Questa sezione nasce dalla consapevolezza che occorre inquadrare le trasformazioni dei luoghi nel percorso storico dei cambiamenti della società e del suo governo, ma anche perché noi siamo prima di tutto, cittadini e cittadine, e in quanto tali, dobbiamo partecipare alle politiche di governo, anche della città. Come diceva Eddy Salzano, un politico che ignora la città e la società è un cattivo politico, così come è un cattivo urbanista chi trascura la società, che è ordinato a servire, e la politica, che ha il compito di dettare le regole e le finalità della sua azione.
Ultimi post
Società e politicaEventi2015-La guerra diffusa
06/04/2018 Amira Hass
Nena news, 6 aprile 2018. Se l'occupazione militare "armi in pugno"della Palestina da parte do Israele fu un crimine contro l'umanità, e il Balfour agreement la condanna a morte pronunciata da un gruppo di criminali, ciò che accade nella striscia di Gaza è ancora peggio. Con postilla
Società e politicaTemi e principiItaliani brava gente
06/04/2018 Rachele Gonnella
il manifesto, 6 aprile 2018. A dispetto dell'articolo 11 della Costituzione l'Italia è amica della guerra e, se proprio non ce la a combatterla direttamente, è ben lieta di produrre strumenti di morte per favorire le guerre altrui
Società e politicaEventi2015-La guerra diffusa
05/04/2018 Bruno Montesano
Sbilanciamoci, Newsletter n°548, 5 aprile 2018. Una nuova strategia europea per utilizzate anche il dramma delle migrazioni per incrementare le spese militari, già divoratrici di immani risorse. Ma business is business
Società e politicaTemi e principiItaliani brava gente
05/04/2018 Annalisa Camilli
Internazionale, 6 giugno 2018. La storia della strage tentata dal nazifascista di Macerata (Ancona, Italy) Luca Traini, furioso per la presenza di persone dalla pelle più scura della sua. Profili delle vittime innocenti
Società e politica
05/04/2018 Milena Gabanellie e Dino Martirano
Corriere della Sera, 5 aprile 2018. La separazione dei poteri in una democrazia è vitale. Il problema dei magistrati e la riforma che tarda a venire. (m.p.r.)
Società e politicaEventi2017-Accoglienza Italia
05/04/2018 Nello Sclavo
Avvenire, 5 aprile 2018. Chi frequenta queste pagine sa già che quando le autorità o gli altri media scrivono "contenere i flussi" intendono dire: "respingere nell'inferno chi vuole fuggirne" . Per fortuna c'è un giudice all'Aja...
Società e politicaGiornali del giornoArticoli del 2018
04/04/2018 Massimo Franchi
il manifesto, 4 aprile 2018. «Ecco perchè non ci sono risorse per le cose che servono (dalla difesa del suolo alla salute, dall'accoglienza dei profughi ai trasporti pubblici. Il Moloch finanziario divora tutto. (m.p.r.)
Società e politicaEventi2017-Accoglienza Italia
04/04/2018 Guido Viale
il manifesto, 4 aprile 2018. Una profezia sul nostro futuro non lontano se l'Europa continuerà ad usare «l’Italia come discarica dei migranti che non vogliono accogliere, come noi stiamo usando la Libia». (m.p.r.)
Società e politicaTemi e principiLavoro
04/04/2018 Vito Ti Alessandro Mantovanitore
Il Fatto quotidiano, 4 aprile 2018. Occorre modificare il rapporto di potere, stabilire il primato del lavoro sul capitale, abolire la precarietà e ripristinare ed estendere l'art.18. Il parere di due esperti, Vito Titore e Alessandro Mantovani: «occorre però un ceto politico diverso»
Società e politicaTemi e principiPolitica
04/04/2018 Marta Dassù
la Stampa, 4 aprile 2018. Una visione di profilo molto tradizionale delle chanches e delle responsabilità dell'Italia e dell'Europa nel quadro internazionale. Restano nella nebbia i grandi temi, dalle migrazioni al lavoro al razzismo al clima
Società e politicaTemi e principiPolitica
03/04/2018 Giulio Marcon
Huffington post, 3 aprile 2018. Una proposta convincente, come obiettivi e come metodo. Molto vicina a quella di Viola Carofalo e "Potere al popolo" .Con riferimenti
Società e politicaTemi e principiLavoro
03/04/2018 Vincenzo Maffe
il manifesto, 3 aprile 2018. Porre in secondo piano la lotta alla precarietà del lavoro non è soltanto un attentato alla completezza della persona umana, ma anche un grave errore economico «Non ci si è resi conto che l’abbattimento della precarietà del lavoro è il presupposto imprescindibile di una politica coerente per l’occupazione»
Società e politicaTemi e principide homine
03/04/2018 Silvia Guzzetti
Avvenire, 3 aprile 2018. Anche in UK, come giè negli Usa, gli "studenti" sono diventati "clienti"e alle università, non chiedono di aiutarli a diventare persone capaci d pensare, ma solo di fornire il titolo per cui hanno pagato
Società e politicaMaestriEnrico Berlinguer
03/04/2018 Enrico Berlinguer
La riflessione su un momento fondamentale della marcia verso il disastro effettuata dall'imperialismo neoliberista e la proposta del leader comunista che avrebbe potuto, se raccolta, evitare che l'umanità scivolasse nel baratro
Società e politicaTemi e principiDemocrazia
02/04/2018 Marco Valbruzzi
Huffington post, 2 aprile 2018. Ripensare all'insegnamento del grande politologo scomparso può aiutarci a comprendere meglio il caos della politica italiana di oggi. e magari a superarlo
Società e politicaEventi2015-La guerra diffusa
02/04/2018 Paul B. Preciado
Internazionale, 2 aprile 2018. Da Libération n violento articolo di ribellione a un sistema culturale, prima ancora che economico -sociale, umanamente insopportabile. Chiamiamolo «democrazia repressiva o fascismo democratico»
Società e politicaEventi2017-Accoglienza Italia
02/04/2018 Paolo Lambruschi
Avvenire, 1 aprile 2018. Scacciati dai rifugi con le armi in pugno, respinti in mare dalle scogliere, se donne avviate alla prostituzione, così la civiltà europea si rivela quello che è al cospetto dei "diversi: una scuola attiva di barbarie
Società e politicaEventi2015-La guerra diffusa
01/04/2018 Eddyburg
Huffington post, 1 aprile 2018. L'asse Netanyahu-Trump resiste e continua a fare terra bruciata. I falchi s'incontrano e collaborano nel rendere il mondo un cumulo di macerie. Nessun controllo neutrale è gradito
Società e politicaEventi2015-EsodoXXI
01/04/2018 Marco Revelli
il manifesto, 1 aprile 2018. C’è un punto critico nella vita dei popoli: è dove la civiltà si rovescia in barbarie. Non sempre i soggetti della trasformazione cambiano gli abiti. I gendarmi francesi hanno conservato l’uniforme di servi dello stato, ma sono diventati aguzzini
Società e politicaEventi2015-La guerra diffusa
01/04/2018 Roberta Zunini
«La voce di Gideon Levy, reporter di Haaretz, l’unico quotidiano israeliano ancora realmente indipendente, minacciato a più riprese dai coloni e dai sostenitori della destra religiosa al governo da due legislature, questa volta è stanca».
Società e politicaEventi2015-La guerra diffusa
01/04/2018 Edoardo Salzano
Mentre nella striscia di Gaza continua il conflitto a fuoco tra le milizie di Israele e i giovani a mani nude della Palestina, ricordiamo ancora una volta gli errori che il mondo "sviluppato" commise, dai giorni in cui avviò. forse inconsapevolmente, la nuova guerra tra cristianità e Islam
Società e politicaEventi2015-La guerra diffusa
31/03/2018 Meri Calvelli
NENA news, 30 marzo 2018. Continua lo lotta pacifica del popolo palestinese contro l'occupazionw arbitraria della loro terra da parte del nuovo stato, (israele) inventato dall'Eropa per scrollarsi di dosso la responsabilità del nazismo.
Società e politicaEventi2015-EsodoXXI
31/03/2018 Eddyburg
Avvenire, 31 aprile 2018. Tentano tutte le strade per respingere chi fugge dagli inferni che abbiamo creato per il nostro benessere. Anche la violazione del diritto internazionale «La denuncia della onlus Rainbow4Africa: i cinque gendarmi della dogana hanno costretto un migrante sospettato di essere uno spacciatore a sottoporsi al test della urine. «Grave ingerenza»©
Società e politicaEventi2015-EsodoXXI
31/03/2018 Barbara Spinelli
il Fatto quotidiano, 31 aprile 2018. Italia bugiarda. Non è la Libia il criminale che rigetta i profughi nelle grinfie dei loro torturatori o nelle fiamme degli inferni da cui fuggono, ma il nostro governo e l'EU
Società e politicaTemi e principiPolitica
30/03/2018 Franco Piperno
il manifesto, 29 marzo 2018. Claudio Dionesalvi eSilvio Messinetti intervistano l' ex leader di Potere Operaio, cheoggi osserva le vicendepolitiche italiane, e il ribaltone del 4 marzo, con lucido distacco
Società e politica
Non meriterebbero d’essere accostati al grande romanziere Gustave Flaubert i testi che raccogliamo in questa cartella. L’unica parentela è il "Dizionario delle idee ricevute" ("Dictionnaire des idee reçues", 1880). di cui inseriamo qui sotto qualche stralcio. L'immagine di Honoré Daumier
I drammi del nostro tempo (crescente povertà e segregazione urbana, crisi della democrazia e crisi dell'ambiente naturale, spaccatura del mondo e represssione della diversita, per ricordarne alcuni) sono indissolubilmente legati alla nuova fase del capitalismo. Diversi sono gli appellativi adoperati (neoliberismo o globalizzazione, capitalismo liquido o imperialismo), univoci i suoi effetti (Vedi anche Il nostro pianeta)
Scritti su cui riflettere: Il titolo mi sembra chiaro; la cartella ospita scritti, generalmente tratti dalla stampa quotidiana o settimanale, che sollecitano riflessioni su questioni di fondo sui temi trattati da questa sezione. Anche in questa cartella la scelta degli articoli segue i miei interessi e le mie convinzioni. E anche qui sono ordinati in ordina cronologico, i più recenti in cima.
Ci sono persone che hanno segnato profondamente la storia, ma che non sono ancora entrate nei libri dove la storia si sedimenta: la storia nella quale hanno inciso è ancora la nostra storia, quella che abbiamo vissuto e che ancora stiamo vivendo.
Qui si parla di libri che non sono dei capolavori (starebbero i Poesia e non poesia) e neppure hanno a che fare con l'urbanistica (starebbero in Urbanistica e pianificazione). Ma mi hanno interessato nei domini che hanno a che fare con questa sezione, e che trovate variamente trattati nelle altre cartelle. Se li leggete, ditemi che cosa ne pensate
Alcune vignette sono più ficcanti dei corsivi delle gazzette. Le vignette di Altan spesso confinano con la poesia, quelle di Bucchi sintetizzano in un’immagine un intero saggio, i graffi di Gianneli colpiscono quasi ogni giorno. Ma anche altre cose fanno sorridere pensando.
CopyrightMappa del sito
© 2021 Eddyburg