eddyburg.it è un sito web fondato nel 2003 da Eddy Salzano; nel tempo si sono costituite altre strutture e iniziative come ulteriori strumenti del progetto iniziale. Nel 2005 si è costituita la Scuola di eddyburg, come strumento al tempo stesso di ampliamento dell’area di influenza di eddyburg e di approfondimento dei suoi temi: una scuola, dunque, nella quale contemporaneamente insegnare e apprendere. Nel 2016, dopo la lunga gestazione di uno statuto condiviso, si è costituita la Associazione di promozione sociale eddyburg, di cui eddyburg.it, così come la sua Scuola, sono attività statutarie. Alla scuola si sono affiancati seminari, giornate di studio, ma anche battaglie e appelli per difendere i nostri territorio, per rivendicare la pianificazione come mezzo indispensabile al diritto alla città, e molto altro ancora. Con la scomparsa del nostro fondatore, maestro e mentore, inizia un nuovo percorso per continuare anche con modalità diverse la militanza intellettuale, l'impegno a difendere e migliorare lo spazio fisico e sociale dei luoghi in cui abitiamo.
Ultimi post
Eddy SalzanoScrittiParole mie
27/02/2006 Edoardo Salzano
"Il principio di sussidiarietà", da Fondamenti di urbanistica. La storia e la norma, Editori Laterza, Bari 2003 (V edizione)
Eddy SalzanoScrittiParole mie
27/02/2006 Edoardo Salzano
"Governance: significato e limiti d’un termine nuovo", da Fondamenti di urbanistica. La storia e la norma, Editori Laterza, Bari 2003 (V edizione)
AttivitàLe parole
24/02/2006 Alessandra Vitali
Si sta degradando un bene culturale del quale pochi si occupano. A quando un sito: “PatrimoniolinguisticoSOS? Da la Repubblica del 24 febbraio 2006
AttivitàLe parole
22/02/2006 Paolo Garuti
Le ragioni lontane (o i risvolti profondi) di un aspetto della moderna confusione delle parole politiche. Da Il Martedì, gennaio-febbraio 2006
AttivitàLe parole
30/01/2006 Eddyburg
Parole da non adoperare, o da adoperare con molta attenzione e parsimonia. Potete propormene altre
AttivitàLe paroleTesti per un glossarioUrbanisti Urbanistica Città
23/01/2006 Carlo Doglio
"Elementi per l’identificazione del soggetto della pianificazione territoriale a scala regionale, che è poi l’unica scala creativa e partecipazionista", da Architetti di Sicilia, settembre-dicembre 1965 (g.p.)
Città e territorioTemi e problemiAbitare è difficile
01/01/2006 Valentino Parlato
Questo saggio, dimenticato e, fino a oggi, assente dalla rete, è apparso sulla rivista Il Manifesto, sul n. 3-4 del 1970; è stato ripubblicato nel volume collettaneo Lo spreco edilizio, a cura di F. Indovina, Marsilio, Venezia 1972.
AttivitàLe paroleTesti per un glossarioUrbanisti Urbanistica Città
10/12/2005 AA.VV.
Giovanni Astengo, Mario Bianco, Nello Renacco, Aldo Rizzotti, nel primo esperimento di pianificazione territoriale nellItalia del secondo dopoguerra. Estratto da Metron n. 14, 1947
AttivitàLe paroleTesti per un glossarioUrbanisti Urbanistica Città
27/10/2005 W. Paul Farmer
Un'ampia riflessione sul ruolo sociale dell'urbanistica nel XXI secolo. Deposizione del Direttore American Planning Association alle Commissioni riunite della Camera, 18 ottobre 2005 (f.b.)
AttivitàLe paroleTesti per un glossarioUrbanisti Urbanistica Città
27/10/2005 Giovanni Caudo
Il contesto del New Deal è certo molto diverso dall'attuale. Ancora attuali sono invece alcune idee e personalità: una ricostruzione critica (g.c.)
AttivitàLe paroleTesti per un glossarioUrbanisti Urbanistica Città
25/09/2005 Italo Calvino
La nuova realtà urbana dell'America in una corrispondenza del 1960 (g. p.)
AttivitàLe parole
22/08/2005 De Rienzo. Giorgio
Ragionare non è discorrere; le parole servono per conoscere, meno per comunicare. Da il Corriere della sera del 21 agosto 2005
Città e territorioVenezia e la LagunaTerra, acqua, società
21/08/2005 Frederic C. Lane
Dalla Storia di Venezia, Einaudi, Torino 1978, p. 20. Venezia e il suolo urbano, la sua proprietà, le regole della costruzione e trasformazione: spunti, che aspettano una trattazione più ampia
AttivitàLe paroleTesti per un glossarioUrbanisti Urbanistica Città
20/08/2005 Percival Paul; Goodman Goodman
Un "piano" che mescola utopie, semplificazioni eccessive, anticipazioni. Dalla rivista Dissent, estate 1961 (f.b.)
AttivitàLe paroleTesti per un glossarioUrbanisti Urbanistica Città
18/08/2005 Italo Calvino
Un singolare saggetto del’autore della Speculazione edilizia, delle Città invisibili e delle irresistibili Cosmicomiche
AttivitàLe paroleTesti per un glossarioUrbanisti Urbanistica Città
10/08/2005 Angelantonio Varrone
Un approccio conoscitivo al territorio con fini di aggressione militare. Per un utile confronto con altre metodologie e obiettivi. L'Universo, luglio-agosto 1949 (f.b.)
AttivitàLe paroleTesti per un glossarioUrbanisti Urbanistica Città
07/08/2005 Leonid Brutzkus
Un testo di indubbio interesse storico, e di rilevanza politica anche attuale. Dal numero 11 di Metron, 1946, monografico sulla colonizzazione della Palestina da parte degli ebrei negli anni immediatamente successivi alla fine della II guerra mondiale (f.b.)
AttivitàLe paroleTesti per un glossarioUrbanisti Urbanistica Città
03/08/2005 Wesley Dougill
L'anello di congiunzione fra la città giardino, le new towns, ed altri elementi più moderni dell'insediamento. The Town Planning Review, giugno 1935 (f.b.)
AttivitàLe paroleTesti per un glossarioUrbanisti Urbanistica Città
12/07/2005 Giovanni Alessandri
"Se l’architettura e l’urbanistica .. perdono di vista .. l’uomo-persona la loro opera risulterà fallimentare". Da Aggiornamenti Sociali, settembre-ottobre 1966 (f.b.)
AttivitàLe paroleTesti per un glossarioUrbanisti Urbanistica Città
02/07/2005 Virgilio Testa
Il grande giurista/urbanista italiano esamina "in diretta" il Town and Country Planning Act, 1932. Rapporti fra interesse privato e collettivo, poteri gerarchici fra decisori pubblici e forme di collaborazione. Da Architettura, giugno 1933 (f.b.)
AttivitàLe paroleTesti per un glossarioUrbanisti Urbanistica Città
20/06/2005 Wesley Dougill
Il piano "manifesto" dei CIAM, nella asciutta ed esauriente sintesi del direttore della Town Planning Review, giugno 1936 (f.b.)
Città e territorioTemi e problemiIl territorio del commercio
17/06/2005 Victor Gruen
L'abiura postuma (un po' forzata, dicono i critici ) dell'inventore del modello dilagato in tutto il mondo. Town and Country Planning, luglio-agosto 1978 (f.b.)
AttivitàLe paroleTesti per un glossarioUrbanisti Urbanistica Città
02/06/2005 Ernesto Nathan Rogers
Una lucida e anticipatrice disamina dei complessi rapporti fra pianificazione sovracomunale, ambiente costiero, economie turistiche. Da L'Albergo in Italia, luglio-agosto 1937 (f.b.)
AttivitàLe paroleTesti per un glossarioUrbanisti Urbanistica Città
31/05/2005 Raimondo Campanini
Teorie di "urbanistica antiaerea", che singolarmente difendono l'insediamento compatto contro la città giardino. Per difendere il suolo in tutti i sensi. Da Lo Stile, agosto-settembre 1943 (f.b.)
AttivitàLe paroleTesti per un glossarioUrbanisti Urbanistica Città
27/05/2005 Giovanni Berlinguer
Anni '70 in Italia: uno spaccato dell'ambiente urbano. Da Sapere, luglio 1974 (f.b.)
Attività
I libri che abbiamo pubblicato, a partire dai materiali della scuola di eddyburg
Partecipazioni a eventi internazionali come la Biennale di Architettura, il Forum Sociale europeo e il Forum Sociale mondiale.
Una città un piano è un'attività culturale volta alla conoscenza dei territori attraverso visite e incontri sul campo di persone e organizzazioni impegnate in territori soggetti ad interessanti trasformazioni spaziali e sociali.
I seminari di eddyburg, attivati a partire dal 2012, sono un'attività formativa di approfondimento più concentrata rispetto alla scuola, in cui vengono privilegiati discussioni e forme orizzontali di apprendimento e scambio su temi ritenuti di particolare interesse sociale e politico per l'avanzamento degli studi urbani e i conflitti territoriali.
istituita nel 2005 e svoltasi una volta l’anno sino al 2012, consiste in una serie di lezioni, discussioni e lavori di gruppo attorno ad un tema specifico, scelto per il suo rilevante interesse. Le attività seguono un percorso che parte dalle parole e dalle questioni sottese al loro significato e utilizzo, prosegue attraverso racconti che restituiscono al tema una prospettiva storica e letture critiche di alcuni esempi concreti, per concludersi con una riflessione sulle azioni e rivendicazioni da promuovere sia come urbanist*, sia come cittadin* attiv*.
Il deperimento dei canali di comunicazione tra chi decide e chi è deciso (la crisi della democrazia) rende più frequente il ricorso allo strumento del'appello: della chiamata a raccolta di chi condivide una richiesta pressante. Qui ne ospitiamo alcuni, coerenti con i temi di questa sezione e condivisi da eddyburg; altri sono nella sezione Città e territorio
In questa cartella inizio con un elenco, che arricchirò anche con il vostro contributo, delle parole (e delle loro associazioni) che non dovremmo usare, o non dovremmo usare così spesso, o non dovremmo usare così come le usiamo. Proseguo con una serie di definizioni proposte dagli autori più svariati: parziali, a volte polemiche, ma interessanti. Infine, altri strumenti, come quelli suggeriti da Ersilia Zamponi nel suo bellissimo libro "I draghi locopei", e il divertente lessico alternativo dell’urbanista statunitense Ilene Watson, di cui dò una sintesi tradotta da Fabrizio Bottini.
CopyrightMappa del sito
© 2022 Eddyburg