Eddy SalzanoCose belle
Questa sezione contiene una documentazione, soprattutto fotografica, di alcuni viaggi che ho fatto e di luoghi belli o interessanti che ho visitato. Ho inserito in questa sezione anche alcune immagini di Yann Arthus-Bertrand, che ha fotografato la Terra vista dall’alto. E una immagine della Terra vista dallo spazio, che ho preso dal sito della NASA.
Ultimi post
Eddy SalzanoCose belleCartoline dal mondoLibia
25/09/2005
Un'altra città resuscitata dagli archeologi dalle sabbie della costa mediterranea
Eddy SalzanoCose belleCartoline dal mondoFrancia
25/09/2005
Contesa per secoli dai due stati confinanti, questa città sul Reno è una città mescolata. Immagini dell'agosto 2002
Eddy SalzanoCose belleCartoline dal mondoLibia
10/09/2005
Nalut (Libia); un Kwar, magazzino fortificato ai margini del deserto, utilizzato dai berberi per custodire gli alimenti e rifugiarsi in caso di pericolo. Immagini dell'aprile 2000
Eddy SalzanoCose belleCartoline dal mondoGrecia
10/09/2005
Loutro e' un altro piacevole paese di mare vicino a Creta. Ci sono stato nel 2001 e ho scattato qualche foto.
Eddy SalzanoCose belleCartoline dal mondoLibia
04/09/2005 Edoardo Salzano
In Libia c'e' una città, resa grande dall’Imperatore Settimio Severo nel II secolo d.C. Seppellita dall’alluvione del fiume, le straordinarie testimonianze sono state riportate alla luce dai colonizzatori italiani negli anni Trenta. Una galleria di immagini dell'aprile 2000
Eddy SalzanoCose belleCartoline dal mondoLibia
04/09/2005
Una città carovaniera molto antica, alle porte del deserto sahariano, una volta al confine dell'impero romano, oggi al confine tra Libia, Tunisia, Algeria. E' stata inclusa dall'UNESCO nell'elenco dei beni che costituiscono il Patrimonio dell'umanità. Qui una galleria di immagini dell'aprile 2000
Eddy SalzanoCose belleCartoline dal mondoGrecia
03/09/2005
Glykanera e' una piccola e singolare spiaggia vicino a Loutro, a Creta, nel distretto di Xania. Ci sono stato la prima volta nell'estate del 2001, e ho fatto queste foto.
Eddy SalzanoCose belleCartoline dal mondoFrancia
17/01/2005
I fontanili costituiscono in Borgogna una presenza costante, analoga a quella che hanno oggi, in Italia, le cabine dell'elettricità. Ne ho fotografati un paio, e qualche altro oggetto singolare
Eddy SalzanoCose belleCartoline dal mondoFrancia
26/12/2004 Eddyburg
Nella Côte d’or, una delle parti più belle della Borgogna, a pochi chilometri dalla “città senza mura” di Semur (sine muros), un tipico e grandioso castello borgognone. L’ho visitato, con Patrice Rauszer, nel dicembre 2004. Ecco una nota e qualche immagine
Eddy SalzanoCose belleCartoline dal mondoFrancia
25/12/2004 Eddyburg
Un luogo splendido, che insegna la storia, la bellezza, la natura, il lavoro, la religione, il potere. Immagini e informazioni di una gita nel dicembre 2004, con una piccola galleria di fotografie, in una nuova cartella dedicata alla Borgogna
Eddy SalzanoCose belleCartoline dal mondoItalia
17/07/2004
Una spiaggia lunga oltre tre km, larga un centinaio di metri, estremo lembo verso il mare di una duna profonda 200-400 metri. Dietro, una pineta e il golf del Lido. La spiaggia termina contro la diga della Bocca di Malamocco; dove finisce, una simpatica e rustica taverna, dove potete mangiare e bere molto piacevolmente.
Eddy SalzanoCose belleCartoline dal mondoAustria
04/06/2004
Una bella città, architetture barocche, Mozart, fiori e cioccolata, lungo le sponde di un fiume che corre tra due colline coperte di vegetazione e di castelli e monasteri.
Eddy SalzanoCose belleCartoline dal mondoAustria
04/06/2004
Immagini di Vienna: la Cattedrale di San Stephan (e il vicino obbrobrio di Hollstein), il Karl Marx Hof (1927-31), e alcuni famosi café
Eddy SalzanoCose belleCartoline dal mondoGermania
18/05/2004
Un quartiere di edilizia residenziale destinata ai poveri, realizzata nella prima metà del ‘500 da Jacob Fugger: questa è la Fuggerei, ad Augusta, che ancora oggi funziona. Immagini e brevi testi
Cartoline dal mondo
La forza del paesaggio austriaco è tale che caratterizza regioni oggi al di là dei confini, o perché divenute autonome (come la Slovenia) o perché annesse ad altri stati (come il Südtirol). Anche il paesaggio urbano: basta pensare alla nostra Bolzano, o alla bellissima Lubiana.
Per molti anni ho conosciuto la Francia attraverso Parigi. E in effetti, nell’immaginario collettivo la Francia sembrava riassunta dalla Villa Lumière (se non a questa ridotta). Poi ho scoperto un’altra Francia ricchissima. Grenoble e Nancy, Lyon e Strasbourg, Bordeaux e Montpellier sono davvero bellissime, e stupenda è la Borgogna (parlo delle sole città e regioni che conosco)
La pulizia e l’ordine, l’attenzione ai pedoni, una tutela dell’eredità storica diventata costume prima che norma, un’abbondanza di verde nel suolo urbano e nelle verande delle case, un elevato livello di funzionalità: questi appaiono, agli occhi del turista un po’ superficiale quale sono, le caratteristiche positive delle città tedesche. Nelle quali colpisce invece, negativamente, la grande differenza di “stile urbano” tra le parti storiche delle città (ricche di piazze, di movimento, di caffè all’aperto) e le parti moderne (ricche solo della freddezza funzionale del razionalismo).
Conosco poco della Grecia. Per Atene ci sono solo passato, e come città non mi ha fatto una grande impressione. Conosco un po’ le isole, dove per qualche anno sono andato in vacanza. Immagini, per ora, ne ho soltanto di Creta. Immagini su Loutro, un paesino senza macchine, e su Glykanera, una spiaggia con sorgenti d’acqua dolce. E qualche immagine da Hania (La Canea), città ricca di tracce veneziane e turche.
Capita anche a voi che il museo più vicino a casa è quello che frequentate di meno? Per me è così. Perciò la cartella dell’Italia è, per ora, la più vuota. Ma ci sono tante cose sulle città italiane in giro per eddyburg! Provate a guardare nella sezione Città e Territorio
Qualche anno fa ho scoperto in Libia le città romane, gli insediamenti delle civiltà nordafricane, il deserto di sabbia. La realtà più sconvolgente è stata costituita dalle opere delle grandi città antiche disseppellite dalla sabbia: Leptis Magna e Sabratha. Molto belle, suggestive, a loro modo magistrali sono state le costruzioni urbane delle civiltà nordafricane: i depositi fortificati (gli Ksar alle soglie del deserto) e la grande Gadhames.
Yann Arthus-Bertrand ha volato per duemila ore in ottanta paesi per scattare e stampare un abbondante centinaio di migliaia di fotografie. Su questa base l’editore de La Martinière ha realizzato un’opera memorabile: La Terre vue du Ciel. Con il patrocinio del Senato (della Repubblica francese) una mostra di alcune centinaia di fotografie è stata organizzata, sulla cancellata del Jardin du Luxembourg, negli ultimi mesi del 2000. In occasione della mostra è stata edito un altro volume, 365 Jours pour la Terre, sempre dalle Èditions de La Martinière; nel libro a ogni immagine è associata una scheda illustrativa. Inserisco qui di seguito una piccolissima selezione delle fotografie di Yann Arthus-Bertrand , riprendendole dalle cartoline stampate dalle Editions Subervie. Altre immagini le trovate nelle Photo di Pariscope e nel sito delle éditions de la Martinière: qui trovate anche la spiegazione di ciascuna delle foto.
CopyrightMappa del sito
© 2021 Eddyburg