eddyburg.it è un sito web fondato nel 2003 da Eddy Salzano; nel tempo si sono costituite altre strutture e iniziative come ulteriori strumenti del progetto iniziale. Nel 2005 si è costituita la Scuola di eddyburg, come strumento al tempo stesso di ampliamento dell’area di influenza di eddyburg e di approfondimento dei suoi temi: una scuola, dunque, nella quale contemporaneamente insegnare e apprendere. Nel 2016, dopo la lunga gestazione di uno statuto condiviso, si è costituita la Associazione di promozione sociale eddyburg, di cui eddyburg.it, così come la sua Scuola, sono attività statutarie. Alla scuola si sono affiancati seminari, giornate di studio, ma anche battaglie e appelli per difendere i nostri territorio, per rivendicare la pianificazione come mezzo indispensabile al diritto alla città, e molto altro ancora. Con la scomparsa del nostro fondatore, maestro e mentore, inizia un nuovo percorso per continuare anche con modalità diverse la militanza intellettuale, l'impegno a difendere e migliorare lo spazio fisico e sociale dei luoghi in cui abitiamo.
Ultimi post
AttivitàLe paroleTesti per un glossarioPaesaggio (e territorio, e ambiente)
12/06/2006 Piero Bevilacqua
Una proposta presentata e discussa al convegno di Italia Nostra il 28 gennaio 2005. Una iniziativa per cominciare a costituire un catasto dei paesaggi: anche per evitare che vengano distrutti per ignoranza. In fondo una sintetica descrizione dei principali paesaggi italiani
AttivitàLe paroleTesti per un glossarioPaesaggio (e territorio, e ambiente)
12/06/2006 Piero Bevilacqua
La magistrale descrizione di tre “sistemi agrari” italiani e la rivendicazione della utilità di tutelare “un paesaggio di inquietante nudità e magnifica testimonianza sotto il cielo di millenni di lavoro contadino”, in una relazione tenuta a Cutro il 7 settembre 2004
AttivitàLe paroleTesti per un glossarioPaesaggio (e territorio, e ambiente)
12/06/2006 Domenico Andriello
“È stato detto che da una buona pianificazione, condotta secondo sani criteri, scaturirà automaticamente il paesaggio del futuro”. Dal convegno INU di Lucca, novembre 1957, con una interessante bibliografia d'epoca, anche internazionale (f.b.)
AttivitàLe paroleTesti per un glossarioPaesaggio (e territorio, e ambiente)
12/06/2006 Gustavo Giovannoni
La cultura italiana (piuttosto avanzata) dell'approccio al paesaggio in questa comunicazione sulla nuova legge Bottai, letta il 15 dicembre 1939-XVIII nella Reale Accademia d’Italia, Roma (f.b.)
AttivitàLe paroleTesti per un glossarioRendita, suolo urbano
11/06/2006 Giorgio Doria
Le posizioni degli amministratori delle giunte di sinistra e dell'INU, a fine anni Cinquanta, sul problema di quanto chiameremmo ora "rapporto pubblico-privato". Una panoramica certamente storica, ma che come sempre richiama temi ancora in buona parte aperti. Da: Il Comune Democratico, maggio 1958 (f.b.)
AttivitàLe paroleTesti per un glossarioRendita, suolo urbano
11/06/2006 Siro Lombardini
L'articolo, pubblicfato con grande evidenza sulla rivista ufficiale dell'inu, Urbanistica (n. 38) nel marzo 1963, ebbe grande influenza nel determinare le posizioni degli urbanisti italiani e le loro proposte di riforma. In fondo all'articolo, un link alla biografia di Lombardini
AttivitàLe paroleTesti per un glossarioRendita, suolo urbano
11/06/2006 Hans Bernoulli
Hans Bernouilli è autore di numerosi scritti (di urbanistica, architettura, poesia. letteratura), ma il suo interesse principale è per la città. L'unico suo libro tradotto (in italiano e in francese) è Die Stadt und ihr Boden la cui prima edizione è a Zurigo, 1945. In Italia, è stato pubblicata (con il titolo La città e il suolo urbano ) da Antonio Vallardi Editore nel 1951. Era esaurito da tempo,ora (2006) è stato ripubblicato, in una nuova edizione completa e una nuova traduzione, dall'editore Corte del Fontego, con una prefazione di E. Salzano e una nota biografica di Mireille Senn.
AttivitàLe paroleTesti per un glossarioUrbanisti Urbanistica Città
30/05/2006 Cesare Chiodi
Moltissimi temi del dibattito sull'insediamento diffuso e la tutela storico-ambientale, in questo lucido intervento sullo sviluppo rurale a un convegno di ingegneri (f.b.)
AttivitàLe paroleTesti per un glossarioUrbanisti Urbanistica Città
16/05/2006 Gustavo Giovannoni
Il famoso "decalogo dell'urbanista" che formalizza il sistema gerarchico poi schema per i concorsi di piano, introdotto più tardi nella legge generale. L'Ingegnere, gennaio 1928 (f.b.)
AttivitàLe paroleDefinizioni
05/05/2006 Antonio Gramsci
Il contributo di Antonio Gramsci alla definizione del concetto di egemonia ...
Città e territorioTemi e problemiPeriferie
21/04/2006 Sofia Sebastianelli
Il resoconto per Eddyburg di un intervento del responsabile della pianificazione della Catalogna a proposito di costruzione di alloggi sociali e di politica dei suoli. (g.c.)
Società e politicaGiornali del giornoArticoli del 2005
06/04/2006 (f.cec.)
Gesti piccoli, ma significativi. Bresso e Marrazzo raggiungono Soru, e rifiutano anch’essi il falso titolo che aveva conquistato molti, anche a sinistra. Da la Repubblica del 6 aprile 2005
Società e politicaGiornali del giornoArticoli del 2005
06/04/2006 Ida Dominijanni
Terrorismo, guerra, democrazia, libertà: nuovi sensi per vecchie parole. Da il manifesto del 26 luglio 2005
AttivitàLe paroleDefinizioni
27/02/2006 Alexander Hamilton
La frase del poltico statunitense (1757-1804), fondatore del partito federalista, riportata nella critica politica attuale da Romano Prodi
AttivitàLe paroleDefinizioni
27/02/2006 Giovanni Battista Vico
AttivitàLe paroleDefinizioni
27/02/2006 Sébastien-Roch-Nicolas Chamfort
Una visione pessimista del rapporto con la natura. Cit. da Patrice Rauszer
AttivitàLe paroleDefinizioni
27/02/2006 Claudio Napoleoni
Una definizione rigorosa di un grande economista, citata nel libro di Carla Ravaioli, Un mondo diverso è necessario, Editori riuniti, Roma 2002. "Il riformismo ha sempre voluto la luna"
AttivitàLe paroleDefinizioni
27/02/2006 Claudio Napoleoni
Una definizione classica, rigorosa e asciutta, per una realtà economica che pesa in Italia in modo straordinario e la rende diversa dagli altri paesi europei
AttivitàLe paroleDefinizioni
27/02/2006 Eddyburg
Quando Romano Prodi ha usato questa parola per designare i mille giovanotti reclutati da Berlusconi per distribuire casa per casa il prodotto Forza Italia ha avuto ragione o torto? Rispondono Zingarelli, Devoto, Oli, De Mauro e altri
AttivitàLe paroleDefinizioni
27/02/2006 Robert Musil
Questa bellissima pagina, tratta da Robert Musil, L'uomo senza qualità, Einaudi, 1957, pagg.41-2, è una splendida rappresentazione di una figura molto diffusa. Con l’ingegnere descrive infatti una ideologia che ha dominato al mondo, e ancora lo condiziona in larga misura
AttivitàLe paroleDefinizioni
27/02/2006 Norman Mailer
Da la Repubblica, 6 marzo 2003
AttivitàLe paroleDefinizioni
27/02/2006 Luciano Canfora
Inserisco due brani tratti da Luciano Canfora, Demagogia, Sellerio editore Palermo, 1993. Non sapevo che, fino ai tempi di Aristotele, demagogos significava politico, e che solo più tardi ha assunto un significato negativo. Se le parole, la loro origine, il mutare dei loro significati vi interessano, e/o se vi interessano le grandi questioni di oggi, cercatelo e leggetelo tutto. 46 piccole pagine, 10.000 antiche lirette
AttivitàLe paroleDefinizioni
27/02/2006 Franco Cordero
Un brano dell’implacabile penalista, grande nel descrivere B. e il berlusconismo come nell’insegnare la sua disciplina.
AttivitàLe paroleDefinizioni
27/02/2006 Giuseppe De Finetti
Una definizione polemica
AttivitàLe paroleDefinizioni
27/02/2006 Franco Rella
Dalla prolusione all’Anno accademico 2000-2001 dell’IUAV
Attività
I libri che abbiamo pubblicato, a partire dai materiali della scuola di eddyburg
Partecipazioni a eventi internazionali come la Biennale di Architettura, il Forum Sociale europeo e il Forum Sociale mondiale.
Una città un piano è un'attività culturale volta alla conoscenza dei territori attraverso visite e incontri sul campo di persone e organizzazioni impegnate in territori soggetti ad interessanti trasformazioni spaziali e sociali.
I seminari di eddyburg, attivati a partire dal 2012, sono un'attività formativa di approfondimento più concentrata rispetto alla scuola, in cui vengono privilegiati discussioni e forme orizzontali di apprendimento e scambio su temi ritenuti di particolare interesse sociale e politico per l'avanzamento degli studi urbani e i conflitti territoriali.
istituita nel 2005 e svoltasi una volta l’anno sino al 2012, consiste in una serie di lezioni, discussioni e lavori di gruppo attorno ad un tema specifico, scelto per il suo rilevante interesse. Le attività seguono un percorso che parte dalle parole e dalle questioni sottese al loro significato e utilizzo, prosegue attraverso racconti che restituiscono al tema una prospettiva storica e letture critiche di alcuni esempi concreti, per concludersi con una riflessione sulle azioni e rivendicazioni da promuovere sia come urbanist*, sia come cittadin* attiv*.
Il deperimento dei canali di comunicazione tra chi decide e chi è deciso (la crisi della democrazia) rende più frequente il ricorso allo strumento del'appello: della chiamata a raccolta di chi condivide una richiesta pressante. Qui ne ospitiamo alcuni, coerenti con i temi di questa sezione e condivisi da eddyburg; altri sono nella sezione Città e territorio
In questa cartella inizio con un elenco, che arricchirò anche con il vostro contributo, delle parole (e delle loro associazioni) che non dovremmo usare, o non dovremmo usare così spesso, o non dovremmo usare così come le usiamo. Proseguo con una serie di definizioni proposte dagli autori più svariati: parziali, a volte polemiche, ma interessanti. Infine, altri strumenti, come quelli suggeriti da Ersilia Zamponi nel suo bellissimo libro "I draghi locopei", e il divertente lessico alternativo dell’urbanista statunitense Ilene Watson, di cui dò una sintesi tradotta da Fabrizio Bottini.
CopyrightMappa del sito
© 2022 Eddyburg