Appello.Italicum, un voto per la Costituzione
Eddyburg
«I parlamentari ritrovino la propria dignità e la forza di rappresentare davvero la nazione senza vincolo di mandato». In calce le firme. Il ricordo del 25 aprile risveglierà qualche coscienza, e trasformerà il borbottio della sinistra tremula in schietta decisione?


L’avvicinarsi del voto in Aula sull’Italicum dà luogo, per il merito e il metodo delle scelte fin qui pra­ti­cate, a pre­oc­cu­pa­zioni e timori.È grave che si arrivi a una legge elet­to­rale che non can­cella le stor­ture del Por­cel­lum, e non tiene conto dei chiari prin­cipi posti dalla Corte costi­tu­zio­nale nella sen­tenza 1/2014, sulla rap­pre­sen­tanza e sul voto libero ed uguale come pie­tre ango­lari del sistema demo­cra­tico. Prin­cipi che ven­gono ulte­rior­mente lesi dalla riforma costi­tu­zio­nale con­te­stual­mente in discussione.

È grave che si giunga alla fase con­clu­siva dell’iter legi­sla­tivo attra­verso ripe­tute for­za­ture e vio­la­zioni di prassi, rego­la­menti, e per­sino della Costi­tu­zione, che vanno dalle straor­di­na­rie acce­le­ra­zioni nei lavori alle sosti­tu­zioni for­zose di dis­sen­zienti con palese lesione delle garan­zie a cia­scun par­la­men­tare rico­no­sciute. For­za­ture e vio­la­zioni che potreb­bero ora giun­gere alla nega­zione del voto segreto a richie­sta san­cito dal rego­la­mento Camera per la legge elettorale.

È grave che tutto que­sto accada per scelta di una parte del Pd, mino­ranza in Par­la­mento e nel paese, che attra­verso i mec­ca­ni­smi della disci­plina interna di par­tito vuole imporre la pro­pria deci­sione come volontà mag­gio­ri­ta­ria dell’istituzione. Per di più appro­fit­tando di numeri par­la­men­tari dichia­rati ille­git­timi dalla Corte costi­tu­zio­nale al fine di sman­tel­lare un’architettura demo­cra­tica che fu costruita sull’amplissimo con­senso di tutte le forze anti­fa­sci­ste attente ai diritti e alle libertà.

Chie­diamo a tutti i par­la­men­tari di ritro­vare la pro­pria dignità e la forza di rap­pre­sen­tare dav­vero la nazione senza vin­colo di man­dato, come la Costi­tu­zione loro garan­ti­sce ed impone.


Pie­tro Adami, Cesare Ante­to­maso, Gior­gio Anto­nan­geli, Gae­tano Azza­riti, Fran­ce­sco Baic­chi, Alberto Ben­zoni, Felice Beso­stri, San­dra Bon­santi, Anto­nio Caputo, Lorenza Car­las­sare, Ser­gio Caserta, Giu­seppe Maria Cas­sano, Paolo Ciofi, Clau­dio De Fio­res, Gio­vanna De Minico, Enzo Di Sal­va­tore, Anna Fal­cone, Anto­nello Falomi, Gianni Fer­rara, Costanza Fir­rao, Tom­maso Ful­faro, Dome­nico Gallo, Mau­ri­zio Gian­cola, Alfiero Grandi, Fran­ce­sca La For­gia, Raneiro La Valle, Paolo Leo­nardi, Sil­via Man­de­rino, Mau­ri­zio Mar­celli, Monica Min­nozzi, Ubaldo Nan­nucci, Gio­vanni Palom­ba­rini, Alba Pao­lini, Fran­ce­sco Pardi, Paola Patuelli, Vin­cenza Rando, Maria Ric­ciardi Gian­noni, Franco Russo, Gio­vanni Russo Spena, Cesare Salvi, Anto­nia Sani, Linda San­tilli, Paolo Soli­meno, Lan­franco Turci, Nadia Urbi­nati, Mas­simo Vil­lone, Vin­cenzo Vita, Emi­lio Zecc
Sullo stesso tema
Redazione di eddyburg
Un'esortazione a piantare alberi, non tanto e solo ai singoli cittadini, ogni organizzazione di qualunque natura e orientamento, ad ogni azienda pubblica o privata, alla straordinaria rete di comuni e regioni d’Italia, al governo nazionale. Obiettivo: piantare 60 milioni di alberi il prima possibile. Qui l'appello (i.b)
Eddyburg
Un appello per invitare la Politica a occuparsi di cose che la politica politicante trascura del tutto, mentre sono vitali per chi abita nel pianeta Terra (e in Italia) oggi e vorrebbe viverci anche domani. In calce le adesioni
Eddyburg
17 ottobre 2017. Una iniziativa che dovrebbe ripetersi in ogni piazza d'Italia, grande o piccola sia la città o il paese. Un appello che dovrebbe essere un canto per tutti i petti
Ultimi post
Eddyburg
Sono passati due anni dalla scomparsa di Edoardo Salzano. Un urbanista che non ha mai smesso di analizzare le trasformazioni urbane. Un intellettuale libero e coraggioso che con determinazione guardava avanti e non si arrendeva davanti alle ingiustizie. Un maestro. Lo ricordiamo ripubblicando uno dei suoi scritti, ancora profondamente attuale, sul mestiere dell'urbanista.
Eddyburg
Un iniziativa per ragionare sulla questione della casa a cinquant’anni dall’approvazione della prima legge per l’edilizia residenziale pubblica. Il progressivo abbandono delle politiche di edilizia residenziale ha determinato nuove disuguaglianze, aggravato i problemi pregressi, amplificato i divari territoriali, che il Covid ha accentuato e reso ancora più evidenti. Vogliamo discuterne in questo seminario organizzato in due sessioni, che riprende le vertenze che portarono all’approvazione della legge, racconta la parabola inversa delle politiche pubbliche fino al loro sostanziale azzeramento, per poi ricollegarsi all’attualità toccando attraverso alcuni casi emblematici della questione della casa in Italia.
Eddyburg
Cliccando nella barra in alto potete accedere a tutti gli articoli inseriti in oltre diciotto anni di attività e impegno per una cultura dell'abitare fruire e governare il territorio che sia suscettibile di assicurare condizioni di vita soddisfacenti sotto il profilo dell'equità e della libertà di accesso ai beni comuni, della capacità e possibilità di partecipare al governo della cosa pubblica. E' ancora una versione provvisoria del sito, perciò alcune cose funzionano male o presentano degli errori. Ci stiamo adoperando per sistemare tutto nel più breve tempo possibile.
Eddyburg
Il programma definitivo della prima edizione dei seminari di eddyburg
Redazione di eddyburg
Nell’anniversario della scomparsa di Eddy Salzano il 23 settembre abbiamo organizzato un’iniziativa per ricordare l’importanza e l’attualità del suo pensiero e della sua attività. Qui le videoregistrazioni della I Sessione del convegno “Eddy Salzano: le tappe di un percorso politico e culturale per una città più giusta” con gli interventi di Mauro Baioni, Giulio Tamburini, Vezio De Lucia, Paolo Berdini, Roberto Camagni, Anna Marson, Maria Pia Guermandi, Giancarlo Storto, Giancarlo Consonni, Paolo Baldeschi.
CopyrightMappa del sito
© 2022 Eddyburg