITORIALE PROVINCIALE

Art. 26 - Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale (PTCP)

Art. 27 - Procedimento di approvazione del PTCP

Art. 27 bis - Procedimento per varianti specifiche al PTCP

CAPO III - PIANIFICAZIONE URBANISTICA COMUNALE

SEZIONE I - Strumenti della pianificazione urbanistica comunale

Art. 28 - Piano Strutturale Comunale (PSC)

Art. 29 - Regolamento Urbanistico ed Edilizio (RUE)

Art. 30 - Piano Operativo Comunale (POC)

Art. 31 - Piani Urbanistici Attuativi (PUA)

SEZIONE II - Procedimenti di approvazione

Art. 32 - Procedimento di approvazione del PSC

Art. 32 bis - Procedimento per varianti specifiche al PSC

Art. 33 - Procedimento di approvazione del RUE

Art. 34 - Procedimento di approvazione del POC

Art. 35 - Procedimento di approvazione dei PUA

Capo IV - CONTENUTI DELLA PIANIFICAZIONE

Art. 36 - Contenuti della pianificazione

TITOLO III - OPERE PUBBLICHE E ACCORDI DI PROGRAMMA

Art. 36 bis - Localizzazione delle opere pubbliche

Art. 36 ter - Procedimento unico per l'approvazione dei progetti di opere pubbliche e di interesse pubblico

Art. 36 quater - Definizioni

Art. 36-quinquies – Partecipazione

Art. 36 sexies - Approvazione del progetto preliminare

Art. 36 septies - Approvazione del progetto definitivo

Art. 36 octies - Procedimento unico semplificato

Art. 37 - Localizzazione delle opere di interesse statale

Art. 38 - Opere di interesse regionale o provinciale

Art. 39 - Opere di interesse comunale

Art. 40 - Accordi di programma in variante alla pianificazione territoriale e urbanistica

TITOLO III-BIS - TUTELA E VALORIZZAZIONE DEL PAESAGGIO

Art. 40-bis - Principi generali per la tutela e valorizzazione del paesaggio

Art. 40-ter - Compiti della Regione e politica per il paesaggio

Art. 40-quater - Piano Territoriale Paesaggistico Regionale

Art. 40-sexies - Coordinamento della pianificazione paesaggistica con gli altri strumenti di pianificazione

Art. 40-septies - Progetti regionali di tutela, recupero e valorizzazione del paesaggio

Art. 40-octies - Osservatorio regionale per la qualità del paesaggio

Art. 40-nonies - Compiti delle Province

Art. 40-decies - Compiti dei Comuni

Art. 40-undecies - Autorizzazione paesaggistica

Art. 40-duodecies - Commissione regionale per il paesaggio

Art. 40-terdecies - Procedimenti di competenza della Commissione regionale per il paesaggio

TITOLO IV - DISPOSIZIONI TRANSITORIE E FINALI

CAPO I – NORME TRANSITORIE

Art. 41 - Attuazione degli strumenti urbanistici vigenti e loro modificazioni

Art. 42 - Conclusione dei procedimenti in itinere

Art. 43 - Adeguamento dei piani provinciali e comunali alla presente legge

Art. 44 - Norme relative alle concessioni edilizie e agli altri titoli abilitativi

CAPO II - NORME FINALI

Art. 45 (Conferimento di funzioni in materia di espropriazione per pubblica utilità)

Art. 46 - Conferimento di funzioni in materia di urbanistica e di opere abusive

Art. 47 - Modifiche all'art. 27 della L.R. 7 dicembre 1978, n. 47

Art. 48 - Interventi finanziari a favore di Province e Comuni

Art. 49 (Contributi per i progetti di tutela, recupero e valorizzazione)

Art. 50 - Norma finanziaria

Art. 51 - Monitoraggio e bilancio della pianificazione - Istituzione dell'Archivio regionale della pianificazione

Art. 52 - Abrogazioni

ALLEGATO - CONTENUTI DELLA PIANIFICAZIONE



Nota. Gli articoli con la rubrica tra parentesi sono stati abrogati.

Indice



TITOLO I - NORME GENERALI

Art. 1 - Finalità della legge

Art. 2 - Soggetti della pianificazione del territorio

Art. 3 - Strumenti e livelli di pianificazione

TITOLO II - PIANIFICAZIONE TERRITORIALE

Art. 4 - Processo di pianificazione del territorio

Art. 5 - Contenuti del Piano Territoriale

Art. 6 - Elaborati del Piano Territoriale

Art. 7 - Formazione e approvazione dei Piani Territoriali

Art. 8 - Efficacia dei Piani Territoriali

Art. 8 bis - Attuazione dei Piani territoriali

Art. 8 ter - Progetto Territoriale Operativo

Art. 8 quater - Elaborati del Progetto Territoriale Operativo

Art. 8 quinquies - Formazione e approvazione del Progetto Territoriale Operativo e del Piano Paesistico

Art. 8 sexies - Validità ed efficacia del Progetto Territoriale Operativo

Art. 9 - Provvedimenti cautelari e definitivi a tutela dell'ambiente e del paesaggio

Art. 9 bis - Dissesti e calamità naturali

Art. 9 ter - Concorso dei Comuni e delle Comunità Montane alla formazione dei Piani Territoriali di competenza provinciale e metropolitana

Art. 10 - Varianti ai Piani Territoriali

Art. 10 bis - Stato di attuazione del processo di pianificazione

TITOLO III - PIANIFICAZIONE A LIVELLO COMUNALE

Art. 11- Finalità del Piano Regolatore Generale comunale e intercomunale

Art. 12 - Contenuti del Piano Regolatore Generale

Art. 13 - Prescrizioni operative del Piano Regolatore Generale

Art. 14 - Elaborati del Piano Regolatore Generale

Art. 15 - Formazione e approvazione del Piano Regolatore Generale Comunale

Art. 16 - Piani Regolatori intercomunali di Comuni consorziati e di Comunità Montane

Art. 17 - Varianti e revisioni del Piano Regolatore Generale, comunale e intercomunale

Art. 18 - Efficacia del Piano Regolatore Generale comunale e intercomunale

Art. 19 - Obbligo dei Comuni di dotarsi di un Piano Regolatore Generale

TITOLO IV - NORME PER LA FORMAZIONE DEL PIANO REGOLATORE GENERALE COMUNALE O INTERCOMUNALE

Art. 20 - Capacità insediativa residenziale

Art. 21 - Standards urbanistici e servizi sociali ed attrezzature a livello comunale

Art. 22 - Standards urbanistici: servizi sociali ed attrezzature di interesse generale

Art. 23 - Densità territoriali e densità fondiarie minime e massime nelle zone residenziali

Art. 24 - Norme generali per i beni culturali ambientali

Art. 25 - Norme per le aree destinate ad attività agricole

Art. 26 - Norme generali per la localizzazione ed il riuso di aree ed impianti industriali artigianali commerciali e terziari

Art. 27 - Fasce e zone di rispetto

Art. 28 - Accessi a strade statali e provinciali

Art. 29 - Sponde dei laghi, dei fiumi, dei torrenti e dei canali

Art. 30 - Zone a vincolo idrogeologico e zone boscate

Art. 31 - Opere di interesse pubblico nelle zone soggette a vincolo

TITOLO IV bis - NUOVE PROCEDURE PER LA PIANIFICAZIONE COMUNALE

Art. 31 bis - Conferenza di pianificazione

Art. 31 ter - Procedure di formazione ed approvazione delle varianti strutturali al piano regolatore generale

TITOLO V - ATTUAZIONE DEL PIANO REGOLATORE GENERALE

Art. 32 - Strumenti urbanistici ed amministrativi per l'attuazione del Piano Regolatore Generale

Art. 33 - Programma di attuazione comunale o intercomunale

Art. 34 - Contenuto del programma di attuazione

Art. 35 - Elaborati del programma di attuazione

Art. 36 - Obbligo di formazione del programma pluriennale di attuazione P.P.A.

Art. 37 - Approvazione ed efficacia del programma di attuazione

Art. 37 bis - Deliberazione sul Programma operativo delle opere e degli interventi pubblici

Art. 38 - Contenuto del Piano particolareggiato

Art. 39 - Elaborati del Piano particolareggiato

Art. 40 - Formazione, approvazione ed efficacia del piano particolareggiato

Art. 41 - Piano per l'edilizia economica e popolare

Art. 41 bis - Piano di recupero del patrimonio edilizio esistente

Art. 42 - Piano delle aree per insediamenti produttivi

Art. 43 - Piano esecutivo convenzionato e piano di recupero di libera iniziativa

Art. 44 - Piano esecutivo convenzionato obbligatorio

Art. 45 - Contenuto delle convenzioni relative ai piani esecutivi

Art. 46 - Comparti di intervento e di ristrutturazione urbanistica ed edilizia. Esproprio ed utilizzazione degli immobili espropriati

Art. 47 - Piani tecnici esecutivi di opere pubbliche

TITOLO VI - CONTROLLO DELLE MODIFICAZIONI DELL'USO DEL SUOLO

Art. 48 - Disciplina delle attività comportanti trasformazione urbanistica ed edilizia, mantenimento degli immobili, modifica delle destinazioni di uso e utilizzazione delle risorse naturali

Art. 48 bis (Certificato urbanistico I)

Art. 49 - Caratteristiche e validità della concessione

Art. 50 - Poteri sostitutivi in caso di mancato rilascio di concessione

Art. 51 - Opere di urbanizzazione primaria e secondaria

Art. 52 - Definizione degli oneri di urbanizzazione e delle aliquote dei costi di costruzione. Adempimenti comunali

Art. 53 – Convenzione-quadro regionale per la rilocalizzazione e la ristrutturazione di impianti produttivi di insediamenti commerciali e direzionali e per il riuso delle aree rese libere

Art. 54 - Concessioni per costruzioni temporanee e campeggi

Art. 55 - Attività estrattive, discariche, reinterri

Art. 56 (Interventi soggetti ad autorizzazione)

Art. 57 (Abitabilità ed usabilità delle costruzioni)

Art. 58 - Misure di salvaguardia

TITOLO VII - VIGILANZA E SANZIONI

Art. 59 - Vigilanza sulle costruzioni e sulle opere di modificazione del suolo e del sottosuolo

Art. 60 - Controllo partecipativo

Art. 61 - Sospensione di attività compiute con inosservanza di norme e prescrizioni

Art. 62 - Attuazione del divieto di opere

Art. 63 - Sanzioni amministrative per mancato o ritardato pagamento del contributo per la concessione

Art. 64 - Sanzioni amministrative per opere eseguite in totale difformità o assenza della concessione

Art. 65 (Sanzioni amministrative per opere in parziale difformità dalla concessione)

Art. 66 - Sanzioni amministrative conseguenti all'annullamento della concessione

Art. 67 - Poteri sostitutivi e relativi oneri

Art. 68 - Annullamento di concessione e di autorizzazione

Art. 69 - Altre sanzioni amministrative

Art. 70 - Procedimento per le sanzioni amministrative

TITOLO VIII - DELEGA DI ESERCIZIO DELLE FUNZIONI REGIONALI IN MATERIA DI ESPROPRIAZIONE PER PUBBLICA UTILITÀ

Art. 71 - Delega delle funzioni espropriative

Art. 72 - Funzioni espropriative non delegate

Art. 73 - Poteri sostitutivi

TITOLO IX - ORGANI TECNICI E CONSULTIVI

Art. 74 - Individuazione e organizzazione delle funzioni

Art. 75 - Uffici comunali e intercomunali di programmazione, di pianificazione e di gestione urbanistica

Art. 76 - Commissione Tecnica Urbanistica C.T.U.

Art. 77 - Compiti della Commissione Tecnica Urbanistica

Art. 77 bis - Compiti della Commissione Tecnica Urbanistica e della Commissione Regionale per la tutela e la valorizzazione dei beni culturali ed ambientali riunite in seduta congiunta

Art. 78 - Efficacia dei pareri della Commissione Tecnica Urbanistica

Art. 79 - Progettazione degli Strumenti Urbanistici

TITOLO X - DISPOSIZIONI TRANSITORIE E FINALI

Art. 80 (Prima formazione dei Piani Socio-Economici e Territoriali)

Art. 80 bis (Interventi di interesse regionale nelle more di approvazione del primo Piano Territoriale)

Art. 81 - Perimetrazione degli abitati

Art. 82 (Previsioni insediative nella formazione e nell'adeguamento dei Piani Regolatori Generali fino all'approvazione del primo Piano Territoriale)

Art. 83 - Programmi pluriennali di attuazione nei Comuni non dotati di Piano Regolatore ai sensi del Titolo III. Limitazioni all'attività costruttiva per i Comuni privi di strumento urbanistico adeguato alle prescrizioni del Titolo III

Art. 84 - Limitazioni della capacità insediativa nel primo e nel secondo programma di attuazione

Art. 85 - Disciplina transitoria dell'attività costruttiva

Art. 86 - Adeguamento dei Piani particolareggiati vigenti

Art. 87 (Regolamenti edilizi e criteri regionali per l'edificazione)

Art. 88 - Impianti produttivi ubicati in zone improprie

Art. 89 (Norme transitorie per l'approvazione dei piani di sviluppo economico e sociale delle Comunità Montane fino all'approvazione dei Piani Territoriali)

Art. 90 - Approvazione degli strumenti urbanistici generali adottati prima dell'entrata in vigore della presente legge

Art. 91- Approvazione degli Statuti dei consorzi

Art. 91 bis - Commissione regionale per la tutela e la valorizzazione dei beni culturali e ambientali

Art. 91 ter - Proroga dei termini

Art. 91 quater - Tutela dello strato attivo del suolo coltivato

Art. 91 quinquies - Interventi ammessi in aree non comprese nei programmi pluriennali di attuazione in regime transitorio

Art. 91 sexies (Obbligo del rilascio del certificato urbanistico)

Art. 91 septies (Installazioni di impianti ed antenne per teleradiocomunicazioni)

Art. 91 octies - Eliminazione delle barriere architettoniche

Art. 92 - Disposizioni finali



Nota. Gli articoli con la rubrica tra parentesi sono stati abrogati.

Indice

TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI

Art. 1 - Oggetto della legge

Art. 2 - Partecipazione

Art. 3 - Principi generali della Pianificazione Territoriale Urbanistica

Art. 4 - Sussidiarietà

Art. 5 - I sistemi della Pianificazione Territoriale Urbanistica

Art. 6 - Modalità di intervento e di uso

Art. 7 - Gli ambiti della Pianificazione Territoriale

Art. 8 - Sistema informativo territoriale e Osservatorio delle trasformazioni territoriali (S.I.T.O.)

Art. 8 bis - Politica del paesaggio e istituzione dell’'Osservatorio Regionale per il Paesaggio

Art. 9 - Nucleo di valutazione urbanistico-territoriale

Art. 10 - Valutazione di Sostenibilità, di Impatto Ambientale e strategica

TITOLO II - PARTECIPAZIONE E CONCERTAZIONE

Art. 11 - Partecipazione dei cittadini

Art. 12 - Concertazione istituzionale

Art. 13 - Conferenze di pianificazione

Art. 14 - Conferenze di servizi

Art. 15 - Accordo di programma

TITOLO III - OPERE DI INTERESSE GENERALE

Art. 16 - Opere di interesse statale

TITOLO IV - STRUMENTI E CONTENUTI DELLA PIANIFICAZIONE

Art. 17 - Quadro Territoriale Regionale (Q.T.R.)

Art. 17 bis - Valenza Paesaggistica del QTR e Piani Paesaggistici di Ambito

Art. 18 - Piano territoriale di coordinamento provinciale (P.T.C.P.)

Art. 19 - Strumenti di Pianificazione Comunale

Art. 20 - Piano strutturale comunale (P.S.C.)

Art. 20 bis - Piano Strutturale in forma Associata (P.S.A.)

Art. 21 - Regolamento Edilizio ed Urbanistico (R.E.U.)

Art. 22 - Norme particolari per il porto di Gioia Tauro

Art. 23 - Piano Operativo Temporale (P.O.T.)

Art. 24 - Piani Attuativi Unitari

TITOLO V - PROCEDURE DI FORMAZIONE ED APPROVAZIONE DEGLI STRUMENTI DI INDIRIZZO E DI PIANIFICAZIONE TERRITORIALE

Art. 25 - Formazione ed approvazione del Quadro Territoriale Regionale (Q.T.R.)

Art. 25 bis - Formazione ed approvazione dei Piani Paesaggistici d'Ambito (PPd'A)

Art. 26 - Formazione ed approvazione del Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale (P.T.C.P.)

Art. 27 - Formazione ed approvazione del Piano Strutturale Comunale (P.S.C.)

Art. 27 bis - Formazione ed approvazione del Piano Strutturale in forma Associata (P.S.A.)

Art. 28 - Intervento sostitutivo provinciale

Art. 29 - Formazione ed approvazione del Piano Operativo Temporale ( P.O.T.)

Art. 30 - Formazione ed approvazione dei Piani Attuativi Unitari ( P.A.U.)

Art. 31 - Comparti edificatori

Art. 32 - Strumenti di pianificazione negoziata

Art. 33 - Programma integrato d'intervento (P.I.N.T.)

Art. 34 - Programma di recupero urbano (P.R.U.)

TITOLO VI - TUTELA E RECUPERO DEL PATRIMONIO EDILIZIO E URBANISTICO

Art. 35 - Programmi di riqualificazione urbana (RIURB)

Art. 36 - Programmi di recupero degli insediamenti abusivi (P.R.A.)

Art. 37 - Interventi di bonifica urbanistica-edilizia

Art. 38 - Fondo per il risanamento e recupero dei centri storici

Art. 39 - Finalità dei programmi d’area

Art. 40 - Programmi d'area

Art. 41 - Modalità di predisposizione del Programma d'Area

Art. 42 - Procedimento di approvazione del Programma d'Area

Art. 43 - Contenuti dell'accordo relativo al Programma d'Area

Art. 44 - Soggetti attuatori del Programma d'Area

Art. 45 - Autorità di programma

Art. 46 - Conferenza di programma del Programma d'Area

Art. 47 - Approvazione regionale dei programmi d'area

Art. 48 - Insediamenti urbani storici

Art. 49 - Miglioramenti tecnologici

TITOLO VII - PIANIFICAZIONE DEL TERRITORIO AGRO-FORESTALE

Art. 50 - Assetto agricolo forestale del territorio

Art. 51 - Interventi in zona agricola

Art. 52 - Criteri per l’edificazione in zona agricola

TITOLO VIII - DISPOSIZIONI ORIZZONTALI

Art. 53 - Standard urbanistici

Art. 53 bis - Edilizia sostenibile

Art. 54 - Perequazione urbanistica

Art. 55 - Società di trasformazione urbana

Art. 56 - Vincolo di inedificabilità

Art. 57 - Disciplina del mutamento delle destinazioni d’uso degli immobili

TITOLO IX - MISURE DI SALVAGUARDIA

Art. 58 - Misure di salvaguardia

Art. 59 - Misure di salvaguardia del P.T.C.P.

Art. 60 - Misure di salvaguardia del P.S.C.

TITOLO X - DELEGA DI FUNZIONI E COMPETENZE

Art. 61 - Conferimento di funzioni in materia di urbanistica e di opere abusive

Art. 62 - Adempimenti della Regione

Art. 63 - Adeguamenti ed aggiornamenti

Art. 64 - Adempimenti delle Province

Art. 65 - Approvazione ed adeguamento degli strumenti urbanistici comunali in fase di prima applicazione della legge

TITOLO XI - DISPOSIZIONI FINALI

Art. 66 - Atti regionali di indirizzo, coordinamento e attuazione

Art. 67 - Poteri sostitutivi regionali e provinciali

Art. 68 - Supporti tecnici e finanziari per la formazione di strumenti urbanistici

Art. 69 - Qualificazione e valorizzazione professionale

Art. 70 - Società di certificazione urbanistica (S.C.U.)

Art. 71 - Sportello unico

Art. 72 - Sistema informativo provinciale

Art. 73 - Abrogazione di precedenti norme

Art. 74 - Pubblicazione

CAPO I – NORME IN MATERIA DI PIANO TERRITORIALE REGIONALE

Art. 1 (Finalità)

Art. 2 (Definizioni)

Art. 3 (Attribuzioni della Regione)

Art. 4 (Attribuzioni del Comune)

Art. 5 (Finalità strategiche del PTR)

Art. 6 (Contenuti ed elementi del PTR)

Art. 7 (Formazione del PTR)

Art. 8 (Adozione e approvazione del PTR)

CAPO II – NORME IN MATERIA DI LOCALIZZAZIONE DI INFRASTRUTTURE STRATEGICHE

Art. 9 - Finalità

Art. 10 - Sospensione temporanea dell’edificabilità

Art. 11 - Società di Trasformazione Urbana Regionale

CAPO III – NORME TRANSITORIE

Art. 12 - Norme transitorie



Nota. Gli articoli con la rubrica racchiusa da parentesi sono stati abrogati.

Indice

PARTE I - URBANISTICA

TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI

Art. 1 - Finalità

Art. 2 - Definizioni

Art. 3 - Attribuzioni del Comune

Art. 4 - Attribuzioni della Provincia

Art. 5 - Attribuzioni della Regione

Art. 6 - Intese con lo Stato

TITOLO II - PIANIFICAZIONE TERRITORIALE

Capo I - Pianificazione territoriale regionale

Art. 7 - Funzioni e obiettivi della pianificazione

Art. 8 - Finalità strategiche del PTR

Art. 9 - Elementi del PTR

Art. 10 - Formazione del PTR

Art. 11 - Contenuti prescrittivi del PTR

Art. 12 - Efficacia

Capo II - Piani regionali di settore e piani territoriali infraregionali

Art. 13 - Piani di settore

Art. 14 - Piani territoriali infraregionali

Capo III - Strumenti e contenuti della pianificazione comunale

Art. 15 - Piano strutturale comunale

Art. 16 - Finalità strategiche del PSC

Art. 17 - Procedura di formazione del PSC

Art. 18 - Conferenza di pianificazione

Art. 19 - Intesa di pianificazione

Art. 20 - Salvaguardia

Art. 21 - Piano operativo comunale

Art. 22 - Procedura di formazione del POC

Art. 23 - Decadenza dei vincoli

Art. 24 - Accelerazione di procedure

Art. 25 - Piani attuativi comunali

Capo IV - Pianificazione sovracomunale

Art. 26 - Requisiti per la pianificazione sovracomunale

Art. 27 - Affidamento della predisposizione degli strumenti urbanistici

Art. 28 - Delega della funzione della pianificazione

Art. 29 - Ente di pianificazione intercomunale

Art. 30 - Contenuti della pianificazione sovracomunale

Capo V - Perequazione urbanistica e compensazione territoriale

Art. 31 - Perequazione urbanistica

Art. 32 - Compensazione urbanistica

Art. 33 - Compensazione territoriale

TITOLO III - INFORMATIZZAZIONE E MONITORAGGIO

Art. 34 - Informatizzazione degli strumenti urbanistici

Art. 35 - Supporti informativi e cartografici

Art. 36 - Rapporti annuali sullo stato del territorio

PARTE II - DISCIPLINA DELL’ATTIVITÀ EDILIZIA

TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI

Art. 37 (Recepimento della normativa statale)

Art. 38 (Regolamento edilizio)

Art. 39 (Misure per la promozione della bioedilizia, della bioarchitettura e del rendimento energetico nell’edilizia)

Art. 40 - Interventi relativi a impianti di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili

Art. 41 (Monitoraggio dei certificati di regolarità contributiva in edilizia)

Art. 42 (Commissione edilizia)

Art. 43 (Sportello unico per l’edilizia)

Art. 44 (Categorie delle destinazioni d’uso)

Art. 45 (Certificato urbanistico e valutazione preventiva)

Art. 46 (Area di pertinenza urbanistica)

Art. 47 (Interventi finalizzati all’abbattimento delle barriere architettoniche)

Art. 48 (Interventi subordinati a denuncia di inizio attività)

Art. 49 (Strutture temporanee)

Art. 50 (Disposizioni applicative)

Art. 51 (Disposizioni applicative in materia di ristrutturazione edilizia)

Art. 52 (Rinvio)

Art. 53 - Procedimento autorizzativo in materia di telefonia mobile

PARTE III - PAESAGGIO

TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI

Art. 54 - Finalità

Art. 55 - Beni paesaggistici

Art. 56 - Commissioni provinciali

Art. 57 - Valenza paesaggistica del PTR

TITOLO II - CONTROLLO E GESTIONE DEI BENI SOGGETTI A TUTELA

Art. 58 – Modalità per il rilascio dell’autorizzazione paesaggistica

Art. 59 - Commissioni locali per il paesaggio

Art. 60 - Autorità competente al rilascio dell’autorizzazione paesaggistica in via transitoria

PARTE IV - POTESTÀ REGOLAMENTARE

Art. 61 - Potestà regolamentare

PARTE V - NORME FINALI E TRANSITORIE

Art. 62 - Osservatorio regionale della pianificazione territoriale e urbanistica, dell’edilizia e del paesaggio

Art. 63 - Norme finali e transitorie

Art. 63 bis - Norme transitorie per la formazione degli strumenti urbanistici generali comunali e loro varianti fino all'entrata in vigore del PTR

Art. 63 ter - Validità temporale e salvaguardia degli strumenti urbanistici generali comunali e loro varianti di cui all'articolo 63 bis

Art. 63 quater - Norme transitorie per gli strumenti urbanistici attuativi comunali e loro varianti fino all'entrata in vigore del PTR

Art. 64 - Abrogazioni

Art. 65 - Rinvio

Art. 66 - Entrata in vigore

Nota. Gli articoli con la rubrica racchiusa tra parentesi sono stati abrogati.



INDICE



Art. 1 - Procedure per l'avvio della riforma della pianificazione territoriale della Regione

Art. 2 - Norma transitoria nelle more dell'approvazione del Piano del governo del territorio

Art. 3 - Norme finanziarie

Art. 4 - Entrata in vigore



TESTO



Art. 1 - Procedure per l'avvio della riforma della pianificazione territoriale della Regione

1. La presente legge avvia la riforma per il governo del territorio finalizzata a stabilire le norme fondamentali per la disciplina delle procedure di formazione degli strumenti di pianificazione territoriale, il riordino e la manutenzione della materia urbanistica, in attuazione dello Statuto speciale, nel rispetto della Costituzione, dei vincoli derivanti dall'ordinamento comunitario e degli obblighi internazionali.

2. La Regione dispone il riassetto della materia dell'urbanistica e della pianificazione territoriale in attuazione del principio di sussidiarietà, adeguatezza e semplificazione, uso razionale del territorio e ai fini della trasparenza, snellimento, partecipazione, completezza dell'istruttoria, efficienza, efficacia ed economicità dell'azione amministrativa.

3. La Regione svolge la funzione della pianificazione territoriale attraverso il Piano del governo del territorio che si compone del Documento territoriale strategico regionale e della Carta dei valori.

4. I Comuni partecipano attivamente alla formazione dei documenti di cui al comma 3.

5. Il Documento territoriale strategico regionale è lo strumento con il quale la Regione stabilisce le strategie della propria politica territoriale, individua i sistemi locali territoriali e ne definisce i caratteri, indirizza e coordina la pianificazione degli enti territoriali, nonché i piani di

settore.

6. La Carta dei valori è il documento nel quale sono contenuti i valori fondamentali della Regione, gli elementi del territorio che devono essere disciplinati, tutelati e sviluppati da parte dei soggetti territorialmente competenti in quanto costituiscono, per vocazione e potenzialità, patrimonio identitario della Regione il cui riconoscimento è presupposto fondamentale per il corretto governo e per la cura del territorio.

7. La Giunta regionale impartisce le linee guida per la formazione del Piano del governo del territorio e del Rapporto ambientale. Le linee guida, entro trenta giorni dalla loro deliberazione, sono sottoposte al parere del Consiglio delle autonomie locali e della competente Commissione consiliare che si devono esprimere entro novanta giorni, trascorsi i quali i pareri si intendono acquisiti.

8. Il servizio competente in materia di pianificazione territoriale regionale predispone il Piano di governo del territorio e il Rapporto ambientale mediante valutazione ambientale strategica (VAS) di cui al decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 (Norme in materia ambientale), e successive modifiche, in successive fasi con presentazione e discussione in apposite Conferenze di pianificazione.

9. Alle Conferenze di pianificazione, convocate e presiedute dall’Assessore competente alla pianificazione territoriale, partecipano la Regione, le Province, i Comuni e gli altri Enti istituzionali competenti in materia territoriale, nonché i soggetti competenti in materia ambientale e paesaggistica che possono presentare contributi relativi agli interessi di propria spettanza finalizzati alla formazione del Piano del governo del territorio e del Rapporto ambientale.

10. Alle Conferenze di pianificazione possono altresì partecipare gli altri soggetti portatori di interessi afferenti il territorio, preventivamente individuati dalla Giunta regionale, al fine di apportare ulteriori elementi di conoscenza per la formazione del Piano del governo del territorio e del Rapporto ambientale. Della indizione delle Conferenze viene dato avviso nel Bollettino Ufficiale della Regione e nel sito internet della Regione. Qualsiasi interessato può partecipare al procedimento tramite apporti documentali. Il Servizio competente in materia di pianificazione territoriale regionale tiene conto, ai fini della redazione del Piano del governo del territorio e del Rapporto ambientale, dei risultati delle Conferenze di pianificazione.

11. Il Piano del governo del territorio è sottoposto agli adempimenti relativi alle consultazioni transfrontaliere di cui all'articolo 32 del decreto legislativo 152/2006.

12. Il Piano del governo del territorio con il Rapporto ambientale è sottoposto al parere del Consiglio delle autonomie locali e della competente Commissione consiliare ed è adottato con decreto del Presidente della Regione, previa deliberazione della Giunta regionale.

13. Il Piano del governo del territorio con il Rapporto ambientale, adottato dalla Giunta regionale, è pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione e nel sito internet della Regione e depositato per la libera consultazione presso il Servizio competente in materia di pianificazione territoriale regionale.

14. Entro il termine di sessanta giorni dalla pubblicazione chiunque può presentare osservazioni. Nel medesimo periodo i soggetti competenti in materia ambientale e paesaggistica rendono il parere circostanziato.

15. Il Servizio competente in materia di pianificazione territoriale regionale redige la relazione valutativa di piano entro novanta giorni dalla scadenza di cui al comma 14.

16. La relazione valutativa di piano è il documento di sintesi che contiene la cronistoria del procedimento di formazione del Piano del governo del territorio e di valutazione ambientale strategica (VAS), valuta gli apporti dei soggetti competenti in materia ambientale e paesaggistica e le osservazioni pervenute.

17. Il Piano del governo del territorio con il Rapporto ambientale è sottoposto al parere della competente Commissione consiliare, è approvato, previa deliberazione della Giunta regionale, con decreto del Presidente della Regione, è pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione ed entra in vigore il giorno successivo alla pubblicazione. L'avviso dell'avvenuta approvazione è pubblicato contestualmente nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, in un quotidiano a diffusione regionale e nazionale e nel sito internet della Regione.

18. Ai fini della procedura di valutazione ambientale strategica (VAS) l'autorità procedente e l'autorità competente si identificano nella Giunta regionale che individua, su proposta della struttura regionale competente in materia di pianificazione territoriale, anche i soggetti competenti in materia ambientale e paesaggistica, nonché la Regione Veneto, l’Austria e la Slovenia.

19. La documentazione costituita da studi, analisi e documenti tecnici in possesso dell’Amministrazione regionale dal 1978, tra cui la documentazione tecnica contenuta nel Piano urbanistico regionale generale (PURG), nel Piano territoriale regionale generale (PTRG), nel Piano territoriale regionale strategico (PTRS) e nel Piano territoriale regionale (PTR) adottato, può essere utilizzata nella formazione del Piano del governo del territorio.

20. Sono abrogati gli articoli 1 e 2 della legge regionale 13 dicembre 2005, n. 30 (Norme in materia di piano territoriale regionale).

21. Al comma 1 dell’articolo 63 bis della legge regionale 23 febbraio 2007, n. 5 (Riforma dell’urbanistica e disciplina dell’attività edilizia e del paesaggio), le parole: “Fino all’entrata in vigore del PTR, e comunque non oltre due anni dall’entrata in vigore della L.R. 21 ottobre 2008, n. 12 (Integrazioni e modifiche alla legge regionale 5/2007 “Riforma dell’urbanistica e disciplina dell’attività edilizia e del paesaggio”),” sono soppresse.



Art. 2 - Norma transitoria nelle more dell'approvazione del Piano del governo del territorio

1. Nelle more dell'approvazione dello strumento di pianificazione regionale di cui all'articolo 1, il Piano urbanistico regionale generale vigente (PURG), approvato con decreto del Presidente della Giunta regionale 15 settembre 1978, n. 0826/Pres. (Approvazione del progetto definitivo del Piano urbanistico regionale generale del Friuli-Venezia Giulia), può essere modificato, secondo i criteri e le procedure individuati dal presente articolo, nei seguenti casi:

a) adeguamento a norme statali e comunitarie;

b) coordinamento con gli altri strumenti di pianificazione regionale;

c) introduzione di nuove misure dirette allo sviluppo turistico, economico o alla tutela e valorizzazione del territorio della Regione.

2. In deroga a quanto previsto dal comma 1, nei casi previsti dalle lettere b) e c) del comma 1 il Piano urbanistico regionale generale (PURG) può essere modificato entro il termine di due anni dall’entrata in vigore della presente legge.

3. Le modifiche di cui al comma 1 vengono predisposte dall’Amministrazione regionale sulla base di appositi indirizzi programmatici e settoriali che sono sottoposti al parere del Consiglio delle autonomie locali e della competente Commissione consiliare. I pareri vengono espressi nel termine di novanta giorni, trascorsi i quali gli stessi si intendono acquisiti.

4. Gli elaborati cartografici e normativi redatti per la variante di cui al comma 1 sono sottoposti al parere del Consiglio delle autonomie locali e della competente Commissione consiliare e adottati dalla Giunta regionale. Gli elaborati sono depositati presso la struttura regionale competente in materia di pianificazione territoriale e pubblicati sul sito internet della Regione. Nel termine di novanta giorni dalla pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione dell’avviso di deposito chiunque può formulare osservazioni.

5. Il Presidente della Regione approva gli elaborati, previa deliberazione della Giunta regionale, con le eventuali modifiche apportate in recepimento del parere del Consiglio delle autonomie locali, della Commissione consiliare e delle osservazioni accolte. Il decreto di approvazione è pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione ed entra in vigore il giorno della sua pubblicazione.

6. La procedura disciplinata dal presente articolo è soggetta a valutazione ambientale strategica (VAS) di cui al decreto legislativo 152/2006 e successive modifiche. La Giunta regionale con deliberazione disciplina le fasi del processo di valutazione ambientale strategica da svolgersi all'interno della procedura di modifica del Piano urbanistico regionale generale (PURG).



Art. 3 - Norme finanziarie

1. Gli oneri derivanti dal disposto di cui agli articoli 1 e 2 fanno carico all’unità di bilancio 3.1.1.1056 e al capitolo 1733 dello stato di previsione del bilancio pluriennale per gli anni 2009-2011 e del bilancio per l’anno 2009.



Art. 4 - Entrata in vigore

1. La presente legge entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione.

Indice

TITOLO I - PRINCIPI GENERALI

Art. 1 - Oggetto della legge

Art. 2 - Principi informatori della pianificazione territoriale

Art. 3 - Pianificazione territoriale di livello regionale

Art. 4 - Pianificazione territoriale di livello provinciale

Art. 5 - Pianificazione territoriale di livello comunale

Art. 6 - Conferenze di pianificazione

Art. 7 - Acquisizione e gestione delle conoscenze per la pianificazione

TITOLO II - PIANIFICAZIONE TERRITORIALE DI LIVELLO REGIONALE

Art. 8 - Contenuti del Piano territoriale regionale

Art. 9 - Quadro descrittivo

Art. 10 - Documento degli obiettivi

Art. 11 - Quadro strutturale

Art. 12 - Specificazioni settoriali o di ambito

Art. 13 - Efficacia del Piano territoriale regionale

Art. 14 - Procedimento di adozione del Piano territoriale regionale

Art. 15 - Procedimento di approvazione del Piano territoriale regionale

Art. 16 - Specificazione, aggiornamento, verifica, e varianti del Piano territoriale regionale

TITOLO III - PIANIFICAZIONE TERRITORIALE DI LIVELLO PROVINCIALE

Art. 17 - Contenuti del Piano territoriale di coordinamento provinciale

Art. 18 - Descrizione fondativa

Art. 19 - Documento degli obiettivi

Art. 20 - Struttura del piano

Art. 21 - Efficacia del Piano territoriale di coordinamento provinciale

Art. 22 - Procedimento di approvazione del Piano territoriale di coordinamento provinciale

Art. 23 - Aggiornamento, verifica e varianti del Piano territoriale di coordinamento provinciale

TITOLO IV - PIANIFICAZIONE TERRITORIALE DI LIVELLO COMUNALE

CAPO I - STRUTTURA E CONTENUTI DEL PIANO URBANISTICO COMUNALE

Art. 24 - Elementi costitutivi del Piano urbanistico comunale

Art. 25 - Descrizione fondativa

Art. 26 - Documento degli obiettivi

Art. 27 - Struttura del piano

Art. 28 - Ambiti di conservazione e riqualificazione

Art. 29 - Distretti di trasformazione

Art. 30 - Norme di conformità

Art. 31 - Norme di congruenza

Art. 32 - Sistema delle infrastrutture e dei servizi pubblici

Art. 33 - Peso insediativi

Art. 34 - Revisione degli standard urbanistici

Art. 35 - Disciplina delle aree di produzione agricola

Art. 36 - Territorio di presidio ambientale

Art. 37 - Territori non insediabili

CAPO II - PROCEDIMENTO DI FORMAZIONE DEL PIANO URBANISTICO COMUNALE

Art. 38 - Progetto preliminare del Piano urbanistico comunale

Art. 39 - Parere della Regione e della Provincia sul progetto preliminare di Piano urbanistico comunale

Art. 40 - Progetto definitivo del Piano urbanistico comunale

Art. 41 - Pubblicazione ed entrata in vigore del Piano urbanistico comunale

Art. 42 - Misure di salvaguardia

CAPO III - AGGIORNAMENTO, VARIAZIONE E REVISIONE DEL PIANO URBANISTICO COMUNALE

Art. 43 - Aggiornamento periodico del Piano urbanistico comunale

Art. 44 - Varianti al Piano urbanistico comunale

Art. 45 - Verifica di adeguatezza del Piano urbanistico comunale

Art. 46 - Formazione del nuovo Piano urbanistico comunale

Art. 47 - Termini per la formazione e la revisione del Piano urbanistico comunale nei Comuni con popolazione superiore a 20.000 abitanti

CAPO IV - SVILUPPO OPERATIVO DEL PIANO URBANISTICO COMUNALE

Art. 48 - Modalità di sviluppo operativo del Piano urbanistico comunale

Art. 49 - Concessione edilizia convenzionata

Art. 50 - Contenuti ed elaborati del Progetto urbanistico operativo

Art. 51 - Procedimento di formazione del Progetto urbanistico operativo

Art. 52 - Progetti urbanistici operativi ricadenti in zone soggette a vincolo paesaggistico-ambientale

Art. 53 - Margini di flessibilità dei Progetti urbanistici operativi rispetto al Piano urbanistico comunale

Art. 54 - Efficacia del Progetto urbanistico operativo

Art. 55 - Programma attuativo

CAPO V - DISPOSIZIONI COMUNI

Art. 56 - Procedure alternative

TITOLO V - PROCEDIMENTI SPECIALI CONNESSI ALLA PIANIFICAZIONE TERRITORIALE DI LIVELLO REGIONALE, PROVINCIALE E COMUNALE

Art. 57 - Accordo di pianificazione

Art. 58 - Accordo di programma

Art. 59 - Conferenze di servizi

Art. 60 - Disposizioni comuni all'accordo di programma e alla conferenza di servizi

Art. 61 - Intese ai sensi dell'articolo 81 del decreto del Presidente della Repubblica 24 luglio 1977, n. 616 e successive modificazioni

TITOLO VI - DISPOSIZIONI FINALI E TRANSITORIE

CAPO I - DISPOSIZIONI FINALI

Art. 62 - Comitato tecnico misto per l'esame degli atti di pianificazione territoriale

Art. 63 - Comitati tecnici urbanistici provinciali. Sostituzione dell'articolo 10 della legge regionale 6 aprile 1987, n. 7

Art. 64 - Modifica degli articoli 4 e 5 della legge regionale 13 settembre 1994, n. 52

Art. 65 - Sistema informativo regionale della pianificazione territoriale

Art. 66 - Città Metropolitana

Art. 67 - Disposizioni finanziarie

CAPO II - DISPOSIZIONI TRANSITORIE

SEZIONE I - Disposizioni relative al Piano Territoriale di Coordinamento Paesistico

Art. 68 - Validità del Piano territoriale di coordinamento paesistico

Art. 69 - Varianti al Piano territoriale di coordinamento paesistico

Art. 70 (Varianti al Piano territoriale di coordinamento paesistico di iniziativa regionale)

Art. 71 (Varianti al Piano territoriale di coordinamento paesistico di iniziativa provinciale)

Art. 72 (Varianti al Piano territoriale di coordinamento paesistico di iniziativa comunale)

Art. 73 (Varianti apportate al Piano territoriale di coordinamento paesistico in sede di approvazione di accordi di programma o di intese Stato-Regione)

Art. 74 - Deroghe al Piano territoriale di coordinamento paesistico

Art. 75 - Progetti di recupero paesistico-ambientale

SEZIONE II – Altre disposizioni transitorie

Art. 76 - Piani territoriali di coordinamento di cui alla l.r. 39/1984

Art. 76 bis - PTC dell'Area Centrale Ligure e PTC della Costa

Art. 77 - Formazione del primo Piano territoriale regionale

Art. 78 - Attivazione del sistema informativo regionale della pianificazione territoriale

Art. 79 - Formazione del primo Piano territoriale di coordinamento provinciale

Art. 80 - Espressione del parere regionale e provinciale sui Piani urbanistici comunali nella fase transitoria

Art. 81 - Strumenti urbanistici comunali assoggettati alla legislazione previgente

Art. 82 - Disposizioni applicabili nei confronti degli strumenti urbanistici generali da approvarsi a norma della legislazione previgente

Art. 83 - Varianti agli strumenti urbanistici generali vigenti per l'individuazione delle aree di produzione agricola, dei territori di presidio ambientale e dei territori non insediabili

Art. 84 - Disposizioni applicabili nei confronti dei vigenti strumenti di pianificazione territoriale ed urbanistica

Art. 85 - Competenze regionali e provinciali relative agli strumenti urbanistici comunali assoggettati alla legislazione previdente

Art. 86 (Modifiche alla legge regionale 24 marzo 1983, n. 9 e successive modificazioni)

Art. 87 - Concessione di contributi per la formazione degli strumenti urbanistici

Art. 88 - Sostituzione ed abrogazione di precedenti norme

Indice

TITOLO I - FINALITÀ E PRINCIPI DELLA PIANIFICAZIONE

CAPO I - DISPOSIZIONI GENERALI

Art. 1 - Oggetto della legge

Art. 2 - Obiettivi della pianificazione territoriale e urbanistica

Art. 3 - Articolazione dei processi di pianificazione

Art. 4 - Cooperazione istituzionale nei processi di pianificazione

Art. 5 - Partecipazione e pubblicità nei processi di pianificazione

Art. 6 - Strumenti di cooperazione e pubblicità della pianificazione

Art. 7 - Competenze

Art. 8 - Sussidiarietà

Art. 9 - Efficacia dei piani

Art. 10 - Salvaguardia

Art. 11 - Flessibilità della pianificazione sovraordinata

Art. 12 - Accordi di programma

TITOLO II - PIANIFICAZIONE TERRITORIALE E URBANISTICA

CAPO I - PIANIFICAZIONE TERRITORIALE REGIONALE

Art. 13 - Piano territoriale regionale

Art. 14 - Piani settoriali regionali

Art. 15 - Procedimento di formazione del piano territoriale regionale

Art. 16 - Varianti al piano territoriale regionale

Art. 17 - Sistema informativo territoriale

CAPO II - PIANIFICAZIONE TERRITORIALE PROVINCIALE

Art. 18 - Piano territoriale di coordinamento provinciale

Art. 19 - Piani settoriali provinciali

Art. 20 - Procedimento di formazione del piano territoriale di coordinamento provinciale

Art. 21 - Varianti al piano territoriale di coordinamento provinciale

CAPO III - PIANIFICAZIONE URBANISTICA COMUNALE

Art. 22 - Strumenti urbanistici comunali

Art. 23 - Piano urbanistico comunale

Art. 24 - Procedimento di formazione del Piano urbanistico comunale

Art. 25 - Atti di programmazione degli interventi

Art. 26 - Piani urbanistici attuativi

Art. 27 - Procedimento di formazione dei piani urbanistici attuativi

Art. 28 - Regolamento urbanistico edilizio comunale

Art. 29 - Procedimento di formazione del regolamento urbanistico edilizio comunale

CAPO IV - ELABORATI DA ALLEGARE AGLI STRUMENTI URBANISTICI E DEFINIZIONE DEGLI STANDARD

Art. 30 - Elaborati da allegare agli strumenti urbanistici

Art. 31 - Standard urbanistici

CAPO V - SISTEMI DI ATTUAZIONE DELLA PIANIFICAZIONE URBANISTICA

Art. 32 - Perequazione urbanistica

Art. 33 - Comparti edificatori

Art. 34 - Attuazione del comparto edificatorio

Art. 35 - Espropriazione degli immobili per l'attuazione della pianificazione urbanistica

Art. 36 - Società di trasformazione urbana e territoriale

Art. 37 - Contenuto delle convenzioni

CAPO VI - VINCOLI URBANISTICI

Art. 38 - Disciplina dei vincoli urbanistici

CAPO VII - POTERI SOSTITUTIVI REGIONALI E SUPPORTI PER L’ATTIVITÀ DI PIANIFICAZIONE

Art. 39 - Poteri sostitutivi

Art. 40 - Supporti tecnici e finanziari alle province e ai comuni

CAPO VIII - NORME IN MATERIA EDILIZIA E DI VIGILANZA SULL’ABUSIVISMO

Art. 41 - Norme regolanti l'attività edilizia

Art. 42 - Vigilanza sugli abusi edilizi

Art. 43 - Accertamenti di conformità delle opere edilizie abusive

TITOLO III - DISPOSIZIONI TRANSITORIE E FINALI

CAPO I - DISPOSIZIONI TRANSITORIE

Art. 44 - Regime transitorio degli strumenti di pianificazione

Art. 45 - Regime transitorio della strumentazione in itinere

Art. 46 - Norme in materia di inquinamento acustico

Art. 47 - Valutazione ambientale dei piani

Art. 48 - Funzioni subdelegate

CAPO II - DISPOSIZIONI FINALI

Art. 49 - Disposizioni finali, abrogazioni e modificazioni

Art. 50 - Dichiarazione di urgenza

TITOLO I - FINALITÀ

Art. 1 – Finalità

TITOLO II - STRUMENTI URBANISTICI

CAPO I - STRUMENTI URBANISTICI GENERALI

Art. 2 - Criteri di formazione dei piani regolatori generali

Art. 3 - Pubblicazione, osservazioni e opposizioni

Art. 4 - Approvazione del piano regolatore generale

Art. 5 - Approvazione del programma di fabbricazione

Art. 6 - Termine per l’adozione dei piani regolatori generali e dei programmi di fabbricazione

Art. 7 - Commissione comunale edilizia

Art. 8 - Varianti ai piani comprensoriali. Scioglimento delle assemblee consortili

CAPO II - STRUMENTI URBANISTICI DI ATTUAZIONE

Art. 9 - Contenuto dei piani particolareggiati e dei piani di lottizzazione

Art. 10 - Definizione di isolato

Art. 11 - Formazione dei comparti

Art. 12 - Approvazione dei piani particolareggiati

Art. 13 - Piani particolareggiati di risanamento. Obblighi dei comuni

Art. 14 - Piani di lottizzazione – Convenzione

Art. 15 - Piani di lottizzazione per complessi insediativi chiusi ad uso collettivo

Art. 16 - Obblighi dei comuni di dotarsi di piani di edilizia economica e popolare

Art. 17 - Riserva di aree

Art. 18 - Obblighi dei comuni in ordine ai piani per insediamenti produttivi

CAPO III - NORME COMUNI AGLI STRUMENTI URBANISTICI

Art. 19 - Efficacia degli strumenti urbanistici. Salvaguardia

Art. 20 - Definizione degli interventi

Art. 21 - Attuazione degli strumenti urbanistici nelle zone A e B

Art. 22 - Interventi produttivi nel verde agricolo

Art. 23 – Agroturismo

Art. 24 - Spese per la formazione degli strumenti urbanistici. Disciplinare–tipo

Art. 25 - Contributi per la rielaborazione degli strumenti urbanistici

Art. 26 - Controllo sulle deliberazioni comunali

Art. 27 - Interventi sostitutivi

TITOLO III - PROGRAMMI PLURIENNALI

Art. 28 - Programmi pluriennali di attuazione. Comuni obbligati - Durata

Art. 29 - Contenuto del programma pluriennale di attuazione

Art. 30 - Dimensionamento - Elaborati del programma

Art. 31 - Formazione ed approvazione

Art. 32 - Attuazione dei programmi pluriennali

Art. 33 - Opere ammesse al di fuori delle aree incluse nei programmi pluriennali

Art. 34 - Anticipazione di spesa per l’attuazione dei programmi pluriennali

Art. 35 - Procedure per la concessione delle anticipazioni

TITOLO IV - NORME REGOLATRICI DELL’ATTIVITÀ EDILIZIA

CAPO I - CONCESSIONI EDILIZIE

Art. 36 – Concessione

Art. 37 - Controllo partecipativo

Art. 38 - Intervento sostitutivo per mancato rilascio di concessione

Art. 39 – Cave

Art. 40 - Convenzione tipo o atto d’obbligo unilaterale

Art. 41 - Oneri di urbanizzazione

Art. 42 - Esenzioni dagli oneri

Art. 43 - Riduzione degli oneri

Art. 44 - Ratizzazione del contributo per opere di urbanizzazione

Art. 45 - Contributo per opere di urbanizzazione per insediamenti turistici, industriali ed artigianali

CAPO II - VIGILANZA E SANZIONI

Art. 46 – Vigilanza

Art. 47 - Sospensione dei lavori

Art. 48 Sigilli

Art. 49 - Sanzioni principali

Art. 50 - Sanzioni amministrative per mancato o ritardato pagamento del contributo per la concessione

Art. 51 - Altre sanzioni

Art. 52 - Poteri sostitutivi della Regione

Art. 53 - Annullamento di provvedimenti comunali

Art. 54 - Obbligo del sindaco

TITOLO V - CENTRI STORICI E TUTELA DELL’AMBIENTE

Art. 55 - Centri storici

Art. 56

Art. 57 - Disposizioni di tutela particolare

TITOLO VI - CONSIGLIO REGIONALE DELL’URBANISTICA

Art. 58 - Istituzione del consiglio regionale dell’urbanistica

Art. 59 - Composizione del consiglio regionale dell’urbanistica

TITOLO VII

Artt. 60 – 67

TITOLO VIII - NORME VARIE, FINALI, TRANSITORIE E FINANZIARIE

Art. 68 - Destinazione dei proventi

Art. 69 - Norme per la pianificazione regionale

Art. 70 - Comitato tecnico–scientifico

Art. 71 - Consulenti dell’Assessore regionale per il territorio e l’ambiente

Art. 72 - Utilizzazione di dipendenti statali

Art. 73 - Piani comprensoriali. Interpretazione autentica della legge regionale 3 febbraio 1968, n. 1

Art. 74 - Frazione Marina di Melilli

Art. 75 - Norma transitoria

Art. 76 - Disposizioni transitorie

Art. 77 - Copertura finanziaria

Art. 78

© 2022 Eddyburg