In questa sezione, dedicata all’Urbanistica e alla Pianificazione, trovate materiali relativi alle tecniche e agli strumenti idonei a governarne le trasformazioni della città e del territorio: cioè degli “oggetti” cui è dedicata la cartella Città e Territorio. Naturalmente le cose sono abbastanza intrecciate e i collegamenti consentono di passare con facilità dall’una all’altra sezione quando l’argomento lo rende opportuno.
Ultimi post
Urbanistica e pianificazioneLegislazione nazionaleCommenti
18/10/2014 Giovanni Losavio
Un ulteriore commento all'art. 33 dello Sblocca Italia su Bagnoli che espropria la funzione amministrativa comunale di pianificazione territoriale.
Urbanistica e pianificazioneLegislazione nazionale
15/10/2014 Paolo Berdini
«Per cam­biare verso, il governo, stanzi dav­vero cifre pari a quelle che regala alle grandi opere. Con i 4 miliardi pre­vi­sti per i tanti inu­tili Mose, si potrebbe ripor­tare in pochi anni la sicu­rezza nel ter­ri­to­rio ita­liano. È l’ultima occa­sione per sal­vare l’Italia dal fango che la sta sommergendo».
Urbanistica e pianificazioneLegislazione nazionale
13/10/2014 Domenico Finiguerra
«Il decreto Sblocca Italia è munito di una splendida e meravigliosa “arma letale” un specie di
Urbanistica e pianificazioneLegislazione nazionaleCommenti
11/10/2014 Maria Pia Guermandi
Un altro intervento tratto da
Urbanistica e pianificazioneLegislazione nazionaleCommenti
11/10/2014 Antonello Caporale
«Nello “Sblocca italia” via libera ai costruttori che diventano controllori di se stessi». I
Urbanistica e pianificazioneLegislazione nazionaleCommenti
10/10/2014 Vezio De Lucia
Il contributo di Vezio De Lucia all'aureo libretto curato da Tomaso Montanari e Sergio Staino ed edito da Altraeconomia, dal titolo ormai noto
Urbanistica e pianificazioneLegislazioni regionaliProposte e commenti
10/10/2014 Giovanni Maffei Cardellini
E' necessario «superare l’idea che il paesaggio e l’ambiente siano un settore. Con il PIT toscano il paesaggio e l’ambiente diventano elementi con i quali confrontarsi per la definizione di scelte di pianificazione territoriale, degli indirizzi strategici e per lo sviluppo socio economico».
Urbanistica e pianificazioneLegislazione nazionale
09/10/2014 Corrado Zunino
«Le associazioni storiche dell’ambientalismo accusano il governo. “Inceneritori e trivelle: via libera a un mare di scempi”».
Urbanistica e pianificazioneLegislazione nazionale
09/10/2014 Luca Sappino
«Il fondatore di Slow food è tra gli autori di “Rottama Italia”, un libro denuncia sul decreto Sblocca Italia. Lo scritto di Petrini, che è possibile leggere integralmente scaricando gratuitamente il pdf del libro o acquistando l’ebook dal sito di Altreconomia, raccoglie alcuni passaggi molto critici rispetto al governo Renzi”.
Urbanistica e pianificazioneLegislazione nazionale
08/10/2014 Massimo Bray
«Anticipazione dell' intervento contenuto in Rottama-Italia, un instant book sul decreto 'Sblocca-Italia' pubblicato da Altreconomia ».
Urbanistica e pianificazioneLegislazione nazionale
03/10/2014 Alessandro Codegoni
Con il decreto Sblocca Italia si definiscono 'strategici', oltre alle trivellazioni petrolifere e alle infrastrutture per il gas, anche i 'termovalorizzatori'. Ma quanto ci servono questi impianti costosi e controversi per il loro impatto ambientale per raggiungere gli obiettivi europei in materia di rifiuti e portare la differenziata al 65% dei rifiuti solidi urbani?
Urbanistica e pianificazioneLegislazioni regionali
27/09/2014 Paolo Berdini
«E' grave che un’amministrazione di differente cultura da quella che aveva approvato questi articoli, continui ad accettarli». Il governo regionale di centro sinistra convalida illegittimamente le scelte perverse della giunta di destra che l'aveva preceduta.
Urbanistica e pianificazioneLegislazioni regionali
21/09/2014 Anna Maria Bianchi
Trattandosi della Regione la cui capitale è Roma è proprio il caso di dire:quello che non fecero i barbari lo fecero i Barberini. In termini odierni, ciò che non fece la destra-destra lo sta facendo quello che ancora si definisce ilcentrosinistra. Non solo in Italia, anche nel Lazio.
Urbanistica e pianificazionePadri e fratelli
19/09/2014 Valerio Paolo Mosco
Un'analisi di una grande personalità, che per l'importanza del ruolo svolto nel sapere e nel mestiere, non merita solo agiografie. L'abbozzo di un ritratto nel quale forse non ci sono tutti i "chiari" del vero, ma cominciano ad apparire gli "scuri" senza i quali il vero non c'è.
Urbanistica e pianificazionePadri e fratelli
17/09/2014 Eddyburg
Bernardo Secchi, è scomparso il 15 settembre. Lo ricordano qui Giovanni Caudo, Stefano Boeri, Pier Luigi Panza e Francesco Erbani, 16-17 settembre 2014
Urbanistica e pianificazioneLegislazione nazionale
06/09/2014 Sauro Turroni
«Una norma di semplificazione, sbandierata ai quattro venti dal Presidente del Consiglio è scomparsa dal decreto Sblocca Italia e nessuno ne sa più nulla». Naturalmente si tratta dell'unica norma positiva
Urbanistica e pianificazioneLegislazione nazionale
02/09/2014 Roberto Della Seta e Francesco Ferrante
Anche nell'area ambientalista più vicina al PMR si sollevano aspre critiche dsulla politica dell territorio del minidux. Speriamo di leggere presto il loro parere sulla legge Lupi, progetto di pietra tombale per la sciagurata Penisola.
Urbanistica e pianificazioneLegislazione nazionale
01/09/2014 Sauro Turroni
Un’analisi puntuale delle norme del famigerato decreto la cui approvazione - se dovesse avvenire – darebbe un colpo mortale all’integrità fisica, all’identità culturale, alla vivibilità e alla bellezza dell’Italia. Chi può, intervenga, o - se ha l'autorità per farlo e non fa - taccia per sempre
Urbanistica e pianificazioneLegislazione nazionale
24/08/2014 Enrico Bettini
Pochi giorni fa. Il 17 di questo mese, cadeva il 72°anniversario della legge urbanistica nazionale. L’articolo che pubblichiamo, e di cui ringraziamo vivamente l’autore, ci aiuta a comprendere l’ampiezza degli spazi profondi che si sono aperti da allora a oggi, il disastro provocato dai provvedimenti legislativi preannunciati o già in atto, e la direzione lungo la quale è possibile lavorare per salvare il salvabile
Urbanistica e pianificazioneLegislazione nazionale
09/08/2014 Paolo Berdini
In un'intervista l'ex assessore romano Morassut plaude alla proposta di legge di Maurizio Lupi e afferma che “per rendere più equa la distribuzione della rendita tra pubblico e privato occorre prendere a modello il piano urbanistico romano del 2008. E' proprio ciò che Lupi ha fatto.
Urbanistica e pianificazioneLegislazione nazionaleLa legge Lupi
03/08/2014 Paolo Berdini
«Ci sono decine di migliaia di fami­glie di lavo­ra­tori che si sono inde­bi­tate per acqui­stare una casa e oggi il valore dei loro alloggi è infe­riore a quello di acqui­sto. Il crollo dei valori immo­bi­liari è stato cau­sato dalla crisi eco­no­mica mon­diale ma anche per­ché nel ven­ten­nio domi­nato dal neo­li­be­ri­smo si è costruito senza regole a ritmi folli».
Urbanistica e pianificazioneLegislazione nazionaleLa legge Lupi
03/08/2014 Ilaria Agostini
«Controriforme. Privatismo selvaggio e zero pianificazione, il ministro ci riprova. Il settore immobiliare ristagna? La nuova versione del ddl, arricchita di autocrazia renziana, punta a rendere edificabile l’intera penisola».
Urbanistica e pianificazioneLegislazioni regionaliProposte e commenti
30/07/2014 Chiara Mazzoleni
Stimolata dall'articolo di Francesca Leder sull'urbanistica vicentina, Chiara Mazzoleni ci segnala questa suo scritto pubblicato sul sito
Urbanistica e pianificazioneLegislazioni regionaliProposte e commenti
23/07/2014 Anna Maria Bianchi
«La domanda è: cosa c’entra questo Piano casa con l’interesse pubblico? Come si può coniugare una pianificazione attenta ai bisogni della città e dei cittadini e rispettosa dell’ambiente con una legge che permette “in automatico” ai privati di moltiplicare cubature bypassando completamente il parere dei Comuni e i piani regolatori?». Carteinregola, 23 luglio 2014
Urbanistica e pianificazioneBuone praticheAltre buone pratiche
05/07/2014 Tomaso Montanari
Finalmente una buona notizia. Il prezzo che si è dovuto pagare per superare l'ottusa resistenza degli interessi economici dei rottamatori del territorio (di cui ci occuperemo a breve) è l'ultimo pedaggio pagato a un passato devastatore? lo speriamo.
Urbanistica e pianificazione
Mi capita ogni tanto di imbattermi in prodotti di giovani studiose e studiosi di urbanistica che mi sembra opportuno segnalare. Magari diventeranno libri, o apriranno percorsi di ricerca più larghi. Ma se li colloco qui vuol dire, in primo luogo, che sono ben scritti, e poi che mi sembrano utili ad altri. L'una e l'altra cosa non si possono dire sempre di libri scritti dai miei colleghi professori Immagine di Athena Lemnia da http://www.geocities.com/Athens/Ithaca/1736/
Ci sono stati momenti decisivi per l'urbanistica italiana. Momenti in cui i temi dell'urbanistica sono diventati popolari, e magari politicamante centrali. E momenti in cui la pratica della pianificazione ha ricevuto e praticato nuovi strumenti. Ma anche momenti particolarmente bui. Qui se ne raccolgono cronache e documenti
Allargando lo sguardo al dibattitto e alle esperienze di pianificazione di altri paesi ‘avanzati’ possiamo meglio comprendere i motivi delle debolezze (e, in qualche raro caso, anche delle forze) delle politiche di pianificazione e gestione urbanistica nel nostro paese e nelle nostre città.
Espropri, tutela del paesaggio, indennizzabilità delle previsioni urbanistiche. Sentenze storiche e attuali che hanno segnato, in positivo e in negativo, il faticoso cammino dell'urbanistica italiana
In un paese in cui l’amministrazione pubblica è debole, l’interesse collettivo trascurato, il territorio maltrattato, non è facile per l’urbanista trovare lo spazio sociale entro il quale esercitare i suoi saperi e le sue abilità. Meno che meno all’urbanista pubblico, il più necessario di tutte le incarnazioni di questa sfaccettata figura. In questa cartella raccolgo documenti che riguardano le idee e le discussioni attorno al ruolo, alla formazione, al riconoscimento sociale dell’urbanista.
È dal 1972 che le 20 regioni italiane avrebbero potuto innovare in materia di urbanistica e governo del territorio. Per anni si sono limitate a parafrasare e arricchire la vecchia legge del 1942. Le cose sono cambiate a partire dagli anni Novanta. Numerose regioni hanno dato vita a regole innovative per il governo delle trasformazioni della città e del territorio. E' seguita una nuova svolta, con tendenze fortemente liberalistiche in alcune regioni e con altre regioni che sembrano invece volerle contrastare. La cartella è articolata in tre parti: Generalia; Leggi vigenti; Documenti e commenti .
Non tutti i comuni, non tutte le comunità si adeguano alla ventata neoliberista: qui alcuni esempi positivi di impegno civico e alcune scelte urbanistiche di amministrazioni comunali/regionali lungimiranti.
I documenti sulla legislazione urbanistica nazionale: i testi legislativi e la discussione su di essi, con un'articolazione interna di comodo. Tre cartelle sono dedicate alla legislazione urbanistica (testi legislativi, proposte, commenti) e uno per ciascuno alla legislazione (e relativa discussione) in materia di Beni culturali, ambiente e paesaggio e di Lavori pubblici, edilizia e altro.
Padri, fratelli e compagni di viaggio, come Edoardo Detti, Antonio Cederna, Luigi Scano, Giorgio Nebbia.
Non tutto va male, tra le Alpi e il Lilibeo. Vi sono regioni, province, comuni dove le iniziative per il governo del territorio sono positive, dove gli obiettivi sono lungimiranti, dove la strategia non è un coacervo di interventi miopi, dove il governo oubblicosvolge il suo ruolo. Qui ne raccogliamo alcuni documenti
Qui si parla di strumenti di pianificazione vecchi e nuovi, del loro impiego, della loro efficacia e dei loro limiti, delle loro ragioni. Se ne parla riportando scritti e atti di convegni, e altre forme di discussione e di riflessione.
Finchè gli urbanisti non si sapranno esprimere con parole chiare e comprensibili a tutti gli uomini di buona volontà (di ascoltare e imparare) le migliori intenzioni saranno sempre più deboli dei grandi interessi. E città e società saranno peggiori. Dedichiamo questa cartella a chi tenta di spiegare la città e la pianificazione urbanistica per comunicarle a tutti, con semplicità e fedeltà al vero e al giusto
CopyrightMappa del sito
© 2022 Eddyburg